Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Mediterranea | December 18, 2018

Scroll to top

Top

Abbinamento Archivi - Mediterranea

Vigna Cicogna Greco di Tufo Docg 2015 di Benito Ferrara

La famiglia di Benito Ferrara è dedita alla viticultura dagli inizi del ‘900 e la sua cantina si trova a San Paolo, una frazione di Tufo, proprio l’area da dove proviene il Vigna Cicogna.

Continua

Radici Taurasi Docg 2010 delle Cantine Mastroberardino

Mastroberardino è sinonimo di enologia campana nel mondo, merito conquistato dall’esistenza di questa cantina dalla prima metà del ‘700 col lavoro costante di ben dieci generazioni. Una cantina che non ha quindi bisogno di presentazioni e che, indipendentemente da dove oggi lo Spirito del Taurasi e la sua più genuina interpretazione risiedano, è stata il motore della ripresa economica irpina ed il baluardo alla salvaguardia dei più nobili vitigni di questa terra splendida e generosa.

Continua

È Iss Tintore Prephilloxera Igt Campania 2014 di Tenuta San Francesco

È Iss viene vinificato col Tintore, tra i vitigni più rappresentativi della vasta provincia di Salerno e proveniente da ceppi vetusti prefillosserici impiantati nei terreni del comune di Tramonti sulle alture dei Monti Lattari, a cavallo tra l’Agro Sarnese Nocerino e la Costiera Amalfitana; i terreni di questo versante sono a prevalenza calcareo argillosa con sedimentazioni vulcaniche che consentono, grazie al clima con inverni per niente rigidi ed estati … Continua

Abissi Metodo Classico Doc Portofino 2014 di Bisson

Al solo guardare una bottiglia di Abissi Metodo Classico non si può non immaginare alla profonda e millenaria relazione tra il Vino e il Mare senza che il pensiero ci proietti là dove la luce non osa squarciare il velo di oscurità che inghiotte i fondali marini su cui giacciono dormienti gli antichi vascelli che ad ogni era della storia della navigazione hanno solcato il Mediterraneo trasportando interi carichi di … Continua

La Soppressata di Gioi tra Storia, Produzione ed Abbinamento

La piccola cittadina di Gioi è incastonata nel cuore del Parco Nazionale del Cilento e del Vallo di Diano nella media valle dell’Alento ad un’altitudine che sfiora i 700 metri sul livello del mare e fa parte della comunità montana del Monte Gelbison e Monte Cervati; ubicata sul costone roccioso di una collina dalla quale è visibile la Catena Serra, Gioi si affaccia su due burroni i cui fondi valle si ricongiungono presso la pianura della Selva dei Santi ed è attraversata dai torrenti Fiumicello e Fosso.

Continua

Carmen Metodo Classico Brut Irpinia Doc 2013 di Bellaria

Appena tuffato il naso nel calice e lo si assaggia sembra di essere di fronte alla bottiglia di Greco di Tufo di punta della casa ma con una marcia in più: immersa nei lieviti e con la gioia e l’eleganza danzante delle bollicine Carmen è un metodo classico brioso e complesso, come una danzatrice di flamenco, frutto della spumantizzazione di un Greco che va ancor più “Oltre”. Continua

Vaggiolata Chianti Classico Docg 2012 di Saverio Basagni

Non è il solito Chianti scontato e prevedibile ma sicuramente un’espressione territoriale di tutto rispetto quella che Saverio Basagni, viticultore biologico, interpreta a Monterotondo col suo lavoro certosino. Continua

La nuova veste in rosa delle cantine Lunarossa Vini e Passione

È del 2017 la nuova versione del Costacielo rosato delle cantine Lunarossa Vini e Passione prossimamente in uscita sul mercato. Continua

Manfredi Igt Paestum 2012 di Tenute del Fasanella

Le terre di origine del Manfredi, attraversate dal fiume Auso e dal fiume Fasanella, sono abitate da tempi remoti ed hanno dimostrato nel tempo di avere grande vocazionalità per la viticultura; qui ai piedi del massiccio degli Alburni gli antichi abitanti della Colchide decisero di stanziarsi dopo un lungo viaggio, avviando le pratiche dell’agricoltura, della pastorizia e del commercio, in un territorio che dal Mar Tirreno al Vallo di Diano ha da sempre costituito un passaggio fino al Mar Jonio. Memori del fiume lasciato alle spalle nelle terre di origine e sorpreso di trovare anche in questi luoghi i fagiani battezzarono il fiume col nome Phasis, fondando dunque Fasanella, erigendo cinte murarie e ponendo una stele dedicata ad Antece, divinità guerriera, a difesa della città contro le popolazioni lucane. Continua

Dinavolo 2009 della Cantina Denavolo

Il Dinavolo è frutto di un blend che vede il 25% di Ortrugo, il 25% di Malvasia di Candia, il 25% di Marsanne ed altre piccole quote di vitigni autoctoni a completamento. Le uve provengono dalla Val Di Trebbia, precisamente dal piccolo borgo di Denavolo che ha dato il nome alla cantina, fondata ed egregiamente gestita dall’enologo Giulio Armani. Continua