Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Mediterranea | November 16, 2018

Scroll to top

Top

No Commenti

Prima mostra nazionale del grande fumettista Salvatore Deidda

Prima mostra nazionale del grande fumettista Salvatore Deidda
Redazione

La mostra nazionale dedicata al fumettista Salvatore Deidda sarà inaugurata a Seui presso lo spazio espositivo dell’architetto seuese Salvatore Carboni, organizzatore dell’evento.

La mostra sarà visitabile nella sala della ‘Fabbrica di Kimbe’, ‟un luogo non-luogo, dove anime libere si incontrano producendo eventi di vario genere nel campo della pittura, scultura, fotografia, teatro e altro” , come dichiara lo stesso Carboni, ideatore di questo spazio, nella presentazione della galleria fotografica da lui curata per il volumetto del giornalista pubblicista Gianni Loy “La prima volta che ho visto il mare”, edito da Domus de Janas nel 2018, nel quale si incrociano il viaggio di Afineddu e Arremundiccu, rispettivamente nonno e padre di Giovanni, con le storie dei tanti migranti incontrati da Maria lungo il suo cammino.

In occasione dell’antica festività “Su Prugadoriu”, tradizione che si svolge a Seui ogni anno in occasione della commemorazione dei defunti e che si richiama al culto delle anime, i visitatori potranno ammirare molti inediti del fumettista di Seui, classe 1952, scomparso prematuramente nel 1990 a Genova. Deidda, disegnatore di Martin Mystère, collaboratore della rivista Adamo e disegnatore per LancioStory, Il Giornalino e Orient Express è un autore tutto da scoprire.
Si esporranno venti fumetti disegnati dal fumettista seuese (alcuni sotto lo pseudonimo di Barzilai), quattro storie di Martin Mystère con tavole originali, venti copertine di Hugo Pratt. Verranno inoltre esposte una quarantina di tavole originali risalenti agli anni 1975-1990, quadri d’artista e fotografie. Testimonial speciali giovanissimi studenti del Liceo Scientifico “Bruno-Einaudi” di Muravera che, su tema libero, si sono dilettati nella produzione di fumetti, offrendo il loro personale contributo alla riuscita dell’evento. Una mostra da visitare, un progetto che è destinato a durare negli anni, grazie anche all’aiuto degli eredi di Salvatore Deidda che hanno spontaneamente donato buona parte del materiale presente nella sala della “Fabbrica di Kimbe”.

Informazioni

La mostra sarà visitabile fino a domenica 4 novembre dalle 16.30 alle 20.30, in via Garibaldi 22 a Seui, presso lo spazio espositivo dell’architetto seuese Salvatore Carboni, ma l’intento dell’organizzatore è di quello di renderla permanente su prenotazione.

Per info e prenotazioni: Arch. Salvatore Carboni 3394964743. Mail: arckimbe@alice.it

Invia un commento