Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Mediterranea | November 14, 2018

Scroll to top

Top

No Commenti

Reportage Festival Internazionale del giornalismo di Perugia 2012 - Mediterranea

Reportage Festival Internazionale del giornalismo di Perugia 2012
Ines Macchiarola

Perugia (ITALIA)

Diritto all’anonimato, fenomeno Wikileaks, la figura del Whistleblowing, Globaleaks, il software di navigazione in incognita sono stati i temi dedicati al panel, ‘Documenti anonimi come fonte: una sfida giornalistica’, svoltosi presso ‘Sala Baldeschi’ di Palazzo Bonucci, durante il caldo pomeriggio di venerdì 27 aprile in occasione della kermesse perugina, ‘il Festival Internazionale del Giornalismo’.

Luca Di Biase, Presidente della Fondazione Ahref, esperto di nuovi media, giornalista, ed ex direttore di Nova 24, ha aperto il panel presentando in ordine di apparizione il primo argomento trattato da Alessandro Ridolfi dell’Università degli Studi di Milano: il diritto all’anonimato in Italia, e la mancanza di tutela giuridica della figura del Whistleblowing, ovvero quel soggetto che ‘denuncia pubblicamente o riferisce alle autorità attività illecite o fraudolente all’interno del governo, di un’organizzazione pubblica o privata o di un’azienda (Wikipedia), figura che al contrario in America tende ad essere premiata anche a livello economico.

La privacy, l’importanza di garantirla per le fonti anonime e per i Whistleblowing, la sua centralità nel portare alla luce la corruzione sono stati i temi trattati dal giornalista investigativo islandese, Kristinn Hrafnsson, per due anni frontman di Wikileaks. Gli argomenti diventano accesi e vivi quando Arturo Filastò, preparatissimo programmatore freelance, presenta ‘Globaleaks’, un sistema Tor di navigazione in incognito, primo framework open-source di denuncia, che si propone di mantenere il completo anonimato di chi lo usa.

“Quello che suscita interesse è acquisire i dati, interesse dichiarato per Wikileaks, al contrario i Whistleblowing, definiti quasi degli eroi, pagano in prima persona e pesantemente per i dati che hanno prodotto, e la Trasparenza è troppo importante per lasciarla agli ‘eroi’ – afferma infine Guido Romeo giornalista di Wired.

Link – http://www.festivaldelgiornalismo.com/programme/2012/whistleblowing

Link Globaleaks – http://www.globaleaks.org/

Invia un commento