Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Mediterranea | November 19, 2018

Scroll to top

Top

No Commenti

Terra Mobile comincia con l'omaggio al grande Sebastiao Salgado - Mediterranea

Terra Mobile comincia con l’omaggio al grande Sebastiao Salgado
Redazione

Il primo appuntamento è dedicato a Sebastiao Salgado: saranno a Cagliari David Rosier e Laurent Petigand, produttore e compositore della colonna sonora del documentario di Wim Wenders e Ribeiro Salgado “Il sale della terra”
Con una serata-omaggio al grande fotografo brasiliano Sebastiao Salgado domani, mercoledì 23 settembre, nel quartiere cagliaritano di Sant’Elia, sarà inaugurato il progetto Terre Mobili, ideato per festeggiare lo spazio urbano attraverso progetti di contaminazione con la cultura rurale.
L’appuntamento, intitolato Il sale della terra, prenderà il via alle 18 nel Lazzaretto con l’incontro, moderato dal giornalista Sergio Benoni, che vedrà protagonisti David Rosier – produttore e co-ideatore del magnifico documentario Il sale della terra, realizzato da Wim Wenders e da Ribeiro, figlio di Sebastiao Salgado- e con Laurent Petigand, autore della colonna sonora del film. Alle 19.30 Petigand sarà protagonista dell’atteso concerto in programma nella piazza Lungomare Sant’Elia, mentre alle 21.30 il film Il Sale della Terra (Francia, 2014, b/n, 110 minuti) sarà proiettato nel Lazzaretto.

L’intensa serata sarà preceduta la mattina (ore 8) dall’Arte del camminare, itinerario per celebrare l’equinozio d’autunno a cura di Alessandro Nonnoi, con partenza dall’hotel Calamosca verso il Colle di Sant’Elia.

Terra Mobile, progetto inserito all’interno dell’asse tematica Passaggi e legami di Cagliari 2015 Capitale italiana della cultura, è ideato da un partenariato di associazioni culturali (Carovana SMI, Progetto Barega, Sustanaible Happiness, Progetto contemporaneo, Cherinus, L’Aquilone di Viviana) e sino a dicembre proporrà, in diversi spazi cittadini, arti performative, installazioni, musica, proiezioni, dibattiti e laboratori sensoriali.

Invia un commento