Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Mediterranea | November 22, 2017

Scroll to top

Top

No Commenti

LEI Festival 2017. Seconda edizione dedicata alla felicità

LEI Festival 2017. Seconda edizione dedicata alla felicità
Redazione
Share

Festival LEI – Lettura Emozione Intelligenza

Seconda edizione

LA FELICITÀ

Cagliari

Auditorium Comunale di piazza Dettori

MeM – Mediateca del Mediterraneo

Libreria Mieleamaro

Sassari

Università degli Studi – Dip. Storia, Scienze dell’uomo e della formazione

30 novembre > 14 dicembre 2017

Viviamo emozioni attraverso i libri che leggiamo, ma è con la mediazione dell’intelligenza che trasformiamo le emozioni in sentimenti e sviluppiamo nuove e più vere relazioni con l’ambiente che ci circonda, con gli altri uomini, e infine con noi stessi.

Capire la felicità oggi, intenderne il senso nel presente, consente di creare una mappa per delineare i percorsi individuali e collettivi, ma soprattutto consente di capire la direzione verso cui le società si muovono.

Cos’è ma anche cosa non è la felicità? Dietro cosa si nasconde e come è possibile raggiungerla se, come dicevano gli antichi greci, l’eudaimonia è il fine ultimo dell’agire umano?

Di questo e altro si parlerà dal 30 novembre al 14 dicembre a Cagliari e Sassari nel corso degli appuntamenti in programma per la seconda edizione del Festival regionale LEI, Lettura Emozione Intelligenza, organizzato dalla Compagnia B con la direzione artistica di Alice Capitanio.

Un tema, quello della felicità, che si svilupperà declinandosi nei diversi settori delle attività umane: letteratura, psicologia, filosofia, pedagogia, teologia, economia sostenibile, comunicazione, arte e teatro; attraverso incontri con grandi autori, interviste, lectio magistralis, workshop, reading, cene multiculturali, laboratori, mostre, concorsi e laboratori per bambini e ragazzi.

Il progetto Lei si caratterizza per la volontà di proporsi come un evento a forte impatto sociale, esprimendosi principalmente attraverso azioni finalizzate a promuovere la lettura in luoghi in cui di lettura c’è davvero poco o niente, luoghi in cui leggere può diventare davvero uno strumento di conforto, detonatore di sopravvivenza e di miglioramento delle condizioni umane: ne sono alcuni esempi il laboratorio di Philosophy for community presso l’istituto penitenziario di Uta; i tanti laboratori di promozione alla lettura per italiani e stranieri: lo racconto io, Cucinare le parole, Il diritto (e il rovescio) alla felicità: una dichiarazione d’indipendenza, che vengono realizzati nei centri di mediazione culturale (GUS di Uta, Arcoiris di Quartu S.E, Circolo ARCI di Sassari); i 10 laboratori in cui gli studenti universitari incontrano gli studenti delle scuole medie e superiori per incuriosirli alla lettura attraverso le descrizioni di diversi libri classici e contemporanei, la donazione e raccolta di libri usati negli autobus e nelle piazze della città, gli incontri di lettura animata negli ospedali dedicati ai bambini ospedalizzati, gli incontri in tutta l’isola per parlare di mercato equo e solidale nell’ambito dell’editoria, senza dimenticare i reading durante le cene multiculturali, il laboratorio di Philosophy for children, le serate di ballo a ritmo di swing e tango, attività che aiutano a considerare il valore della lettura e del libro non solo come attività di isolamento ma come strumenti di socializzazione e di scambio culturale.

Per consentire una maggiore fruizione da parte delle categorie svantaggiate, quest’anno saranno disponibili i servizi di accompagnamento per non vedenti (in collaborazione con l’associazione Fish Sardegna onlus) e sarà disponibile un servizio di respeaking e servizio di traduzione per non udenti (in collaborazione con l’associazione OnA.i.r.)

GLI OSPITI

Ospiti dell’edizione 2017 saranno Eugenio Borgna, Umberto Galimberti, Vittorio Cogliati Dezza, Michela Marzano, Vito Mancuso, Simona Argentieri, Barbara Sgarzi, Alessandro Mari, Giulio Cesare Giacobbe, Jessica Joelle Alexander, Tim Lomas, Salvatore Natoli, Daniel Lumera, Antonella Lattanzi, Remo Bodei, Leonardo Becchetti, Leonardo Caffo, Igor Sibaldi, Andrea Colamedici, Maura Gancitano.

INCONTRI CON AUTORI

Giovedì 30 novembre

Auditorium Comunale – Piazza Dettori 8 – Cagliari

ore 17:00 Reading “Piccoli esperimenti di condivisione” a cura dell’attore Angelo Trofa

ore 18 “Abitare la fragilità” – Incontro con lo psichiatra Eugenio Borgna

Nell’epoca storica in cui viviamo, la fragilità viene rifiutata alla stregua di un handicap e individuata come un ostacolo che porta con sé l’angoscia, la tristezza, e l’inquietudine. Ma senza l’ammissione della propria fragilità, non potrà esserci felicità, perché la fragilità e le emozioni che la compongono corrispondono a una parte essenziale della vita stessa.

Libro di riferimento: Le parole che ci salvano (Einaudi, 2017)

ore 19Amore, riconoscimento, felicità” Lectio Magistralis di Michela Marzano

Cosa cerchiamo di ottenere quando cerchiamo l’amore? Che cosa può darci la persona amata? Esiste veramente un legame tra amore e felicità? Partendo dalle relazioni genitori-figli e analizzando la grammatica dell’affettività, lo scopo di questa lectio sarà quello di capire che rapporto esiste tra amore e felicità cercando in particolare di spiegare non solo come non ci sia amore senza riconoscimento, ma anche come sia solo attraverso il riconoscimento di ciò che si «è» che è poi possibile accedere alla pienezza e alla gioia del vivere-insieme»

Libro di riferimento: L’amore che mi resta (Einaudi, 2017)

ore 20 “Eudaimonia: la felicità in greco” – Lectio Magistralis di Umberto Galimberti

E’ possibile costruire il senso della nostra vita, e quindi della nostra felicità, proprio a partire dall’idea della nostra morte? La ricerca del Daimon, della propria natura e vocazione, sarebbe solo l’estenuante caccia ad un fantasma? O conoscere sé stessi è davvero il segreto della felicità? A partire da queste domande Il filosofo Umberto Galimberti fissa il proprio sguardo sui confini tra felicità e auto realizzazione disegnando una mappa che dall’antichità ad oggi fa emergere il desiderio umano di trovare senso e sicurezza in un progetto esistenziale da compiere.

Libro di riferimento: I miti del nostro tempo (Feltrinelli, 2009)

Venerdì 1 dicembre

Auditorium Comunale – Piazza Dettori 8 – Cagliari

ore 18 “I social media nelle nostre vite”Incontro con la giornalista e scrittrice Barbara Sgarzi

Oggi che siamo tutti potenziali produttori di contenuti online, la responsabilità di ciò che scriviamo e condividiamo non è più solo “dei giornalisti”. Un incontro per chiunque viva o lavori online, voglia capire il funzionamento delle piattaforme social, usarle al meglio come fonte e canale di condivisione, o per costruire un’identità professionale.

Libro di riferimento: Social media journalism (ed. Apogeo, 2016)

ore 19Personaggi alla ricerca della Felicità” Incontro con lo scrittore Alessandro Mari

Raccontare la ricerca della felicità attraverso i personaggi di una storia spietata e poetica, in cui i protagonisti lottano tra purezza e compromessi dell’anima, aspirando ad obiettivi che non raggiungeranno. Una riflessione su come il destino possa diventare una strada da percorrere in attesa che la vita ci regali qualcosa.

Libro di riferimento: Cronaca di lei (ed. Feltrinelli, 2017)

ore 20 “Tecniche antistress” Conferenza dello psicologo Giulio Cesare Giacobbe

Lo stress, è la grande malattia del nostro tempo, che si manifesta nel corpo, ma nasce nella mente traducendosi in pensiero compulsivo e contrazioni muscolari. In questo incontro verranno presentate semplici e brevi tecniche per rilassare la mente, applicabili in qualsiasi momento della giornata per zittire i pensieri e ottenere la serenità originaria.

Libro di riferimento: Vademecum antistress (ROI edizioni, 2017)

In questa giornata sarà previsto un servizio di respeacking e interpretariato LIS per non udenti e accompagnamento per non vedenti, in collaborazione con OnA.I.R e Fish Sardegna Onlus.

Sabato 2 dicembre

Auditorium Comunale – Piazza Dettori 8 – Cagliari

ore 17 “Gioia di vivere e normale infelicità” – Lectio Magistralis di Simona Argentieri

Freud ha scritto che la psicoanalisi non si prefigge di insegnarci ad essere felici, ma solo di trasformare la sofferenza nevrotica in normale infelicità. Una ironica affermazione meno amara di quanto appare, perché riuscire a svelare le modalità inconsce del dolore ‘inutile’, auto-inflitto, può essere un eccellente contributo al benessere individuale e collettivo.

Libro di riferimento: Stress ed altri equivoci (ed. Einaudi 2015)

ore 18 “Hugge: bambini felici e genitori sereni” – Conferenza della scrittrice e giornalista Jessica Joelle Alexander

La Danimarca, anche grazie al suo modello educativo, risulta stabilmente in testa alle classifiche della felicità mondiale. Dopo aver individuato e studiato il metodo danese, la scrittrice ce lo racconta in un incontro dedicato alle regole base su cui costruire un rapporto tra genitori e figli, un rapporto improntato sul rispetto reciproco e in grado di evitare la maggior parte dei conflitti.

Libro di riferimento: Il metodo danese per crescere bambini felici (ed. Newton Compton, 2016)

ore 19 “Le infinite sfumature della felicità ”Incontro con Tim Lomas, docente di Psicologia Positiva della University of East London

Tim Lomas è l’ideatore del progetto «The Positive Lexicography Project” che raccoglie termini intraducibili, che descrivono uno stato d’animo o un’esperienza positiva in idiomi diversi. Un vocabolario della felicità, in continua evoluzione che raccoglie solo l’intraducibile e che esprime sensazioni positive. con l’obiettivo di far conoscere alle persone tutte le sfumature della felicità, perché le emozioni esistono, anche se la nostra lingua non ha ancora imparato a dar loro un nome.

Libro di riferimento: The positive power of negative emotions (Piatkus -Little, Brown, 2016)

ore 20 “La scienza del perdono”Incontro con lo scrittore Daniel Lumera

Negli ultimi anni, si sono moltiplicati gli studi neuro-scientifici che hanno riconosciuto gli effetti benefici del perdono sul sistema circolatorio, immunitario e nervoso, confermandone l’importanza per la salute e la qualità della vita. È nata così la scienza del perdono, destinata ad avere un impatto sociale e educativo sempre maggiore e incidere positivamente sulla vita di ognuno di noi.

Libro di riferimento: La cura del Perdono (Mondadori, 2016)

Domenica 3 dicembre

Auditorium Comunale – Piazza Dettori 8 – Cagliari

ore 17 “Il magico potere della filosofia” Incontro con gli scrittori Andrea Colamedici e Maura Gancitano

La magia è l’arte di modificare la realtà? Non proprio. Il mago è colui che osserva meticolosamente il reale per comprenderne la forma, il senso e le direzioni future, ma forza di osservare il mondo ha finito con l’innamorarsene generando una mappa del reale che attiva il potere magico di agire creativamente. La filosofia è l’arte con cui è possibile conoscere e sviluppare questo magico potere.

Libro di riferimento: Lezioni di meraviglia (Tlön, 2017)

ore 18 “Green society”Incontro con lo scrittore Vittorio Cogliati Dezza

Un viaggio alla scoperta del nostro paese fotografato da Legambiente. Una mappa dell’innovazione sociale caratterizzata dalla contaminazione tra culture e obiettivi diversi, dove l’impegno ambientale e sociale si intrecciano con l’obiettivo di produrre cambiamento. Una nuova dimensione comunitaria che esprime bisogni e domande di consumo diversi, portatrici a loro volta di un nuovo mercato possibile.

Libro di riferimento: Alla scoperta della green society (Edizioni ambiente, 2017)

ore 19 “La felicità dello spirito libero” – Lectio Magistralis del teologo Vito Mancuso

È vero che la felicità è effimera? Che se passa qualche volta, poi subito se ne va? O piuttosto siamo noi a non avere le idee chiare sulla sua essenza e a cercarla in modo sbagliato? “Felicità è un’attività dell’anima conforme a virtù”, diceva Aristotele, il che significa che quando l’anima è virtuosa attinge uno stato permanente di felicità, non legato all’altalena delle emozioni, ma radicato nell’autenticità della vita.

Lunedì 4 dicembre

Università degli Studi di Sassari – Dipartimento Storia, Scienze dell’uomo e della formazione, Aula O, Via Zanfarino 62 – Sassari

ore 17 “La felicità” – Lectio Magistralis di Salvatore Natoli

La felicità – si ritiene – comunemente – sia fatta di attimi intensi ma, fugaci. È vero, ma non è tutto. A considerarla a fondo è molto di più: è frutto della virtù da intendere, però, nel suo significato originario di perizia, abilità. Per essere felici, bisogna perciò divenire virtuosi ma al modo di come lo si direbbe d’un acrobata, d’un grande pianista: di come lo si dice di tutti coloro che sanno trasformare le difficoltà in stimolo, il dolore in gioia, la fatica in bellezza.

Libri di riferimento: La Felicità. Saggio di teoria degli affetti (Feltrinelli, 2003); La felicità di questa vita (Mondadori, 2001)

Sabato 9 dicembre

Libreria MieleAmaro – Via Giuseppe Manno 88 – Cagliari

ore 18 “Fin dove può arrivare l’amore?” Incontro con la scrittrice Antonella Lattanzi

Attraverso il romanzo dell’autrice ci si interroga sull’ambiguità e le sfumature del tessuto familiare, un micro mondo pieno di non detti e anche di amore. La storia di una famiglia malata diventa occasione per soffermarsi sul senso dell’amore, perché la violenza e l’ambiguità tra l’amare e l’avere paura dimorano ovunque. Libro di riferimento: Una storia nera (Mondadori, 2017)

Lunedì 11 dicembre

Università degli studi di Sassari –Dipartimento Storia, Scienze dell’uomo e della formazione, Aula O, Via Zanfarino 62 – Sassari

ore 17 “La ricerca della felicità” – Lectio Magistralis di Remo Bodei

La felicità non si può ottenere a comando. Non si può dire “sii felice!”, così come non si può dire “sii spontaneo!”. Come sosteneva Cechov, “la felicità è una ricompensa che giunge a chi non l’ha cercata”. Inseguita troppo, con parossismo e con insistenza, essa finisce per produrre effetti negativi. La felicità è quella che non abbiamo cercato e arriva come un dono accolto con gratitudine.

Libro di riferimento: La filosofia nel 900 (e oltre) (Feltrinelli, 2015)

Giovedì 14 dicembre

Auditorium Comunale – Piazza Dettori 8 – Cagliari

ore 18 “L’economia della felicità: io voto col portafoglio” – Incontro con l’economista Leonardo Becchetti

Circondati da ipermercati dove si vende di tutto a prezzi bassissimi, siamo arrivati alla felicità? Forse no, perché dall’economia non dipende solo il benessere delle nostre tasche, ma gran parte della felicità di tutti noi e, a lungo termine, la sopravvivenza del pianeta. Orientare le nostre scelte d’acquisto fa la differenza nel preservare e promuovere valori fondamentali come libertà, giustizia ed equità, valori che sono alla base di una vera felicità.

Libro di riferimento: Capire l’economia in sette passi (Minimum Fax, 2016)

ore 19 “Cosa resta di un’umanità fragile” Conferenza con il filosofo Leonardo Caffo

Negli slogan dominanti, la fragilità è l’immagine della debolezza inutile e antiquata, in realtà nasconde valori di sensibilità e delicatezza. È necessario mettere a disposizione gli strumenti filosofici che servono: una cassetta degli attrezzi con i quali montare e smontare i problemi che la vita di ogni giorno ci pone per diventare architetti della nostra esistenza e del nostro futuro. Homo Sapiens è in crisi: ciò che segue, o meglio chi seguirà, dipende da noi.

Libro di riferimento: Fragile umanità. Il postumano contemporaneo (ed. Einaudi, 2017)

ore 20 “Dinamiche dell’iniziazione personale”Conferenza con Igor Sibaldi

Un incontro per scardinare l’idea univoca che l’iniziazione sia soltanto il modo in cui si celebra l’integrazione di un individuo a un gruppo, più o meno privilegiato. Esiste infatti un altro tipo di iniziazione che scaturisce da un modo strettamente personale di superare sé stessi e di diventare nuovi. Questa «iniziazione» personale è l’origine dei rituali iniziatici arcaici, dai quali si sono originati i rituali iniziatici ancora in uso.

Libro di riferimento: I confini del mondo storie e dinamiche dell’iniziazione personale (Tlön, 2015)

IL TEMA

Nel concetto di felicità è insito un mistero che coinvolge da sempre l’umanità sollevando dubbi e domande: artisti, scrittori, poeti, filosofi, psicologi, persone comuni, riflettono quotidianamente, si interrogano, provano a definire, a raggiungere o semplicemente si impegnano a negare, l’esistenza di questo stato di grazia emozionale. Blasonato o stigmatizzato resta ad oggi il traguardo (illusorio o reale) a cui tende l’individuo e la collettività. Le emozioni positive rimangono, oggi come ieri, le componenti fondamentali che muovono l’uomo, danno colore e senso all’esistenza, consentono la relazione con l’altro e con l’ambiente circostante. Capire la felicità oggi, intenderne il senso nel presente, consente di creare una mappa per delineare i percorsi individuali e collettivi, ma soprattutto consente di capire la direzione verso cui le società si muovono. Possiamo chiederci se la felicità esista, o sia una mera illusione, ma non possiamo negare che consenta a chi la sperimenta di sentirsi vivo, e l’uomo tende da sempre a provare sensazioni ed emozioni che lo appaghino: in una parola, è alla ricerca di uno stato emotivo di benessere che, sia che esista o meno, continuiamo a chiamare Felicità.

I PARTNER DEL FESTIVAL

Polo umanistico delle Università degli Studi di Cagliari e di Sassari: Università degli Studi di Cagliari – Facoltà di Studi Umanistici di Cagliari – Corso di Laurea in Lingue e culture per la mediazione linguistica, Corso di Laurea in Lingue e comunicazione, Università degli Studi di Sassari – Dipartimento di storia, scienze dell’uomo e della formazione; Ministero della Giustizia – Istituto penitenziario – “Casa circondariale Ettore Scalas” – Uta; Arci di Sassari Arcoiris – Associazione culturale e di volontariato; Associazione Gruppo Umana Solidarietà “G. Puletti” Onlus – Macerata; Associazione ICS – Ingegneri, cultura, sport; Associazione Unica Radio; Associazione Cultura Globale – Festival Cormònslibri – Provincia di Gorizia; Associazione culturale Sogno Clown Onlus; Associazione di promozione sociale Oscar Romero; Associazione Onlus Save the Children; Associazione sarda musica e danza Asmed; Associazione sportiva Swing Dance Society – Cagliari Lindy Circus; Centro servizi culturali della società Umanitaria – Cineteca Sarda; Circolo culturale Tango Loft; Cooperativa Maya; Cooperativa Tuttestorie – Festival Tuttestorie; Fish Sardegna – Associazione di volontariato; Menino do Mercado; Nati per leggere; On.A.I.R.; CRIF (Philosophy for Children and for Community) – Roma; Scuola Holden – Torino; Consorzio Eja TV; Libreria Koinè – Sassari; Libreria CentroLibri – Olbia; Libreria Mielamaro – Cagliari; Libreria Novecento – Nuoro; Radio X srl; Rivista Chimbe; Casa editrice Cenacolo di Ares; Società CTM Spa; Ristorante Tandoori; Ristorante BNBlues; Biblioteche e MEM Mediateca del Mediterraneo – Cagliari; Sistemi bibliotecari e scuole secondarie di primo e secondo grado; Associazione Sustainable Happiness, Consorzio Camù – Centri d’arte e Musei.

Share

Invia un commento

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *