Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Mediterranea | July 18, 2019

Scroll to top

Top

Puglia Archivi - Mediterranea

Estasi in Sinfonia Brut 2013 dell’Azienda Agricola Di Filippo

Franco Di Filippo, uomo radicato alla sua terra, è fortemente legato a Trani tanto da dedicare un’intera esistenza al vero protagonista di questo straordinario terroir sospeso tra le vigne ed il Mare: il Moscato.

La sua vocazione per questo storico vitigno è una decisione coerente ma non solo: Estasi in Sinfonia è il frutto di una scelta coraggiosa ed inedita: spumantizzare i grappoli appassiti di Moscato Reale col … Continua

La Passione di una vita per il Moscato di Trani: intervista a Franco di Filippo

Il Moscato è tra le varietà di Vitis Vinifera più antiche al mondo ed appartiene ad una famiglia di vitigni tra le più grandi e varie tra tutte quelle conosciute, tanto che nella sola Italia la superficie complessiva di allevamento si attesta attorno ai trentamila ettari.

Andando a ritroso nel tempo vediamo questa vitigno aromatico coltivato dai Greci col nome di Anathelicon Moschaton diffondersi in tutto il Mediterraneo durante la colonizzazione ellenica e successivamente definito, in epoca romana, come Uva Apiana per essere, al pari del Fiano, prediletta dalle api per via del suo dolcissimo aroma, a quanto pare. In realtà tanto l’associazione di questo vitigno con l’Uva Apiana quanto la tesi che vorrebbe, nella similitudine tra ape e mosca, che il suo nome mutasse in Moscato attorno al 1200, risultano piuttosto deboli: infatti è più plausibile che il nome attuale del Moscato derivi da muscus, muschio in latino, per via del suo forte ed inconfondibile aroma che i francesi definiscono musqué. Sussistono molte possibilità invece che il vitigno possa essere stato importato dai Cavalieri Templari ed Ospedalieri chiamati ad operare in Medio Oriente, dove era nota la produzione di vini liquorosi ed aromatici. Venezia inoltre nel 1204, proprio al termine della IV Crociata, inizierà a ridurre il volume di vini importati, sostituendoli coi vini prodotti a Creta e da altre isole Greche passate sotto il suo dominio. Le prove più antiche a testimoniare la presenza del Moscato in Piemonte risalgono al Trecento, due secoli dopo la distribuzione di questa vite nella regione sarà già considerata sufficientemente considerevole tanto che, anche in questo caso, il duca Emanuele Filiberto di Savoia deciderà di limitare le importazioni di altri vini per incoraggiare la produzione locale, fino al boom d’inizio Ottocento. Naturalmente stiamo parlando del Moscato Bianco, varietà che nel nostro paese rientra in un ragguardevole numero di Denominazioni di Origini Controllata da cui si evincono altrettanto numerosi sinonimi, uno dei quali è Moscato di Trani.

Continua

L’Olio Evo da Cultivar Coratina di Savino Muraglia

Il cultivar coratina è tra i più ricchi delle 538 varietà di olive riconosciute e classificate in Italia in termini di apporto di polifenoli ed è l’olivo autoctono tra i più rappresentativi di Puglia.

Continua

Icaro Primitivo di Manduria Doc 2014 ed il Progetto di Raffaele Noviello

Un calice che contiene due volti che si contemplano, desiderosi di scoprire quale essenza contengano in quanto parte di un solo insieme… è questo il brand del progetto Aroma Fine Wines and Spirits ideato dal valente e creativo winemaker Raffaele Noviello.

Nato nell’80, Raffaele è da sempre legato al mondo agricolo: infatti suo nonno, al quale deve il nome, pur appartenente all’Arma dei Carabinieri, ha sempre avuto una … Continua

La Terra incontra i bambini: una notte Bianca nella Città della Ceramica

Grottaglie: dal Convento dei Cappuccini fino al centro storico con una mega sfilata. Cantastorie, trampolieri, vasai, animazione e creazione di ecobombe nella Città della Ceramica. Continua

A Gioia del Colle in una Notte di Fine Estate

È giunta alla fine di una piacevole e tanto desiderata cena tra amici e, per quanto fosse logicamente coperta dalla patina del tempo, riusciva ad irradiare qualcosa di tangibilmente vivo dentro la casa-trullo padronale quella sera del 30 Agosto dell’anno passato, illuminata come i nostri volti dalla sua presenza. Continua

Il Vigneto ed il Vino secondo Petrera: intervista ad un Vignaiolo Indipendente

Quando mai la terra ha promesso all’uomo che ottenere i suoi doni, men che meno un buon raccolto in vigna, sarebbe stato un gioco da ragazzi? Chi dedica davvero tutto sé stesso alla viticoltura questo lo sa bene praticando un’attività antica, ardua e complessa, facendo continui bilanci tra la fatica che essa comporta e le avversità che in un qualsiasi momento nel corso dell’anno potrebbero vanificarla.

Continua

I Castelli di Federico II incontrano Arnaldo Pomodoro

Fino al 30 novembre 2014, le opere di Arnaldo Pomodoro saranno esposte tra i castelli di Federico II: il Castello Svevo di Bari, l’ottagonale Castel del Monte di Andria riconosciuto Patrimonio UNESCO ed il Castello Svevo di Trani.

Arnaldo Pomodoro (Montefeltro 1926), di origini pugliesi, dal 1954 vive e lavora a Milano.

Dal bassorilievo degli anni Cinquanta, è passato al “tuttotondo” nei primissimi anni Sessanta, fino a giungere alle grandi … Continua

I Pelasgici, il Popolo errante del Mediterraneo

10

Il Mare Mediterraneo è stato per millenni centro del mondo antico e crogiolo etnico dei popoli che, attraverso i flussi migratori e all’avvicendarsi al potere marittimo e commerciale, hanno modellato il volto e il profilo culturale d’Occidente, del Medio Oriente e del Nord Africa, imprimendo così una traccia tanto indelebile e ridondante nella storia umana, direttamente o indirettamente, da generare la Civiltà così come la conosciamo oggi.

Continua