Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Mediterranea | November 14, 2018

Scroll to top

Top

No Commenti

Stasera "Approdi" prosegue con "Disigiu" - Mediterranea

Redazione
Manifesto di Disìgiu

Manifesto di Disìgiu

Un rito collettivo aperto a tutti per celebrare i desideri raccolti nel quartiere cagliaritano di Sant’Elia e quelli che ciascuno ha nel suo cuore. Stasera (sabato 26 novembre) alle 18 nel Lazzaretto di Sant’Elia (Ca), per “Approdi – Festa d’arte e comunità” arriva Disigiu, l’ultimo atto di un progetto di arte partecipata sul coraggio di desiderare, partito nelle scorse settimane tra gli abitati del quartiere.

Ideato dall’artista visiva Roberta Puddu, e inserito nella rete Finestate festival di cui l’associazione Carovana Smi, organizzatrice di Approdi fa parte, Disigiu ha raccolto i desideri dei residenti di Sant’Elia attraverso numerose interviste video e audio. Nel rito di oggi questi sogni, insieme a quelli di chiunque voglia partecipare, saranno inseriti in palloncini biodegradabili che verranno lasciati al cielo. Nei luoghi in cui cadranno, verranno poi raccolti e chi leggerà il messaggio sarà invitato a comunicarlo e a connettersi nella ricerca universale della felicità.

Disigiu è una performance che si costruisce da un’azione dell’artista, che diventa una sorta di enciclopedica di desideri raccolti nelle testimonianze del quartiere Sant’Elia. Per gli organizzatori la performance è “un atto politico che vede come protagonisti i cittadini, in un dialogo tra luoghi e abitanti di tutta la città. Sant’Elia fuori da Sant’Elia che testimonia la forza e la speranza collocata nel desiderare. Un dialogo che unifica e rende tutti uguali”.

Inserito nel modulo La scuola CreAttiva, di Approdi, Disigiu è sostenuto dall’associazione ProHelvetia.

Info

Email: carovana.smi@gmail.com

Cell. 339 3537727

Approdi si inserisce nell’ambito del festival pluriennale “Mare di danza – l’arte del vivere in viaggio” e nel progetto di cooperazione internazionale “Silence in the dance landscape” per la promozione della danza interdisciplinare e la coesione sociale, selezionata e finanziata dal MIBACT con un progetto triennale 2015/2017, di cui Carovana SMI è capofila, insieme all’associazione Cenci CasaLab e alle compagnie Tecnologia Filosofica, Fosca, Sign Dance Collective, che partecipano al programma di Approdi.

Approdi è sostenuta, tra gli altri, da: MIBACT, REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA, COMUNE DI CAGLIARI.

Carovana Smi è partner del progetto “10 nodi – festival d’autunno”.

Invia un commento