Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Mediterranea online | April 28, 2017

Scroll to top

Top

No Commenti

Piccoli stilisti imparano giocando, a lezione con gli esperti dell’Istituto Europeo di Design

Piccoli stilisti imparano giocando, a lezione con gli esperti dell’Istituto Europeo di Design
Redazione

L’Istituto Europeo di Design incontra la scuola dell’infanzia a Olbia

MODA E ARTIGIANATO – WORKSHOP ISPIRATO ALLE SORELLE CORONEO E ALTARA

Grande successo per il workshop del 5 aprile firmato IED Cagliari che ha visto protagonisti per la prima volta i piccoli della scuola dell’infanzia con un laboratorio dedicato alle sorelle Coroneo e Altara per trasmettere i segreti del design e dell’arte applicata.

Applausi per i bambini e le bambine della scuola dell’infanzia Santa Maria di Olbia a conclusione del workshop di moda e artigianato tenutosi ieri mattina, tra colori, collages, ritaglio, carta, cartoncino, fiori, stoffe, bottoni e cartamodelli alti 2 metri per decorare abiti fuori misura. Per la prima volta l’Istituto Europeo di Design di Cagliari ha incontrato i piccoli dai tre ai cinque anni per mostrare loro, attraverso un laboratorio tra gioco, formazione e fantasia, le tecniche dell’arte applicata, ispirato alle opere delle sorelle Coroneo e Altara, grandi artiste sarde del Novecento e dell’Art Dèco. La presentazione finale nell’aula magna della scuola li ha visti raccolti tutti insieme (centoquindici), felici e soddisfatti per il risultato conclusivo dei loro lavori.

Cinque i vestiti fiabeschi dai colori vivaci, accesi e brillanti, su sfondo nero e bianco adagiati su grandi sagome in cartoncino, realizzati dai piccoli designer in erba, frutto di un grande lavoro, promosso dalla coordinatrice del 3° circolo didattico di Olbia in collaborazione con IED Cagliari, e della manifestazione di una straordinaria creatività. Un inno alla primavera e un tripudio di gioia: farfalle, un sole giallo enorme che sovrasta arcobaleni di fiori, alberi e petali rossi, rosa, gialli, verdi, azzurri, patchwork di mille cuori e oggetti, o i disegni dei costumi tradizionali della Sardegna secondo una visione del tutto personale. Tante insomma le applicazioni decorative declinate con il linguaggio della fantasia dei piccoli stilisti, seguiti dalle esperte IED. E poi sul vestito anche un bel ritratto stilizzato delle sorelle Coroneo, quasi una sorta di firma indelebile per ricordare le due artiste cagliaritane, Albina e Giuseppina, che hanno ispirato gli allevi dell’asilo nelle attività di questa mattinata all’insegna della fantasia, ma anche della formazione. “La nostra scuola è basata sulla creatività e sulla cultura del progetto, e queste sono cose che ai bambini vengono spontaneamente e con semplicità“, ha spiegato Monica Scanu, direttrice IED Cagliari, che insieme a Cristiana Arangino, docente IED di Disegno tecnico per il fashion design, e alla coordinatrice della scuola Chiara Firinaiu ha condotto l’incontro, con l’importante supporto delle maestre della scuola e delle mamme-rappresentanti di classe.

L’iniziativa ha visto per la prima volta nella scuola dell’infanzia il coinvolgimento dell’Istituto Europeo di Design e si è articolato intorno a specifiche tematiche progettuali con l’obiettivo di trasmettere agli allievi in tenera età la conoscenza del patrimonio culturale dell’isola nella convinzione che si possano porre le basi di una forte identità, ma anche una opportunità per stimolare la loro immaginazione, per sviluppare le loro potenzialità creative, coltivare il talento artistico e introdurli all’arte del design. “Una bella occasione per offrire ai bambini modelli di vita e di arte, semplici e raffinati come queste protagoniste del Novecento, grandi artiste sarde la cui scoperta è stata per me folgorante“, ha sottolineato la coordinatrice della scuola d’infanzia “Santa Maria” di Olbia, Chiara Firinaiu.

I bambini sono giunti a questo appuntamento dopo aver fatto con le maestre un percorso didattico sulle artiste oggetto del laboratorio, tra racconti, studio e divertimento, mostrandosi ai professionisti IED molto preparati sugli argomenti trattati.

In ricordo di questa esperienza insolita e affascinante una simpatica matita dal nome “Tanita”, lasciata ai piccoli stilisti dalle esperte IED, a simboleggiare la continuazione di tutte le loro attività creative nei prossimi anni. Prossima tappa dell’Istituto Europeo di Design a Olbia un’altra esperienza sull’artigianato come occasione di sensibilizzazione dei bambini nei confronti delle tradizioni, ma sempre con un approccio creativo e contemporaneo, nel classico stile “Made in IED”.

Invia un commento

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *