Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Mediterranea | October 17, 2017

Scroll to top

Top

No Commenti

Si è conclusa con grande successo la Fiera enogastronomica Golositalia 2017

Si è conclusa con grande successo la Fiera enogastronomica Golositalia 2017
Carmen Bilotta
Share

Si è conclusa martedì 28 febbraio a Montichiari (Bs), la nona edizione di Golositalia&Aliment e ancora non si è spenta l’eco di questa kermesse che unisce il meglio dei prodotti del territorio alle ultime novità tecnologiche.
Nata dal sodalizio tra Golositalia Alimenti & Attrezzature, la fiera anche quest anno ha attirato professionisti non solo dall’Italia, ma anche dall’estero.
L’edizione 2017 si è rivelata particolarmente ricca di appuntamenti, densa di incontri, eventi e laboratori in cui ad andare in scena sono state le eccellenze enogastronomiche italiane, i prodotti gastronomici provenienti da altre nazioni e i nuovi regimi alimentari.
Grande spazio è stato riservato al tema della cucina naturale, con una ricca selezione di prodotti dedicati a chi ama una cucina leggera, attenta alla salute e alle intolleranze, dove il cibo è un valido alleato nella ricerca del benessere.

Particolarmente ricco il calendario di eventi, tra corsi di cucina, convegni, seminari e dimostrazioni rivolti sia all’operatore del settore che vuole aggiornarsi, sia all’appassionato che intende mettersi alla prova. Molto varie le tematiche affrontate: dai corsi di pasticceria pensati per i più golosi ma con lo sguardo rivolto alla salute, a quelli dove scoprire nuove ricette per chi convive con intolleranze o allergie; dalla cucina con le spezie ai consigli per avviare un bar o un’altra attività nel campo dell’enogastronomia, dai corsi per usare nuovi gestionali alle Master Class con sommelier e degustatori.
Ottimo il riscontro del pubblico con un’affluenza che è stata significativa a partire dal giorno dell’inaugurazione, sabato 25 febbraio.

Oltre l’agenda degli incontri, i visitatori hanno trovato, come ogni anno, una ricca esposizione che da sempre costituisce il cuore pulsante della fiera: 640 le aziende presenti e suddivise in 6 grandi aree tematiche: food, wine, beer, professional technology, restaurant e area bio&vegan
Da sempre legata a doppio filo con il mondo produttivo, l’esposizione ha potuto contare soprattutto sull’offerta delle eccellenze locali del territorio nazionale e numerosi sono stati, infatti, i prodotti in degustazione: dalle carni ai salumi, dai pani ai dolci, passando per i i latticini, le conserve, la frutta e infine il cioccolato, i vini, la birra e tutto ciò che fa del marchio Made in Italy un sinonimo di qualità nel panorama internazionale.

Un’esposizione completa e variegata di prodotti, macchinari, attrezzature per l’agricoltura e la ristorazione, tecnologie e servizi per le imprese. Un’occasione per gli imprenditori e le aziende, attraverso cui penetrare in nuovi mercati, sviluppare nuove reti commerciali, consolidare la propria impresa e raggiungere nuovi target.
Ogni incontro, seminario o corso di degustazione si è rivelato una proficua occasione di discussione e divulgazione con i padiglioni sempre gremiti di ospiti vista l’importanza e l’attualità dei temi trattati come del resto la qualità con cui questi sono stati condotti e dibattuti. Un’occasione unica per poter conoscere meglio le materie prime e le tecniche migliori per esaltare i sapori e le proprietà benefiche degli alimenti. Tanti, gli appuntamenti rivolti ai professionisti del settore e ai privati che hanno così potuto conoscere le nuove tecniche di cucina, aggiornare e implementare le proprie conoscenze.
Diversi anche i temi affrontati e i focus, tutti incentrati, dicevamo, attorno al binomio cibo e salute, dieta equilibrata e gusto, stile di vita e nutrizione. Numerosi i seminari: dai prodotti tipici della Lombardia, alla cucina preventiva e gluten free, e ancora corsi di pasticceria vegana e salutistica, senza dimenticare i corsi sull’uso degli avanzi in cucina e delle spezie.

Presenti oltre ad artigiani, imprenditori, barman e produttori, anche gli Chef. Tra questi grande interesse ha suscitato il celebre Top Pastry Chef tedesco Ernst Knam, volto noto del canale televisivo Real Time, che reduce dai successi della fortunata trasmissione Bake Off Italia, oltre a tenere un corso sulla decorazione dell’uovo pasquale per 20 fortunati allievi, domenica 26 febbraio si è cimentato nei suoi celebri cioccolatini, questa volta ispirati alle opere di Paul Jackson Pollock, coinvolgendo il pubblico in una sorprendente dimostrazione attraverso cui la tradizione del cioccolato si è combinata con ingredienti particolari, dando vita a un connubio futuristico e innovativo.

Importante e determinante per la buona riuscita della fiera la location in cui si è svolta: il Centro Fiera del Garda, situato tra il lago di Iseo e il lago di Garda, sede di importanti aree turistiche ad alta densità di abitanti ed esercizi commerciali e che quest anno ha potuto contare su di un nuovo spazio, l’Arena Eventi, dedicato e adibito a cooking show e talk show, che hanno visto alternarsi cuochi, pasticceri e bartender i quali hanno offerto spettacolo e formazione professionale, mentre presso gli altri padiglioni i visitatori continuavano indisturbati a degustare ed acquistare prodotti provenienti da ogni parte d’Italia e dai vari paesi del mondo, come ad esempio, le ostriche francesi o i salumi di Patanegra, le acciughe del Cantabrico o le mostarde olandesi.

Golositalia, ancora una volta, si è confermata, dunque un’occasione unica per acquistare prodotti difficilmente reperibili, sia per il visitatore comune che per gli operatori del settore.

Share

Invia un commento

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *