Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Mediterranea | November 15, 2018

Scroll to top

Top

No Commenti

Palazzo delle Brigate di Tirana: passato, presente e futuro di un patrimonio architettonico - Mediterranea

Redazione

Palazzo delle Brigate: passato, presente e futuro di un patrimonio architettonico
Pallati i Brigadave: e shkuara, e tashmja dhe e ardhmja e një trashëgimnie arkitektonike

Palazzo delle BrigatePalazzo delle Brigate: passato, presente e futuro di un patrimonio

Conferenza

Lunedì 13 aprile, ore 9.00 – 12.00

Palazzo delle Brigate, Tirana

Il Ministero della Cultura e L’Istituto dei Monumenti di Cultura, in collaborazione con l’Ambasciata d’Italia a Tirana, l’Istituto Italiano di Cultura e l’Albanian-American Development Foundation, organizza presso il Palazzo delle Brigate una conferenza che avrà luogo lunedì 13 aprile, con inizio dalle ore 9:00 – 12:00. La partecipazione è a numero limitato e richiede la conferma via e-mail dopo la ricezione dell’invito.

La conferenza, dedicata alla storia, all’attuale stato fisico e alle potenzialità del Palazzo delle Brigate, intende presentare i risultati di una ricerca scientifica condotta recentemente sulla diagnosi e sull’analisi di questo patrimonio unico nel nostro paese.

Alla Conferenza partecipano professori e ricercatori di Università italiane e albanesi e del “Centro Nazionale della Ricerca”. Dopo un’introduzione sul versante storico ed architettonico del Palazzo, oggetto della Conferenza saranno gli interventi di restauro e conservazione di breve e lungo termine che si dovranno eseguire il prima possibile.

Le avanzate attrezzature tecnologiche utilizzate per la prima volta in Albania in occasione di questa importante ricerca scientifica sullo stato fisico del monumento hanno evidenziato parti degradate del Palazzo che non hanno resistito agli anni e alle Il Palazzo delle Brigate riflette più adeguatamente il contributo specifico e l’abilità degli architetti italiani che hanno lavorato in Albania negli anni 1930-1940 per la sua progettazione e realizzazione. Questo imponente edificio, concepito da Giulio Bertè come “Villa Reale” del Re albanese Ahmet Zogu nel 1936, successivamente completato da Gherardo Bosio e dai suoi colleghi come “Villa Luogotenenziale” nel 1939-1941 e attualmente conosciuto come “Palazzo della Brigate”, richiede necessariamente una rivalutazione immediata e una rivitalizzazione del grande potenziale che offre dopo tanti anni di conservazione.

Invia un commento