Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Mediterranea | November 14, 2018

Scroll to top

Top

No Commenti

Tour operator francesi e belgi alla scoperta dell’Emilia Romagna - Mediterranea

Tour operator francesi e belgi alla scoperta dell’Emilia Romagna
Redazione

L’offerta di vacanza dell’Emilia Romagna si presenta al mercato turistico francese e belga. L’iniziativa promozionale, realizzata da Apt Servizi Emilia Romagna, coinvolgerà 16 operator francesi e 4 belgi che parteciperanno – venerdì 2 dicembre Ridotto Teatro Regio di Parma – ad un workshop con 28 operatori turistici regionali, e, successivamente, a due educational tour (il 3 e 4 dicembre) alla scoperta del territorio.

I buyer arriveranno a Parma nel pomeriggio di giovedì 1 dicembre e prenderanno parte alla presentazione, da parte dei responsabili di Apt Servizi, della destinazione Emilia Romagna, seguita da una cena a base di eccellenze enogastronomiche regionali.

Il 2 dicembre, dopo il workshop che si svolgerà al Ridotto del Teatro Regio, i buyer saranno coinvolti in un tour guidato del centro storico di Parma prima di trasferirsi nella vicina Polesine Parmense, per visitare le cantine di stagionatura del Culatello di Zibello e partecipare ad una cena a base di prodotti locali.
Sabato 3 e domenica 4 dicembre i tour operator francesi e belgi si suddivideranno in due gruppi per partecipare ad altrettanti educational tour alla scoperta del territorio.

Il programma del primo eductour inizierà sabato 3 dicembre da Bologna, con una lezione pratica di cucina sulla pasta fatta in casa, seguita dal pranzo. Nel pomeriggio è prevista la visita guidata al centro storico di Bologna e la giornata si concluderà con una cena a base di prodotti tipici e intrattenimento musicale dal vivo in un’osteria del centro. Il tour si concluderà domenica mattina 4 dicembre a Ferrara, dove i tour operator visiteranno il centro storico Patrimonio Unesco.
Il secondo eductour, sabato 3 dicembre, prevede tappe a Baganzolino (Parma), in un caseificio di produzione di Parmigiano Reggiano, e a Castell’Arquato, in un’azienda vitivinicola dove si svolgerà il pranzo con una degustazione di prodotti tipici abbinata ai vini aziendali.

Nel pomeriggio, raggiunta Piacenza, gli ospiti saranno coinvolti in una visita guidata del centro storico seguita da una breve sosta per un aperitivo. L’eductour si concluderà, il giorno successivo, con la sosta e il pranzo in un agriturismo di Casalbarbato Fontanellato (Parma) dove, i tour operator francesi presenti saranno coinvolti in un corso di cucina del territorio.

Al workshop di Parma saranno presenti sei aziende del Parmense (Argante, Food Valley Travel & Leisure, Hotel Palace Maria Luigia, Maestro Travel Experience, Parma Incoming, INC Hotels Group Parma, Piacenza & Reggio Emilia); sei del Ravennate (Batani Select Hotels, Consorzio Wellness Valley-Romagna Benessere, Ias Tourist, Relais Villa Abbondanzi, Sol Nostrum Tourist, Terme di Riolo Bagni); cinque del Bolognese (Bologna Welcome, Hotel Cosmopolitan Bologna, Hotel Il Guercino, IF Imola Faenza Tourism Company, Ospitalità a Bologna); due del Forlivese (Borgo Condé Wine Resort, Romagna Fulltime); una di Reggio Emilia (Club di Prodotto Reggio Tricolore); due del Ferrarese (Club Village & Hotel Spiaggia Romea, Consorzio Visit Ferrara); quattro del Riminese (Firmatour, Food in Tour, Malatesta Viaggi, My Way Travel by Welcome Systems); due del Modenese (Modenatour, Terme della Salvarola e la Terra delle Rosse).

Con un buon livello di arrivi – nei primi nove mesi del 2016 sono stati 202.345 quelli dalla Francia (+0,5% rispetto all’anno precedente) e 76.266 dal Belgio (+6,2%) – l’Emilia Romagna è ben collegata da tratte aeree con questi due paesi. L’Aeroporto “Marconi” di Bologna, tutto l’anno, ha più voli giornalieri con Parigi e Lione a cui si aggiunge, nel periodo estivo, il volo da Bordeaux, mentre per quanto riguarda il Belgio lo scalo bolognese ha voli giornalieri con Bruxelles.

Invia un commento