Share

SABATO 6 AGOSTO 2016, T.Off Open “BIOETHIC VISION”
Installazione modulare: Tore Manca
Performance: Daniela Tamponi-Hiora
Colonna sonora: Machina Amniotica
T.OFF – Officina delle Arti Sceniche
v. Nazario Sauro n. 6
CAGLIARI
ore 21.00

Video, musica, danza: T.Off Open il 6 agosto per l’ultimo appuntamento estivo della rassegna “Sulle Orme – Il Mediterraneo Il Corpo  Il Viaggio” a cura di Tersicorea. A partire dalle ore 21.00 sarà protagonista il percorso installativo e performativo “Bioethic Vision” del videoartista sassarese Tore Manca, tra i più rappresentativi video-poeti italiani.

Un progetto di ricerca sul rapporto fra l’interiorità dell’uomo e la natura, che si sviluppa in un set di tre quadri video installativi autonomi, uno centrale, e due proiezioni laterali. Le immagini sono generate dai versi poetici dell’autore ed evocano quadri minimali dalla forza visiva dirompente sulle frequenze profonde della colonna sonora realizzata da Machina Amniotica, progetto cagliaritano di performances di poesia, concerti, installazioni multimediali, attivo da oltre vent’anni. Durante la proiezione la coreografa e danzatrice Daniela Tamponi eseguirà dei quadri di improvvisazione, al centro dello spazio T.Off. Il video è realizzato da Mater-ia in co-produzione con Hiora; con la partecipazione degli attori-performer (in video) Hiora, Bruno Petretto, Daniela Tamponi, Marco Sanna/Meridiano Zero Woman’s body Animals and Nature Minerals.

Bioethic Vision” è una ricerca sull’immagine concreta, sul video, sul suono; una ricerca che mi ha portato ad osservare la natura, riprenderla e registrarla senza paura di confondermi ma confrontandomi e riconoscendo in essa, la mia identità di uomo. Ogni quadro è minimale e parla attraverso la simbologia dell’essere vitale e sano, escludendo volutamente di trattare della sua più grande debolezza: l’egoismo materiale che in questa epoca supera ogni limite”. (Tore Manca)

Official Trailer Bioethic Vision: https://vimeo.com/139981478

La rassegna internazionale di danza contemporanea Sulle Orme – Il Mediterraneo, Il Corpo, Il Viaggio, seconda edizione del viaggio fantastico tra arte e coreutica, circo contemporaneo, teatro, musica e poesia, diretto da Simonetta Pusceddu, ha visto da aprile ad agosto le tracce di artisti provenienti da Roma, Torino, Palermo, Parigi, Bratislava (Slovacchia), Sassari e Cagliari che hanno segnato nuove testimonianze di una presenza, un percorso, tra i luoghi dell’anima e dell’architettura e le sue diverse forme, per restituire agli spazi urbani periferici una nuova identità: non-luoghi di transito e di passaggio in cui perdersi, ritrovarsi.

Share

Leave a comment.