Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Mediterranea | November 14, 2018

Scroll to top

Top

No Commenti

"Le sedie del signor Eugenio" apre la stagione teatrale dell'Alkestis - Mediterranea

“Le sedie del signor Eugenio” apre la stagione teatrale dell’Alkestis
Cristina Delunas

La stagione tetrale 2016 apre all’Alkestis di Cagliari con lo spettacolo Le sedie del signor Eugenio della Compagnia Ginepro Nannelli. L’appuntamento con gli attori romani è per sabato 23 gennaio alle ore 21.00. Il giorno successivo si svolgerà un laboratorio intensivo aperto a tutti gli interassati e dedicato alla sperimentazione dei caratteri umani.

SABATO 23 GENNAIO ORE 21.00 TEATRO ALKESTIS

LE SEDIE DEL SIGNOR EUGENIO
diretto e interpretato da Marco Carlaccini e Patrizia D’Orsi
interventi sonori: Claudio Rovagna

Ricordare il passato, a soddisfazione di una memoria autocelebrativa che tende a deformare i ricordi, autorizzando frange di fantasia a scorrazzare fra loro per trasformarli come fosse esperienza veramente vissuta e non soltanto immaginata. Gioco ripetuto per decine e decine di volte, centinaia (nei casi più gravi si parla addirittura di migliaia di ripetizioni ossessivamente reiterate), come fosse la favola della mezzanotte, la litania addormentante e pacificante, mentre il presente col suo carico di dolori, di preoccupazioni, di sfiducia in se stessi, intanto, per un poco, allenta la sua morsa…………………………………………..Oppure
Rinunciare di sana pianta al passato, ai ricordi e prendere consistenza non più da quello che dici a te stesso di essere stato, ma da quello che sei ora. Rischiare anche di sbagliare clamorosamente, vivendo il presente con tutte le maschere che hai, sapendo che ognuna di esse ti rappresenta solo in una piccolissima parte. Spesso per costringerci a credere in quello che stiamo dicendo abbiamo bisogno di chiamare in causa dei testimoni che con la loro presenza possano dare concretezza e rendere ufficiale a noi stessi quello che esce dalle nostre labbra. Sono gli ospiti che i due vecchi fingono di ricevere nella loro casa per rendere credibile a se stessi le cose che vanno dicendo. Un messaggio improbabile che via via prende forma e consistenza fino ad essere espresso con forza e determinazione. In fondo i vecchi stanno solo forzando un involucro che li racchiude fatto di scatole che si contengono l’un l’altra dove tutto è possibile e allo stesso tempo impossibile.. niente esiste se non nella loro mente. Tutto ciò è veramente assurdo e infatti quanto più il modo di procedere dei due vecchi signori diventa assurdo, tanto più la loro vita, il loro passato, le loro aspettative diventano credibili.

DOMENICA 24 GENNAIO TEATRO ALKESTIS
Orario: dalle 10.00 alle 13.00 e dalle ore 14.00 alle 16.00
Laboratorio intensivo
ESPERIMENTI TEATRALI SU ALCUNI CARATTERI UMANI
dall’immobilità espressiva alla passerella dei caratteri
Il laboratorio si propone di affrontare le posture caratteristiche di alcune tipologie umane. Ci si allenerà ad “indossare” caratteri diversi dai propri ripetendo ritmi, andature, respirazione e immaginari peculiari di ognuno di essi. Questo studio sarà preceduto da una sezione in cui gli allievi si eserciteranno nell’ immobilità del proprio corpo, mantenendo per tutta la sua durata, una pienezza espressiva. Non è una vera e propria tecnica, ma una modalità personale di affrontare il mestiere dell’attore. Una specie di improvvisazione programmata in cui si continuano l’uno nell’altro l’allenamento a ripetere e l’allenamento ad improvvisare.

Fasi di lavoro:

1. breve viaggio in alcuni caratteri umani
2. esperienza di immobilità attiva
3. improvvisazione come risposta ad uno stimolo
4. montaggio di piccole scene
5. lavoro sulla respirazione e sulla voce

Info, prenotazioni e iscrizioni:
al numero 070 306392 da lunedì a venerdì dalle 9.00 alle 13.00; martedì e giovedì anche il pomeriggio dalle 15.00 alle 19.00  oppure scrivere a info@teatroalkestis.it

Invia un commento