Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Mediterranea | June 20, 2019

Scroll to top

Top

Gli italiani riscoprono le piante officinali

Gli italiani, nonostante le numerose emergenze ambientali a cui hanno condannato il Belpaese, amano la natura, sono salutisti e si stanno scoprendo, o riscoprendo, esperti e consumatori, in varie forme, di piante officinali. Il mercato è in costante espansione e guarda con favore all’omeopatia, alla cosmetica, alla cucina e perfino alla tintoria. Nel solo 2018, secondo la Coldiretti, la domanda nazionale ha raggiunto i 25 milioni di chili.

Continua

Con Sushi Drop la mappa della biodiversità del Mar Adriatico

Di Maria Francesca Carboni

Inizierà a giugno 2020 l’avventura di Sushi Drop, il drone sottomarino progettato per studiare la biodiversità del Mar Adriatico.

Continua

I salumi a nozze col vino

Molto, decisamente tantissimo tempo prima che termini anglofoni come “snack” e “breakfast” diventassero di uso comune nella nostra lingua, e venissero addentate certe stramberie, i panini col salame, col prosciutto e con la mortadella erano diventati già da un bel pezzo un’istituzione celebrata a colazione, a pranzo oppure durante spuntino mattutino o pomeridiano da tutti gli italiani di ogni generazione, a prescindere dalla posizione sociale, dalla professione o dalla latitudine di provenienza.

Continua

AL VIA LA III EDIZIONE DEL PREMIO LETTERARIO INTERNAZIONALE “GALTELLÌ LITERARY PRIZE” ISPIRATO AL PREMIO NOBEL GRAZIA DELEDDA

Il sindaco di Galtellì Giovanni Santo Porcu: «Con questo premio rendiamo onore alla scrittrice che con grande sensibilità e indiscussa maestria ha descritto il nostro paese, il Galte di Canne al vento

Continua

Tipi “Eno-logici”: Incontro con Antonio Perra della Cantina Fraponti di Quartu Sant’Elena

Di Sergio Massa, in collaborazione con l’Italian Food Academy www.italianfoodacademy.com

La cantina Fraponti di Quartu Sant’Elena, gli occhi rivolti al futuro con i piedi ben ancorati nella storia familiare.

Continua

Viaggio tra i sapori della Cucina Bianca ligure

MedFood vi propone un viaggio nella tradizione gastronomica delle piccole comunità delle malghe liguri, dove, nelle case dei pastori in transumanza, era diffusa la cosiddetta cucina bianca. Espressione gastronomica più intima della civiltà agro-pastorale di un’ampia area delle Alpi Marittime, la cucina bianca unisce le Valli Arroscia, Argentina, Nervia, Tanaro e il territorio di Briga, per metà italiano e per l’altra metà francese.

Un itinerario di cultura oltre che gastronomico, … Continua

Una terra chiamata Lessinia

Una terra genuina e dal sapore antico in cui la natura si manifesta in tutta la sua bellezza e la cui gente conserva ancora le tradizioni e le usanze tipiche dei popoli di montagna. Un luogo che non ti aspetti sulle Prealpi veronesi, la Lessinia, con i suoi monti e le sue valli offre panorami mozzafiato e un ambiente pressoché incontaminato, protetto dal Parco Regionale dei Monti Lessini.

Continua

Il progetto MedFood

Per lungo tempo, almeno nel nostro paese, a scrivere di cibo sono stati principalmente i critici gastronomici con i loro censimenti e le loro recensioni sullo stato di salute della ristorazione italiana, e le “ricettare” con i loro inesauribili ricettari, più o meno accattivanti. Ad essi, nel corso del tempo, si sono aggiunte, a volte perfino sostituite, figure collaterali, sempre più presenti nell’arena mediatica grazie anche a quel fenomeno che … Continua

Hiveguard: Il terzo occhio degli apicoltori

1

Articolo di Maria Francesca Carboni, foto di Susanne Jutzeler

“Una famiglia d’api la devi comprare, una te la devi far regalare, l’altra la devi rubare”. Così recita un antico adagio, un monito diffuso fra le comunità più antiche degli apicoltori sardi, ma dal valore sempre attuale. Bastano quindi tre famiglie per diventare apicoltori. Ma per esserlo a lungo termine è necessario mettere in atto più di una buona pratica. La cura quotidiana delle api, lo sguardo e il controllo della loro attività all’interno delle arnie risultano fondamentali.

Continua

La Vitis Vinifera e la Coscienza dell’Uomo in Via di Estinzione

Fa decisamente specie dover leggere, giusto qualche tempo fa, titoli come “vino, i super vitigni resistenti alle malattie bloccati dalla burocrazia” proprio su giornali che hanno fatto della difesa della burocrazia a tutti i costi un mestiere spesso scevro di deontologia professionale, veridicità e senso etico. Il tono con cui si cerca di fare apparire la burocrazia europea ed italiana, in questo specifico caso, retrograde nel non voler concedere il lasciapassare a quelle che vengono definite “innovazioni varietali” fa comprendere invece quanta pressione venga esercitata per scardinare gli ultimi pudori in fatto di coscienza ambientale e viticultura etica per far cadere l’ultima foglia di fico e disseminare allegramente nei vigneti le ultime trovate dei Vivai Cooperativi Rauscedo, creati in laboratorio in collaborazione con l’Università di Udine.

Continua