Micromacro
Share

Mi sveglio in questa città, che è poi la MIA città in un sabato mattina…l’aria è calda, il sole splende e ho la mattinata libera.
Reflex nello zaino, tubi macro attaccati all’obbiettivo e cavalletto.

Cagliari è bella, piena di verde, ha al centro un grande parco che è quello di Monte Urpino, questa sarà la mia prima scelta. Il verde mi accoglie fra le sue braccia e mi porta come niente ad inginocchiarmi per fotografare dei piccolissimi fiori. La gente intorno non è tantissima, alcuni fanno jogging, altri leggono un libro, qualcuno litiga seduto sulla panchina e qualcun altro passeggia. Nel frattempo che sto lì intenta con lo sguardo perso dentro i tubi macro, una voce sollecita la mia attenzione, mi chiede cosa mai stia facendo, in effetti devo sembrare un po’ matta, sdraiata per terra con la reflex attaccata alle piante e al terreno, mi chiede con curiosità e con estrema gentilezza cosa io stia facendo, ho passato un po’ del mio tempo a chiacchierare di fiori , piante e fotografia con una signora sconosciuta e mi sono divertita un sacco.

La mia città è bella piena di colore e di tanta bella gente che come le piante e i fiori ti accolgono fra le loro braccia. Dopo di ché mi trasferisco all’Orto Botanico che è una follia di fiori, piante, odori colori, animali e tanto altro…e qui la testa si perde con tutte queste piante che quasi ti parlano…

Bella la mia città, è come un albero da abbracciare.
Ci sono posti nelle nostre città nei quali non ci soffermiamo quasi mai.
Passiamo veloci senza “vedere” dove stiamo guardando.
Ci sono posti pieni di colore, di luce e di tantissimi particolari a volte talmente piccoli che stentiamo a distinguerli.

Questo è quello che ho trovato passeggiando nella mia città in un bel sabato mattina pieno di sole.

Buona Visione

www.sabinamurru.weebly.com

[Best_Wordpress_Gallery id=”28″ gal_title=”Micromondi ospitali – foto di Sabina Murru”]

Share

Leave a comment.