Mare e Sardegna
Share

Musica, teatro e video per ripercorrere l’omonimo libro di D. H. Lawrence

Firma la regia Simeone Latini. Musiche originali di Fabio Furìa


La Sardegna vista con gli occhi di un viaggiatore europeo, che ha deciso di raccontarla: domenica 25 settembre alle 19 nel Teatro Massimo di Cagliari arriva “Mare & Sardegna. Racconti di un’isola tra musica, teatro e letteratura”, un’imperdibile produzione dell’associazione culturale Anton Stadler di Iglesias, per la regia di Simeone Latini.

Intrecciando musica, letteratura e video, lo spettacolo, realizzato con il contributo della Fondazione di Sardegna, ripercorre pagina dopo pagina l’omonimo libro di David Herbert Lawrence che nel 1921, insieme alla moglie Frieda, si avventurò per la Sardegna nel viaggio che, partendo dalla città capoluogo, lo portò a visitare anche i più nascosti anfratti dell’entroterra.

In “Mare & Sardegna” è la voce dell’attore e regista Simeone Latini a prendere per mano lo spettatore e guidarlo lungo lo stesso itinerario descritto con grande potenza evocativa dalla penna di Lawrence. Contemporaneamente, sul fondo del palco scorrono le immagini del video curato da Luca Sgualdini: spezzoni presi dal film “Cainà” (1922) di Gennaro Righelli, uno dei primi film di figura girato nell’isola, e video realizzati dallo stesso Sgualdini nella Sardegna di oggi. A fondersi con le immagini e le parole sarà la musica, scritta apposta per questo lavoro dal compositore Fabio Furìa, e suonata dal vivo dal suo Novafonic quartet, una formazione composta da musicisti d’eccezione, solisti e prime parti in importanti orchestre (Fabio Furìa al bandoneon, Gian Maria Melis, al violino, Marcello Melis al pianoforte, Giovanni Chiaramonte al contrabbasso).

Proprio nella musica sta la più grande ambizione di “Mare & Sardegna”: l’intenzione di Furìa non è quella di proporre musiche sarde ma suoni e musiche della Sardegna, consegnando alle note e a mezzi puramente musicali la funzione di proporre al pubblico suggestioni dei paesaggi dell’isola.
Un importante lavoro di ricerca poetico-narrativa e comunicativa che propone una visione dell’isola non dal punto di vista di un sardo, ma da quello di un turista colto e curioso che l’ha visitata, amata, vissuta sulla sua pelle e ha deciso di raccontarla. Un racconto di viaggio che è riuscito a tracciare l’essenza della Sardegna e della sua gente, restituendo al lettore tratti riconoscibili ancora oggi.

Mare & Sardegna nasce dalla volontà di mostrare un’isola che resiste allo scorrere del tempo, alle vessazioni esterne, ai tentativi di trasformazione che si sono succeduti – spiega il regista Simeone Latini – Lawrence mostra una Sardegna che è ancora. E lo “spirito del luogo” da lui individuato, nascosto in profondità nello sguardo dei suoi abitanti, è il medesimo che ancora oggi si può percepire, ad una osservazione attenta”.

Sulle musiche, racconta Fabio Furìa: “Sono il frutto di una ricerca rievocativa, volta a tradurre in suoni le caratteristiche, le suggestioni dei paesaggi e delle scene di vita tipiche della nostra isola. Dalla sonorità delle musiche si può cogliere l’asprezza dell’entroterra sardo, tagliente, arido e selvaggio, ma anche la dolcezza della generosa natura che contraddistingue la nostra terra. A fare da filtro nel percorso di analisi e sintesi che mi ha condotto alla “costruzione” delle musiche per questo spettacolo, sono le mie esperienze musicali, dalla classica, fino al tango e al jazz, di cui le mie composizioni sono fortemente intrise“.

Info e contatti

Il costo del biglietto è di 10 euro.

Prenotazioni: 070 2796620 oppure info@sardegnateatro.it.

Per informazioni: 342.5805156.

Pagina Facebook: Anton Stadler Iglesias.

Altre informazioni sulla produzione artistica

“Mare & Sardegna” è realizzato anche con il contributo di: Regione Autonoma della Sardegna- Assessorato alla Pubblica istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport; Comune di Cagliari- Assessorato alla Cultura.
In collaborazione con: Sardegna Endless Island; Sardegna Teatro; Società Umanitaria-Cineteca Sarda; Associazione Ic; Ordine degli ingegneri di Cagliari; Cerchi concentrici; Officine permanenti.

L’Associazione culturale Anton Stadler. E’ un organismo professionistico operante in campo musicale, artistico e culturale nel territorio del Sulcis Iglesiente.
Attiva da oltre 15 anni, è riconosciuta e sostenuta stabilmente dalla Regione Autonoma della Sardegna e dagli enti locali che, di volta in volta, ospitano gli spettacoli organizzati e distribuiti dall’associazione.
Fin dalla sua istituzione, nel 1998, la sua mission è la promozione e valorizzazione della musica in tutte le sue forme e generi. Ciò è reso possibile, da un lato, attraverso l’attività concertistica, l’organizzazione di importanti rassegne, e laboratori didattici; dall’altro, attraverso la produzione di spettacoli ideati dall’Associazione, distribuiti stabilmente nel territorio nazionale ed europeo.
L’ associazione ogni anno presenta al pubblico prestigiosi festival dedicati alla musica, nuove produzioni firmate “Anton Stadler”, spettacoli di compagnie ospiti ed importanti eventi musicali, contribuendo a creare un’offerta artistica e culturale di grande valore per l’intero territorio del Sulcis Iglesiente.
Guidata dal direttore artistico Fabio Furia, l’Associazione, nel corso della sua intensa attività, ha stretto importanti collaborazioni con Enti Pubblici, quali la Provincia di Carbonia Iglesias e i Comuni del territorio, nonché con le fondazioni e i teatri, come ad esempio la Fondazione Teatro Lirico di Cagliari ed il Teatro Centrale di Carbonia, riuscendo in tal modo a divenire un collettore strategico fra le realtà imprenditoriali locali, le organizzazioni no profit e le altre associazioni culturali.

 

Share

Leave a comment.