Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Mediterranea | January 16, 2019

Scroll to top

Top

No Commenti

Leonardo da Vinci: gli eventi e le mostre in Italia per celebrare i 500 anni dalla morte

Leonardo da Vinci: gli eventi e le mostre in Italia per celebrare i 500 anni dalla morte
Redazione

Il 2019 è l’anno di Leonardo da Vinci: a cinquecento anni dalla morte, il grande genio rinascimentale viene celebrato con un ricco calendario di eventi. L’occasione giusta per ripercorrere le sue orme, nei luoghi dove visse e realizzò i suoi capolavori, ma anche partecipando a uno spettacolo e visitando una mostra.

– Leonardo da Vinci: gli eventi e le mostre in Italia per celebrare i 500 anni dalla morte
– Leonardo da Vinci: i film e gli spettacoli per celebrare i 500 anni dalla morte
– Leonardo da Vinci: gli eventi e le mostre in Europa per celebrare i 500 anni dalla morte
– Dove vedere le opere di Leonardo da Vinci in Italia
– Dove vedere i dipinti di Leonardo da Vinci nel mondo

Il genio va festeggiato adeguatamente. In tutta Italia i 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci sono il pretesto per un calendario ricchissimo di mostre, eventi, appuntamenti d’arte. Abbiamo raccolto in questa pagina i principali; la terremo aggiornata nel corso dell’anno, quando a mano a mano avremo dettagli su alcune manifestazioni ancora in corso di definizione.

A TORINO
Dal 15 aprile al 14 luglio 2019 i Musei Reali di Torino mettono in mostra 13 lavori autografi acquistati dal re Carlo Alberto e il Codice sul volo degli uccelli. La mostra si intitola Leonardo da Vinci. Disegnare il futuro: tra i lavori, il celebre Autoritratto, gli studi per la Battaglia di Anghiari, l’angelo per la Vergine delle rocce. Accanto alle opere di Leonardo, anche lavori di Raffaello, Michelangelo, Bramante. Info: sito dedicato.

Particolare dell’Autoritratto conservato nei Musei Reali di Torino

A MILANO
Molto ricco (probabilmente il più ricco d’Italia) il calendario milanese dedicato a Leonardo da Vinci, che in città passò 17 anni della sua vita. Aspettando il nuovo allestimento del Museo della Scienza e della Tecnologia, previsto per l’autunno, ecco una selezione delle mostre in programma. Daremo aggiornamenti anche sul bel progetto di Snaitech, proprietaria del grande Cavallo all’Ippodromo, che prevede la rielaborazione di modelli in scala della statua da parte di 10 artisti contemporanei (i cavalli saranno probabilmente in vari luoghi della città). 
– Palazzo Reale. Tre le mostre in programma a Palazzo Reale. Si inizia con Il meraviglioso mondo della natura (dal 5 marzo al 7 luglio, date provvisorie), dedicata al rapporto tra Leonardo e la natura della Lombardia del Cinquecento. Suggestivo l’allestimento: opere di ispirazione leonardesca saranno fatte dialogare con reperti del Museo di Storia Naturale di Milano. Tra maggio e agosto, invece, saranno esposte le installazioni di Studio Azzurro dedicate al genio di Leonardo: il titolo è Leonardo enciclopedico contemporaneo. Si conclude con La cena di Leonardo per Francesco I: un capolavoro in seta e argento, mostra che dal 7 ottobre al 17 novembre porta a Milano l’arazzo dei Musei Vaticani che raffigura il Cenacolo leonardesco (una delle primissime copie dell’affresco, realizzata per soddisfare le esigenze della corte francese che intendeva portare con sé l’immagine di un’opera che non poteva essere trasportata). Info: sito dedicato

Leonardo da Vinci: il meraviglioso mondo della natura. Palazzo Reale, Milano

– Castello Sforzesco. Due gli appuntamenti, entrambi in partenza a maggio 2019: nella Cappella Ducale la mostra Leonardo e la Sala delle Asse tra natura, arte e scienza(dal 16 maggio fino al 18 agosto) espone vari disegni di Leonardo e dei suoi contemporanei; nella Sala delle Armi ci sarà invece il Museo virtuale della Milano di Leonardo, un percorso multimediale alla scoperta dei luoghi di Leonardo a Milano, così come il Maestro li vedeva ai suoi tempi (dal 16 maggio al 12 gennaio 2020).

Ma il grande avvenimento sarà la riapertura della Sala delle Asse, il 16 maggio, che si ripresenta al pubblico dopo una nuova fase di lavori, svelando le molte porzioni di disegno preparatorio leonardesco emerse durante la rimozione degli strati di scialbo dalle pareti. Attraverso una scenografica installazione multimediale i visitatori saranno guidati nella lettura dello spazio, spostando l’attenzione dalla volta alle pareti. Info: sito dedicato.

– Veneranda Biblioteca Ambrosiana. Il museo, che conserva il Ritratto di Musico, propone varie esibizioni dedicate a Leonardo. I segreti del Codice Atlantico, Leonardo all’Ambrosiana presenta fino al 19 marzo i disegni legati a Milano, mentre fino al 16 giugno i progetti di macchine belliche e gli studi di ingegneria civile. Leonardo in Francia. Disegni di epoca francese dal Codice Atlantico (dal 18 giugno al 15 settembre) approfondisce invece gli ultimi anni di attività del Maestro, con 23 fogli dal Codice Atlantico. Infine, dal 17 settembre al 12 gennaio 2020 ecco Leonardo e il suo lascito: gli artisti e le tecniche: qui si indaga il ruolo di Leonardo nel portare a Milano nuove tecniche di disegno. Info: sito dedicato

– Museo della Scienza e della Tecnologia “Leonardo da Vinci”. Dal 19 luglio al 13 ottobre la Leonardo da Vinci Parade: una ricca selezione degli spettacolari modelli realizzati negli anni Cinquanta interpretando i disegni di Leonardo, che saranno messi in dialogo con affreschi di pittori lombardi del XVI secolo, concessi in deposito nel 1952 dalla Pinacoteca di Brera. Inoltre, dal 20 febbraio al 19 maggio esposte le opere dell’artista olandese Theo Jansen, conosciuto in tutto il mondo per le sue spettacolari installazioni cinetiche e definito dalla critica internazionale “un moderno Leonardo da Vinci” (mostra “Dream Beasts”). Info: sito dedicato.

– Museo del Novecento. Due nuove opere d’arte contemporanea dedicate a Leonardo saranno esposte nelle sale del museo; inoltre, dal 14 giugno al 15 settembre un “confronto possibile” tra Lucio Fontana e Leonardo da Vinci, attraverso un focus centrato sull’iconografia del cavallo, del “cavallo rampante” e del “cavallo e cavaliere”. Info: sito dedicato.

E inoltre: in autunno a Palazzo Litta mostra “La corte del gran maestro. Leonardo da Vinci, Charles d’Amboise e il quartiere di Porta Vercellina”, con due fogli del Codice Atlantico nei quali Leonardo traccia il disegno dell’isolato della sua residenza milanese (l’attuale Palazzo Litta); alla Fondazione Stelline (2 aprile – 30 giugno) “L’Ultima Cena dopo Leonardo”: una rilettura contemporanea dell’Ultima Cena con la presenza di importanti artisti, protagonisti della scena contemporanea.

Leonardo da Vinci, Codice Atlantico, foglio 72 recto. A destra, studio di bombardamento; a sinistra, disegno preparatorio per la Battaglia di Anghiari: cavallo. Copyright Veneranda Biblioteca Ambrosiana/Mondadori Portfolio​

A VENEZIA
Anche Venezia celebra il genio leonardiano: alle Gallerie dell’Accademia, dal 19 aprile fino al 14 luglio, la mostra Leonardo da Vinci. L’uomo è modello del mondo presenta i 25 fogli di Leonardo appartenenti al museo veneziano, tra cui il celebre studio noto come Uomo vitruviano. Dall’Ermitage arriva anche la Madonna Litta. Info: sito dedicatoA FIRENZE
Firenze non poteva non partecipare alle celebrazioni. Anzi, le ha anticipate: la mostra dedicata al Codice Leicester alla Galleria degli Uffizi ha aperto i battenti già nel 2018. Ecco dove andare per cercare le tracce di Leonardo da Vinci (annunciata anche la mostra “Leonardo da Vinci e la botanica” nel complesso di Santa Maria Novella: dovrebbe svolgersi tra settembre e dicembre).

– Galleria degli Uffizi. La mostra Il codice Leicester. L’acqua microscopio della natura è in chiusura (dura fino al 20 gennaio): ancora pochi giorni per ammirare il manoscritto prestato da Bill Gates, sfogliabile grazie alla tecnologia multimediale. Esposti anche fogli del Codice Atlantico, provenienti dall’Ambrosiana di Milano. Info: sito dedicato.

– Palazzo Strozzi. Inaugura l’8 marzo (fino al 14 luglio 2019) la mostra dedicata al Verrocchio, il maestro di Leonardo, con opere anche di Botticelli, Perugino, Ghirlandaio. Esposti anche alcuni disegni e studi di Leonardo. Info: sito dedicato.

– Palazzo Vecchio. Dal 25 marzo al 24 giugno 2019 la sala dei Gigli ospita Leonardo e Firenze, una selezione di fogli attinenti a lavori e studi svolti da Leonardo a Firenze. Info: sito dedicato

Codice Leicster, Uffizi

A VINCI (FI)
Nel borgo natale del Maestro, che tra l’altro è stato insignito della Bandiera arancione del Touring Club Italiano per le sue qualità turistiche e ambientali, sono due le sedi espositive dove nel 2019 si alterneranno mostre dedicate a Leonardo da Vinci.

– Museo Leonardiano/Castello dei Conti Guidi. Nel museo dedicato a Leonardo, sede anche di un’esposizione permanente (vedi articolo dedicato), dal 15 aprile al 15 ottobre 2019 andrà in scena la mostra “Leonardo da Vinci. Le origini del Genio” che presenta la sua prima opera datata, il Paesaggio prestato dagli Uffizi, e il libro notarile dove il nonno Antoniò segnò la nascita di Leonardo, il 15 aprile 1452. Info: sito dedicato.

– Fondazione Rossana & Carlo Pedretti. Nella Villa Baronti-Pezzatini, fino al 5 maggio 2019 la piccola e preziosa mostra Leonardo disegnato da Hollar (artista boemo del Seicento che studiò i disegni di Leonardo). Seguirà la mostra Leonardo Scultore, in cui si potrà ammirare l’Arcangelo gabriele, unica scultura del Maestro. E dal 6 settembre al 6 gennaio 2020 la mostra L’Orfeo di Leonardo. Scene, feste e costumi, per celebrare Leonardo come scenografo di spettacoli teatrali. Info: sito dedicato

A PRATO
Chi programma un tour tra Vinci e Firenze può anche fare una sosta a Prato, dove al Museo del Tessuto fino al 26 maggio è organizzata la mostra Leonardo da Vinci, l’ingegno, il tessuto: un racconto originale sul lavoro fatto dal Maestro in merito all’arte tessile, con lo sviluppo e lo studio di macchinari dedicati. Info: sito dedicato.  

A ROMA
Si parla di una mostra su “Leonardo – Oltre il mito” alle Scuderie del Quirinale, che dovrebbe svolgersi tra marzo e luglio, e di un’altra all’Accademia dei Lincei.

fonte Touring club

Invia un commento