Nada Prlja - Red Discussionn 2 Chantal Mouffe - Inchiostro e marker su carta - 35x50cm - 2019
Share
Segnaliamo e condividiamo con piacere il disegno di Nada Prljaartista del Padiglione della Macedonia del Nord alla Biennale Arte 2019 di Venezia –  realizzato per la Copertina de “La Lettura” in edicola con il Corriere della Sera fino a sabato 7 Settembre.
Nada Prlja – Red Discussionn 2 Chantal Mouffe  – Inchiostro e marker su carta – 35x50cm – 2019
Il commento di Gianluigi Colin – Art Director del Corriere: 
Si sa, May You Live In Interesting Times (Che tu possa vivere tempi interessanti), è l’invito/monito del curatore Ralph Rugoff della Biennale d’Arte di Venezia. Tra tutti gli artisti presenti, se c’è qualcuno che ha voluto concretamente riflettere sui tempi che stiamo abitando, questa è Nada Prlja (Sarajevo, 1971) che ha realizzato per noi, un’opera speciale e che “sintetizza” lo spirito di una serie di azioni performative proposte nel “suo” padiglione della Macedonia del Nord a Palazzo Rota Ivancich. Nada Prlja ha deciso di restituire l’atmosfera di una serie di performance, incontri e discussioni tra intellettuali, scrittori, artisti e curatori, intorno a un tavolo rosso su cui venivano trascritte delle parole chiave sugli argomenti discussi e che condizionano l’attuale situazione mondiale di precarietà, di sfruttamento, di crisi ambientale, di violazione delle libertà.

Così, Nada Prlja con sensibilità e intelligenza ha costruito un percorso narrativo che trova una sintesi nella nostra copertina: leggiamo parole come Egemonia, Identità, Diritti umani. Ora, non ci resta che una speranza: che l’arte, con le sue domande, possa restituire davvero un futuro più nobile. Mandando a quel paese gli Interesting Times in cui viviamo“.

Biennale Arte 2019
Paglione della Macedonia del Nord – Subversion to Red 

Palazzo Rota Ivancich, Calle del Remedio, Castello 4421 Venezia  (vicino alla Fondazione Querini Stampalia)
La Copertina de “La lettura” inserto del Corriere della Sera dedicato all’artista Nada Prlja

Nada Prlja lavora principalmente con installazioni, performance e opere d’arte in spazi pubblici, affrontando le situazioni più complesse di ineguaglianza e ingiustizia sociale nel mondo, dalle questioni politiche a quelle economiche. I suoi lavori, utilizzando diversi media, sono complessi e stratificati, site specific o dipendenti da condizioni uniche, come esemplificano bene i progetti Advanced Science of Morphology, Marble Arch, London, 2006, Foreign Language for Beginners, 8° Manifesta, Murcia, 2010, Peace Wall, 7° Biennale di Berlino, 2012
Share

Leave a comment.