Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Mediterranea | December 16, 2018

Scroll to top

Top

No Commenti

Teatro T.Off presenta "SULLE ORME" Il Mediterraneo, Il Corpo, Il Viaggio - Mediterranea

Teatro T.Off presenta “SULLE ORME” Il Mediterraneo, Il Corpo, Il Viaggio
Redazione

Progetto interdisciplinare di danza, teatro, musica e poesia, direzione artistica di Simonetta Pusceddu
quando: 28 ottobre > 26 novembre 2015
dove: Teatro Si ‘e Boi – Selargius

 

Eventi in programma

La ballata di Filomena – II episodio

28 ottobre – matinée per le scuole ore 11,30 – Teatro Si ‘e Boi

29 ottobre – ore 20,30 – Teatro Si ‘e Boi

30 ottobre – ore 20,30 – T.Off (Cagliari)

Ideazione Coreografia, interprete, danzatrice: Lucrezia Maimone

Regia: Anthony Mathieu

Produzione Tersicorea in partenariato con Zerogrammi (Torino)

***

La zattera di pietra – La balsa de piedra

13 novembre – matinèe per le scuole ore 11,30 – Teatro Si e’ Boi

13 novembre – serale ore 20,30 – Teatro Si e’ Boi

15 novembre – serale ore 19,00 – Teatro T.Off (Cagliari)

Ideazione regia coreografia drammaturgia: Anthony Mathieu e Simonetta Pusceddu

Interpreti acrobati e danzatori: Álvaro Sebastian Perez Sobrado, Damien Camunez, Elisabetta Valci Mazzara, Irene Fernández-Arévalo Díaz, Jorge Mendez Gonzalez, Lucrezia Maria Maimone

Co-produzione Italia-Spagna-Italia e Tersicorea in partenariato con Zerogrammi (Torino)

***

Don Quijote

26 novembre – ore 20,30 – Teatro Si ‘e Boi

un progetto di Stefano Mazzotta

Produzione: Zerogrammi (Torino)

in partenariato con Tersicorea

***
Tra gli ex-luoghi dell’archeologia industriale riparte da ottobre a novembre 2015 il viaggio multidisciplinare tra danza, teatro, musica e poesia con i progetti della giovane danza d’autore e le residenze artistiche, organizzato da Tersicorea

"SULLE ORME" Il Mediterraneo, Il Corpo, Il Viaggio

“SULLE ORME”
Il Mediterraneo, Il Corpo, Il Viaggio

La difficoltà dell’esistenza, la ricerca della libertà perduta, l’indagine nel paesaggio interiore, il distacco, il senso di isolamento, la deriva umana, esistenziale. Dramma e ironia si fondono negli spazi teatrali (non convenzionali) di ricerca della seconda parte della rassegna “Sulle Orme – Il Mediterraneo, Il Corpo, Il Viaggio“, il percorso interdisciplinare tra danza, teatro, musica e poesia, concepito dall’associazione Tersicorea. Un viaggio fantastico tra arte e coreutica, dove tutto è sospeso, il silenzio è ricco di potenzialità, e l’invisibile è reso visibile.

Orme che segnano un passaggio, accostate con pazienza e meticolosità, impresse, fisse, leggere, testimonianza di una presenza, un cammino, tra i luoghi dell’architettura e le sue forme. Passi che uno dietro l’altro, attraverso l’arte, creano e stimolano un dialogo culturale costante tra corpo e ambiente e restituiscono agli spazi urbani periferici una nuova identità collettiva, da consegnare alle nuove generazioni.

Dopo la prima parte conclusasi a giugno, la rassegna prosegue in autunno dal 28 ottobre al 26 novembre con altri tre appuntamenti, portando avanti l’esplorazione dei linguaggi artistici tra gli ex-luoghi dell’hinterland cagliaritano, scrigni preziosi ricchi di tradizioni e testimoni di una identità storica, oggi rinati come spazi culturali. Ex-luoghi identificati per ciò che furono, come ex-vetreria, ex-officina, ex-distilleria, e oggi ripensati in nuovi progetti al servizio dell’arte e dei cittadini.

L’antica ex Grande Distilleria a Vapore di Selargius, nata nei primi del ‘900 e oggi monumento di archeologia industriale, caratterizzata in quegli anni per la sua grande forza propulsiva nel mercato nazionale, assume nuove sembianze nel Teatro Si ‘e Boi” (dal nome dei proprietari dello stabilimento vinicolo) e prosegue la sua attività di impresa attiva e operosa, ma con le vecchie botti ora ricche di nuovi contenuti e molta creatività. Si svolgeranno lì infatti le residenze artistiche che sfoceranno negli ultimi tre spettacoli che chiuderanno questo straordinario viaggio multidisciplinare al centro del Mediterraneo, in un dialogo intergenerazionale tra gli interpreti dell’arte contemporanea. Residenze artistiche e rurali in forma di “cantiere”, di cui Tersicorea è promotrice in Sardegna e sostenitrice sin dal 1996.

<<Il passato dimenticato si rianima attraverso la luce del “corpo” e delle diverse forme espressive – spiega Simonetta Pusceddu, direttrice artistica – La rassegna si è sviluppata attraverso il rapporto fra arte e patrimonio culturale del nostro territorio, in un’ottica di evoluzione della città. Rimescolio delle arti, contaminazione, abbattimento delle frontiere disciplinari, linguaggi che si mischiano tra loro: una vera e propria vetrina “coreutica” per giovani artisti indipendenti, influenzati dalle nuove tendenze ed avanguardie che abbracciano anche più d’una esperienza d’oltre confine>>.

Programma

Il 28 ottobre la prima tappa con il viaggio onirico tra fiaba e realtà de “La Ballata di Filomena – II episodio“, un piccolo poema leggendario ideato e coreografato dall’interprete e danzatrice Lucrezia Maimone che aprirà questa seconda parte della rassegna nel matinée per le scuole alle 11,30 al Teatro Si ‘e Boi, a cura del Cedac – Circuito Multidisciplinare Sardegna e Asmed Balletto di Sardegna.

Il 29 ottobre invece ingresso serale sempre al Teatro Si ‘e Boi (Selargius) alle 20,30 e il 30 ottobrereplica al T.Off di Cagliari alle ore 19,00, a cura di Tersicorea T.Off. Regia e disegno luci di Anthony Mathieu, make-up artist di Federica Liseni.

Uno spettacolo di danza, letteratura e poesia che esplora le possibilità poetiche della danza contemporanea, del circo e del teatro gestuale, e trova ispirazione nel teatro dell’assurdo, capace di suscitare il sorriso, nonostante il dramma che il personaggio vive. Tra linguaggio illogico, ridicolo nel discorso e il fantastico nel comportamento, Filomena va alla ricerca della verità in ciò che appare inverosimile. Un ballata intima, dedicata a tutti coloro a cui costa respirare.

Il 13 novembreLa zattera di pietraLa balsa de piedra“, l’opera teatrale in due atti del collettivo interculturale La Balsa. Ideazione, regia, coreografia e drammaturgia di Anthony Mathieu e Simonetta Pusceddu. Primo appuntamento nel matinée per le scuole al Teatro Si ‘e Boi, a cura del Cedac – Circuito Regionale Multidisciplinare Sardegna. Sempre il 13 novembre al Teatro Si ‘e Boi e in replica il 15 novembre alle ore 19,00 al T.Off (Cagliari), a cura di Tersicorea.

Un’opera teatrale che assembla i linguaggi della danza, del teatro fisico, dell’arte circense e della musica, che, ispirandosi al celebre romanzo omonimo di Josè Saramago, narra di una incredibile e avventurosa navigazione. In un clima di sospesa magia, tra eventi miracolosi e oscuri presagi, emerge la condizione umana e il dramma esistenziale dei personaggi il cui lungo peregrinare alla deriva descrive il percorso umano e la ricerca di realizzazione dei propri obiettivi attraverso l’amore, l’amicizia, le relazioni, i sogni, e l’inevitabile ciclo della vita. Interpreti acrobati e danzatori: Álvaro Sebastian Perez Sobrado, Damien Camunez, Elisabetta Valci Mazzara, Irene Fernández-Arévalo Díaz, Jorge Mendez Gonzalez, Lucrezia Maria Maimone. Una Co-produzione Italia Spagna e Francia: TersicoreaT.Off – Cagliari – Escuela Internacional de Circo y Teatro Cau – Granada Théatre Crac: fabrique de mensonges – Nimes. Il collettivo è composto da artisti diplomati alla Escuela Internacional de Circo y Teatro CAU di Granada, provenienti da culture e da paesi diversi e da accademie e scuole professionali disseminate in Europa. In azione a Cagliari da due anni per svolgere la residenza artistica di creazione e per porre le basi di un percorso lavorativo condiviso, concepito per lo sviluppo e l’apertura della Sardegna verso l’arte performativa in Europa e oltre.

Il 26 novembre chiude la rassegna “Don Quijote“, progetto di Stefano Mazzotta, fondatore (con Emanuele Sciannamea) e coreografo della compagnia Zerogrammi di Torino, con il sostegno di Regione Piemonte, MIBACT, in co-produzione con Tersicorea. Esito scenico finale del laboratorio intensivo di dodici giorni nell’attività di residenza artistica, rivolto ai giovani allievi attori e danzatori provenienti dall’ambito della danza, teatro, acrobatica. Un’occasione di studio e confronto con le tecniche e le poetiche della compagnia torinese. Restituire alla danza la leggerezza di un linguaggio diretto, colorato, delicato. Azioni necessarie dettate da chiare urgenze drammaturgiche, in forma di poesia, illogiche, irregolari, tra caos e ordine, confusione e struttura. Attraverso l’incontro e lo scambio di competenze tra artisti intorno alle tematiche narrate si svilupperanno i temi centrali dell’opera Don Quijote.Collaborazione all’allestimento: Chiara Guglielmi.

Le residenze artistiche dell’associazione Tersicorea

Concepite come luogo rigenerante, e di opportunità di sviluppo professionale per artisti del mondo, favoriscono da quasi vent’anni incontri tra artisti provenienti da culture e da paesi diversi, laddove non esistono possibilità di fruizione culturale. Occasioni di confronto e di scambio di idee, sperimentazione, ricerca, dove tutti possano condividere la percezione dell’arte inserita in un contesto di quotidianità, ma anche esperienze ed emozioni, in luoghi non convenzionali e legati alla tradizione popolare. Qui il linguaggio dell’arte della danza si fa strumento efficace di grande comunicazione, fra teatro fisico, danza acrobatica, manipolazione di oggetti, musica teatro, arti visive, letteratura, poesia. Spazi in cui il rituale che trasforma l’evento teatrale in una esperienza si fa autentico, e nutre, crea le condizioni per rendere possibile la percezione dell’invisibile che permea e anima il nostro ordinario.

“Sulle orme” è organizzata con il contributo di Regione Sardegna (L.R. 22/01/1990 n. 1, art. 56 e successive integrazioni); Comune di Selargius – Assessorato alle Politiche Culturali Turistiche. In partenariato con: Ce.D.A.C Sardegna Circuito Regionale Multidisciplinare Sardegna; Associazione culturale Med’Arte – Granada, Spagna; Associazione Collectif La Basse Cour per la compagnia Théatre Crac: fabrique de mensonges – Nimes, Francia; Associazione/Compagnia Zerogrammi – Torino; Associazione/Compagnia “Asmed” Associazione Sarda Musica e Danza – Cagliari.

Biglietti:

INTERO: 6 euro per ciascun spettacolo

RIDOTTO:  5 euro *Hanno diritto a biglietto ridotto gli over 60

3 euro *Per chi prenota i tre spettacoli (29 ottobre La ballata di Filomena – 13 novembre La balsa de piedra – 26 novembre Don Quijote) e per gli operatori

Info e prenotazioni: Tel. 070/275304 – 328/9208242 e-mail: tersicoreat.off@tiscali.it

Invia un commento