BLUE HACK
Share

In occasione del Coast Day 2019 e nell’ambito del progetto Maristanis per la gestione, valorizzazione e tutela delle zone umide costiere del golfo di Oristano e della Penisola del Sinis, la Fondazione MEDSEA promuove “Blue Hack”, una “maratona” di 48 ore finalizzata alla nascita di nuove idee progettuali e proposte imprenditoriali, sviluppate sui concetti fondanti della Blue Economy.

C’è tempo sino al 23 settembre per iscriversi a Blue Hack, l’hackathon della durata di due giorni, promosso dalla Fondazione MEDSEA e organizzato da Open Campus, nell’ambito dell’undicesima edizione del Coast Day, il 27 e il 28 settembre, presso il Centro Visite nel Comune di San Vero Milis (OR). Ai partecipanti sarà richiesto di ricercare soluzioni innovative per promuovere una strategia di crescita nei settori relativi al mare e alle zone costiere, secondo modalità di sostenibilità ambientale e con particolare attenzione alla promozione delle zone umide e costiere del Golfo di Oristano.

Temi e modalità. La sfida dovrà affrontare due tematiche specifiche: la plastica – la minaccia più devastante per l’ecosistema marino – e il settore nautico. I partecipanti, lavorando in team, saranno chiamati a rispondere alle seguenti domande:

Quali idee possono essere realizzate per limitare l’utilizzo della plastica e riprogettare nuove soluzioni per riciclare i rifiuti esistenti?

Quali proposte per creare modelli innovativi di business e promuovere così una mobilità più ecosostenibile sulle vie dell’acqua?

I partecipanti lavoreranno in team composti da 4/5 persone, e si dedicheranno alla definizione e allo sviluppo della propria idea. L’obiettivo è riuscire a realizzare un prototipo e un pitch da presentare in pubblico davanti alla giuria, al termine della seconda giornata di lavoro. I lavori dei gruppi verranno interrotti solo dai talk di approfondimento, i Blue Talk, veri e propri momenti di ispirazione per le squadre che avranno la possibilità di ricevere un’adeguata conoscenza delle tematiche della sfida, mediante gli interventi di esperti di settore. Al termine della seconda giornata, ogni gruppo avrà 5 minuti per presentare alla giuria il proprio progetto, che assegnerà il premio all’idea imprenditoriale che avrà centrato al meglio l’obiettivo della sfida.

Chi può partecipare: Le sfide sono aperte a quattro categorie: Accademici, Imprenditori, Tecnici e Creativi.

I premi: Le due migliori idee imprenditoriali si aggiudicheranno ognuna un premio di 1.500 euro, di cui uno messo in palio da Nieddittas, e i vincitori accederanno ad un percorso di validazione dall’idea al business model.

Iscrizioni aperte fino al 23 settembre, i posti disponibili sono 30. L’iscrizione è gratuita, ed è possibile registrarsi come gruppo o singolo partecipante: https://urly.it/32mkf

Il Coast Day compie 11 anni e rilancia la sfida per un uso sostenibile delle risorse costiere. Nato nel 2008 per promuovere la campagna sulla Gestione Integrata della Zona Costiera (GIZC), coordinato dall’agenzia PAP/RAC delle Nazioni Unite e promosso dal programma SMAP dell’Unione Europa e dal progetto METAP della Banca Mondiale, l’evento è finalizzato alla sensibilizzazione delle popolazioni dei paesi del Mediterraneo sul valore delle coste, sulla loro conservazione e tutela per uno sviluppo sostenibile.

Blue Hack è organizzato dalla Fondazione MEDSEA nell’ambito del progetto MARISTANIS e del Coast Day 2019, e sostenuto da MAVA Foundation, Fondazione di Sardegna e Sardegna Ricerche, in collaborazione con il Comune di San Vero Milis.

Share

Leave a comment.