Share

Free Magazine,  un progetto editoriale ambizioso che vuole portare arte, cultura, territorio e persone “nelle mani” di chi può apprezzarle e valorizzarle e Post Garage Web Radio, nata per caso e per passione, un mondo magico fatto di musica e luci, sorrisi e professionalità, due mezzi di comunicazione che danno spazio soprattutto a rubriche dedicate a persone, artisti e associazioni che s’impegnano nel sociale.

Alessio Musella nasce come interior designer, con una passione sconfinata per il design e l’arte:  anni  trascorsi in Arabia Saudita e viaggiando tra Stati Uniti ed Europa, hanno spostato la sua attenzione dalla  progettazione alla consulenza nel campo della comunicazione per aziende nel settore del lusso e non solo, dedicando ampio spazio a progetti di solidarietà.

Tra i suoi progetti la creazione di un format radiofonico  “I AM on FM”, trasmissione condotta da Musella, Editore del Magazine, e Serena Fumaria, Presidentessa dell’Associazione #ioscelgome  contro la violenza.

Dopo essersi recato in loco  per accompagnare l’Artivista Adele Ceraudo, della quale è responsabile immagine, e aver parlato con Donatella Nonino, responsabile progetto, ha deciso di  prendere in carico la  gestione  di comunicazione e marketing della sesta edizione di “L’Arte Non Mente”, un evento che usa un luogo, il Parco di Sant’Osvaldo che ospitava l’Ospedale Psichiatrico, come una piattaforma artistica nella quale far confluire arti visive, performative e musicali che portino lo spettatore a riflettere; un incontro tra l’arte contemporanea e i percorsi riabilitativi, che si è concretizzato in un riconoscimento artistico da parte delle istituzioni e della cittadinanza, divenendo di fatto una vetrina dell’arte contemporanea.

Mi occupo di comunicazione da tanti anni e conosco il valore della diffusione di un messaggio. Le arti vengono spesso considerate realtà troppo distanti per entrare nella vita delle persone, ma l’arte è una forma di comunicazione che è in grado di plasmare la vita di chiunque: l’arte può aiutare l’uomo a riflettere oltre che a contemplare, lo può aiutare a capire in maniera più profonda e a raggiungere una consapevolezza maggiore della realtà”, questo il pensiero di Musella e il motivo che lo spinge a sostenere l’Arte come forma eccelsa di comunicazione, in grado di arrivare ad ogni persona.

La sua natura eclettica gli permette di osservare e approfondire tutti gli aspetti della comunicazione per gestire progetti in ogni settore, valutando le corrette tempistiche, gli strumenti, le modalità e i messaggi, per raggiungere gli obiettivi di comunicazione.

E quando la professionalità viene applicata ad obiettivi solidali, non si può che riconoscerne il valore della dimensione umana in primo luogo e sperare che altri seguano il suo esempio

http://www.ioscelgome.it

Share

Leave a comment.