Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Mediterranea | December 10, 2018

Scroll to top

Top

No Commenti

La ricetta del buon matrimonio - Mediterranea

La ricetta del buon matrimonio
Claudia Zedda

Me lo ripetevo spesso da bambina, che se mai mi sarei sposata sarebbe stato in Maggio. E le promesse che ci si fa da bambina sono quelle verso le quali abbiamo maggiore rispetto, quelle che mai e poi mai vorremmo tradire.

Ho amato fin da che ricordo il mese di maggio generoso, che regala a chi lo vive una primavera gravida e matura, non più giovane e acerba come in aprile, ma ricca, colorata, un esplosione di profumi. Ho dovuto aspettare più di un maggio per mantenere la parola data a quella bambina che ero decenni fa, eppure quello giusto è arrivato.
Attendere d’altronde è d’obbligo, perché negli ultimi cinquant’anni il matrimonio qualche cambiamento lo ha subito. Per quanto l’ingrediente fondamentale della ricetta rimanga sempre l’amore, alcuni altri sono mutati. Chiunque si avvicini oggi al lieto evento, si renderà conto che accanto a qualche misurino abbondante d’amore dovrà immancabilmente essere presente anche una buona manciata di denaro, un pizzico di sangue freddo e pazienza quanto basta.
Se gli ingredienti ci sono tutti la ricetta non potrà che venir fuori da leccarsi i baffi, eppure lasciatevelo dire da chi ha voluto la bicicletta e ora sta dando le ultime pedalate, è possibile modificare ad occhio le dosi. Se non si è nababbi, e non si mangiano soldi quasi che fossero noccioline, il consiglio è quello di dedicarsi ai preparativi con un certo anticipo. D’altronde chi ha tempo non aspetti tempo, ma soprattutto chi ha tempo ha la possibilità di scelta.

Internet è stato letteralmente una miniera all’interno della quale ho trovato idee succulente e che facilmente ho potuto mettere in piedi. Vi spaventerebbe sapere il numero di siti specializzati, italiani, inglesi, americani che si occupano di matrimonio, un vero e proprio business! Come trovarli? Scrivendo semplicemente “wedding” come chiave di ricerca e lasciando che Google faccia il resto! E’ stato curiosando in una marea di pagine tutte pizzi e merletti che ho imbastito l’idea di far da me le partecipazioni.
Il fai da te è il secondo segreto che vi consentirà di risparmiare, guadagnando in qualità. Personalmente ho fatto da me le partecipazioni, tutte le stampe relative ai menù e segnaposti, il tablò, i coni per il lancio del riso, i decori per il tavolo e il confezionamento delle bomboniere. Un lavoraccio, eppure più procedevo nella fase creativa, più il matrimonio prendeva la forma dei due protagonisti principali.

Internet (come avrei fatto senza!) mi ha dato una mano anche con le bomboniere. Le ho trovate online e online le ho acquistate e qui arriviamo al terzo segreto: quando vi informate sul prezzo, evitate di far presente subito che l’acquisto o il servizio è per un matrimonio, i prezzi saranno nettamente inferiori!
Se poi proprio siete dei veterani del web potreste tentare l’attraente strada del matrimonio con sponsor. Avete letto bene. I più fortunati che riescono a trovarlo vedranno i costi della cerimonia dimezzati e in buona parte coperti dal tanto amato sponsor.
L’abito, che sia da sposa o da sposo costa! Inutile girarci attorno, ma chi desidera non spendere un occhio della testa potrà definire un budget prima ancora di fissare le prove. Prima di superarlo ci si penserà più di una volta. Inoltre, e qui ritorniamo alla prima regola d’oro, se si inizia la ricerca con calma e largo anticipo, si avrà una più ampia possibilità di scelta, senza che fretta e paura di non trovare l’abito giusto, influenzino in negativo l’acquisto.

Per la location ideale ho davvero pochi consigli da dare, l’importante è che rispecchi le passioni dello sposo e della sposa. Insomma non solo l’abito e le partecipazioni, gli addobbi e l’animazione, ma anche il ristorante deve raccontare qualcosa delle due persone che per una giornata intera lo abiteranno. Rustico o elegante, campagna, montagna o mare, andrà bene tutto purché parli degli sposini.
Ed infine gli ultimi due segreti per una ricetta matrimoniale deliziosa sono interattività ed animazione.

E’ divertente, specialmente se fra gli invitati ci sono parenti che vivono lontani, aprire un vostro wedding site. Non vi servirà alcuna conoscenza particolare, dato che molti portali offrono un servizio non solo semplice ma anche gratuito. Potrete postare foto, idee, musica, dare informazioni ai vostri invitati, pubblicare la lista nozze online e dare qualche anteprima della giornata che li attenderà. Idee originali per un’animazione fai da te? Il box foto ad esempio, l’acquisto delle lanterne cinesi, la presenza di un vignettista che immortali la giornata a tratti di matita, buona musica, ed il confezionamento di piccoli gadget da regalare ai vostri invitati.
Per il resto basta chiudere gli occhi e godere tanto dei preparativi quanto della festa.

Invia un commento