Share

28 novembre in scena al Teatro La Vetreria di Cagliari, “Il Virus che ti salva la vita” di Rossolevante
Sabato 28 novembre, alle 21.00, il palcoscenico del Teatro La Vetreria ospiterà la compagnia ogliastrina ROSSOLEVANTE con un nuovo spettacolo dal titolo Il virus che ti salva la vita, liberamente tratto dall’omonimo libro di Sabatino De Sanctis e Davide Scotti.
Protagonisti della pièce la coppia artistica e di vita formata da Juri Piroddi e Silvia Cattoi che, con emozione e ironia, offrono una galleria di personaggi ricca di spunti di riflessione sulla Salute e la Sicurezza sul lavoro.
L’intento è di modificare la visione generale della salute, bandendo manuali e formulari e concentrandosi sulle emozioni delle persone per prevenire gli incidenti sul lavoro.
Se credi di poter influenzare il cambiamento culturale di altri, lo devi fare prima di tutto “dentro” te stesso e declinarlo ogni giorno con azioni evidenti! Ne devi essere conquistato, lo devi far crescere dentro di te, lo devi vivere come una passione, gli devi dare vita e promuoverlo senza limiti e senza paure. Se avvertirai queste vibrazioni, saranno i tuoi occhi, il tuo sorriso e sopratutto le tue parole a rendere tutto questo possibile!

«Il Virus» Che Ti Salva La Vita dal «Libro che ti salva la vita» di Sabatino De Sanctis e Davide Scotti

di e con Silvia Cattoi e Juri Piroddi / collaborazione di Ennio Ruffolo / elaborazioni video di Andrea Anglani e Fabio Fiandrini / tecnica di Cinzia Piras e Antonio Sida / costumi di Francesca Pischedda

Liberamente tratto da “Il libro che ti salva la vita” (che è per il 50% una guida e per la restante metà una sorta di testo-testimonianza coinvolgente ed emozionante), «IL VIRUS – c.t.s.l.vita» è uno spettacolo teatrale che – mescolando parole, movimento, musica e video – vuole offrire, con emozione e ironia, una galleria ricca di spunti di riflessione sulla Salute e la Sicurezza. Lo spettacolo è suddiviso in capitoli e si struttura in due fasi distinte: una prima parte più propriamente “teatrale”, con situazioni, personaggi e video che mostrano l’assurdità dei nostri cliché comportamentali sul lavoro, sulle strade e nella vita quotidiana; i limiti, l’inerzia e l’apatia di fronte al cambiamento tipica dell’Italian Way of Life. Una seconda parte in cui, tolta di mezzo la “quarta parete”, il pubblico è chiamato a partecipare all’azione scenica attraverso domande e provocazioni tese a indurre un cambiamento nel modo di vedere e di fare le cose più semplici, quotidiane. Perché a volte siamo noi stessi a mettere in pericolo la nostra salute e la nostra sicurezza senza neanche rendercene conto. I troppi impegni, il poco tempo e la molta distrazione ci impediscono di prenderci cura di noi stessi e degli altri a casa, al lavoro, a scuola, alla guida.

Share

Leave a comment.