Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Mediterranea | November 16, 2018

Scroll to top

Top

No Commenti

“Srebrenica La giustizia negata”. Un reportage nel buco nero del dopoguerra in Bosnia - Mediterranea

Redazione

Alla presentazione del libro intervengono gli autori Luca Leone e Riccardo Noury. Dal domani fino al primo ottobre appuntamenti a Sassari, Cagliari, Nuoro e OlbiaSrebrenica, Bosnia Erzegovina, 11 luglio 1995: oltre diecimila maschi tra i 12 e i 76 anni vengono catturati, torturati, uccisi e inumati in fosse di massa. Stesso destino hanno alcune giovani donne abusate dalla soldataglia. Le vittime sono bosniaci musulmani, da oltre tre anni assediati dalle forze ultranazionaliste serbo-bosniache agli ordini di Ratko Mladić e dai paramilitari serbi. presentazione libro Quattro lustri dopo, rimane un profondo senso di ingiustizia e di impotenza nei sopravvissuti e un pericoloso messaggio di impunità per i carnefici di allora, in buona parte ancora a piede libero e considerati da alcuni persino degli “eroi”.

“Srebrenica. La giustizia negata” (Infinito Edizioni) è un reportage nel buco nero della guerra e del dopoguerra bosniaco, e nel vuoto totale di giustizia che ha seguito il genocidio di Srebrenica, una delle pagine più nere della storia europea del Novecento e sicuramente la peggiore dalla fine della seconda guerra mondiale.

Dal 28 settembre al 1 ottobre il libro sarà presentato in Sardegna in una serie di incontri con gli autori Luca Leone, giornalista, e Riccardo Noury, portavoce di Amnesty International Italia. Il ciclo di presentazioni toccherà Sassari, Cagliari, Nuoro e Olbia.

L’evento è organizzato dalla Circoscrizione Sardegna di Amnesty International insieme ai gruppi locali di Cagliari, Olbia e Sassari.

IL CALENDARIO

Lunedì 28 settembre – Sassari. Il primo appuntamento si terrà all’Università di Sassari nell’aula Eleonora d’Arborea (Università Centrale, piazza Università) a partire dalle 17.30. Oltre agli autori Luca Leone e Riccardo Noury interverranno Paolo Fois e Alberto Merler dell’Università di Sassari.  Moderatore Andrea Vargiu.

Martedì 29 settembre – Cagliari. Seconda data a Cagliari alle 18:00 nella Libreria Feltrinelli di via Paoli. Interverrà l’associazione Genti de Mesu.

Mercoledì 30 settembre – Cagliari. Mercoledì mattina terza tappa ancora a Cagliari per un incontro con gli studenti  del Convitto Nazionale (sede di via Vesalio).

Mercoledì 30 settembre – Nuoro. Mercoledì sera ci si sposta a Nuoro, dalle 18.30 nella Biblioteca Sebastiano Satta.

Giovedì 1 ottobre – Olbia. Giovedì mattina incontro gli studenti dell’Istituto ITCG Deffenu in via Vicenza.

Giovedì 1 ottobre – Sassari. Il ciclo di presentazioni si concluderà giovedì sera a Sassari, a partire dalle 19.30 al Vecchio Mulino in via Frigaglia 15. Dialogherà con gli autori anche Massimo Ragnedda, docente alla Northumbria University (Newcastle).

IL LIBRO:

SREBRENICA. LA GIUSTIZIA NEGATA

di Luca Leone

e Riccardo Noury

Prefazione di Moni Ovadia

Introduzione di Irfanka Pašagić

Con un contributo di Miralem Pjanić

Postfazione di Silvio Ziliotto

“Lo sconvolgente volume di Riccardo Noury e Luca Leone Srebrenica. La giustizia negata, ci mostra che la comunità internazionale e le vaste maggioranze delle nostre società, sono segnate da un tragico fallimento perché se i sopravvissuti al genocidio di Srebrenica e i familiari dei trucidati, delle donne stuprate, dei torturati e fatti a pezzi, non trovano giustizia e pace a distanza di vent’anni e se atrocità di simile portata si sono prodotte nelle terre della ex Jugoslavia che conobbe nelle sue forme più brutali la ferocia dei nazisti e dei fascisti, ci troviamo di fronte alla bancarotta morale dell’intero Occidente in primis, in particolare dell’Europa comunitaria pavida e opportunista, nonché dell’Onu, imbelle e impotente”. (Moni Ovadia)

“Luca Leone e Riccardo Noury sanno quanto sia importane raccontare ciò che è stato fatto a Srebrenica e quanto sia vitale che anche gli altri, più persone possibile, sentano e facciano qualcosa affinché finalmente avvenga quello che le Donne di Srebrenica da anni chiedono durante le loro proteste non violente, che si svolgono l’11 di ogni mese a Tuzla: ‘Noi vogliamo verità e giustizia, e vogliamo condanne per i criminali’”. (Irfanka Pašagić)

“Il popolo bosniaco va accompagnato e aiutato verso quell’Europa che qui ha dimenticato a lungo le sue carte dei diritti e da qui deve ripartire in un cammino, arduo ma possibile, di pace e giustizia”. (Silvio Ziliotto)

“I bosniaci hanno un cuore grande e meritano un futuro positivo. Spero davvero che andrà sempre meglio. Io continuerò a fare il massimo per aiutare il mio Paese”. (Miralem Pjanić)

 GLI AUTORI 

Luca Leone (Albano Laziale, 1970), giornalista professionista e saggista, è laureato in Scienze politiche. È direttore editoriale e co-fondatore della casa editrice Infinito edizioni. Ha scritto e scrive per molte te­state. Ha firmato, tra gli altri, per Infinito edizioni: Srebrenica. I giorni della vergogna, (2005-2011);Bosnia Express (2010); Saluti da Sarajevo (2011); I bastardi di Sarajevo (2014).

Riccardo Noury è il portavoce di Amnesty International Italia, organizzazione non governativa per i diritti umani di cui fa parte dal 1980. Ha curato Non sopportiamo la tortura (Rizzoli Libri Illustrati, 2001), Poesie da Guantánamo (Edizioni Gruppo Abele, 2007) ed è stato coautore di Un errore capitale (Edizioni Cultura della Pace, 1999). Blogger per Il Corriere della Sera, Il Fatto Quotidiano e Articolo 21. Zemaniano.

www.infinitoedizioni.it

Invia un commento