Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Mediterranea | November 20, 2018

Scroll to top

Top

No Commenti

Mario Zanot e Bepi Vigna al Puntodivista Film Festival - Mediterranea

Mario Zanot e Bepi Vigna al Puntodivista Film Festival
Redazione

Cagliari, 30 novembre 2016, Puntodivista Film Festival presenta due grandi creativi del mondo digitale e del fumetto: Mario Zanot e Bepi Vigna

Mercoledì 30 novembre la penultima serata della IX edizione del Puntodivista Film Festival, condotta come sempre da Andrea Frailis, prende il via alle ore 20.00 con la proiezione del sesto e ultimo gruppo di corti finalisti selezionati, stavolta provenienti da Spagna, Italia e Iraq: El audifono, regia di Samuel Quiles Palop (Spagna); Un’altra sigaretta, regia di Caterina Salvadori (Italia); A special guest, regia di Kae Bahar (Iraq). Segue quindi l’appuntamento “Incontri con … Tra Cinema e Fumetto”, che vede insieme due grandi creativi italiani in un confronto esclusivo tra il mondo visuale digitale e il mondo dei comics: Mario Zanot e Bepi Vigna. Il cinema, i comics, l’animazione in 3D. Un interessante confronto sulla storia, sulla evoluzione del fumetto e le nuove tecnologie applicate alle produzioni per il grande schermo e tanto altro ancora, sulle musiche eseguite dal pianista e compositore Salvatore Spano.

Mario Zanot, regista, produttore e giornalista, che alterna la sua attività di documentarista e sceneggiatore a quella di visual effects supervisor per il cinema. Pioniere del digitale, è tra i primi ad aver portato in Italia il sistema di computer animation in 3D della Abel Image Research di Los Angeles (nel 1985).

Tra i tanti suoi documentari: “Dal cucchiaio alla città, storia del design italiano” realizzato con Bruno Munari; “Lassù dove vivono gli Incas” realizzato vivendo a contatto con i membri della piccola comunità dei Q’eros, gli ultimi Incas sopravvissuti alle stragi dei conquistadores, nascosti a 3.900 metri tra le Ande peruviane; “Anam il senzanome”, l’ultima intervista al grande giornalista Tiziano Terzani; “Il macellaio di Phnom Penh”, l’intervista esclusiva dal carcere a uno dei leader dei Khmer Rossi, ma anche collaborazioni con grandi registi italiani (Moretti, Tornatore); le docu-fiction per Discovery Channel e Mediaset sui grandi personaggi della storia come Archimede, Montezuma, Giulio Cesare, Gengis Khan; la sceneggiatura di “Un indovino mi disse” tratta dal libro più famoso di Terzani, scritta insieme alla moglie del grande giornalista; e ancora per “Figli di un unico Dio” insieme al premio Nobel egiziano Naguib Mahfouz, e tanto altro ancora.

Bepi Vigna, scrittore, sceneggiatore, fumettista, regista e autore da trent’anni per la Sergio Bonelli Editore (ha scritto testi per Martin Mystère, Dylan Dog, Nick Raider, Zona X, ed è il creatore, tra le tante, delle serie di fantascienza di grande successo Nathan Never e Legs Weaver).
Autore anche di graphic-novel (Nausicaa l’altra Odissea, Pinelli e Calabresi la storia sbagliata), di strisce umoristiche (Bollicine), di saggi sui comics, di narrativa (L’estate dei dischi volanti, La pietra antica, Si è fatto tardi, ecc.), e di testi teatrali. Ha diretto inoltre documentari e film a soggetto e ha collaborato con la Rai come autore televisivo. Da sette anni cura la programmazione artistica del Festival Internazionale Nues – Fumetti e Cartoni del Mediterraneo.
Due grandi artisti in un confronto esclusivo al Puntodivista Film Festival, tra fantasia, processo creativo, disegno, grafica e tecnologia. Interventi sonori di Salvatore Spano.

Tutte le serate sono con degustazione. Ingresso: intero € 15,00 – ridotto € 8,00. Visto il numero di posti limitati si consiglia la prenotazione tramite i seguenti indirizzi e-mail:

 

Invia un commento