Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Mediterranea | December 19, 2018

Scroll to top

Top

No Commenti

La nostra quarantena di Peter Marcias al cinema Odissea di Cagliari - Mediterranea

Redazione

GIOVEDI’ 01 OTTOBRE ore 21.00 Cinema ODISSEA-Viale Trieste 84 di Cagliari, l’anteprima regionale della presentazione ufficiale del film LA NOSTRA QUARANTENA di Peter Marcias, presentato in anteprima alla Mostra del Nuovo Cinema di Pesaro e successivamente al 31° Alexandria International Film Festival (Egitto) e al Milano Film Festival. Saranno presenti e dialogheranno con il pubblico il regista PETER MARCIAS e gli attori protagonisti MOISE’ CURIA e FRANCESCA NERI.

la nostra quarantena, di peter marciasIL FILM
Una storia calata nel presente che parla di diritti negati e solidarietà, lavoro, giovani di fronte ad un punto incerto. Maggio 2013, porto di Cagliari. 15 lavoratori marocchini entrano in sciopero e difendono il loro lavoro. Rinunciano volontariamente alla loro libertà nella speranza di conservare il lavoro, di recuperare i salari arretrati. La nave è la loro casa temporanea, dove dormono, mangiano, pregano, rispettano il Ramadan. Maria (Francesca Neri) è una docente dell’università di Roma che affida a un suo studente, Salvatore (Moisè Curia), una ricerca sulla vicenda cagliaritana. Un’esperienza non solo di studio ma pure di vita che porterà il ragazzo a interrogarsi sul proprio futuro. Sospeso tra precarietà e smarrimento, avverte come un senso di confusione che lo spinge ad immaginare di lasciare l’Italia. Un futuro incerto tanto quanto quello dei marinai. Tutti vittime di una “volontaria” quarantena.

PETER MARCIAS
Nato a Oristano il 5 dicembre 1977, dopo aver studiato per alcuni anni alla facoltà di Scienze Politiche, a 20 anni decide di intraprendere un percorso lavorativo nel mondo del cinema, trasferendosi a Roma dove conseguisce il diploma in regia. Ha realizzato numerosi spot, documentari e cortometraggi presentati nei festival nazionali ed internazionali. L’esordio nelle sale è del 2006, nel film collettivo BAMBINI, di cui cura l’episodio SONO ALICE, a cui seguono la docu-fiction MA LA SPAGNA NON ERA CATTOLICA? del 2007 e il film UN ATTIMO SOSPESI (2008), con Paolo Bonacelli, in concorso alla Mostra Internazionale di Cinema di SãoPaulo. Nel 2010 presenta il documentario LILIANA CAVANI, UNA DONNA NEL CINEMA alle Giornate degli autori, nell’ambito della 67° Mostra D’Arte Cinematografica di Venezia, ricevendo una candidatura ai Nastri D’argento 2011.
Nel 2011 esce I BAMBINI DELLA SUA VITA, che ha ottenuto il Globo D’Oro per la migliore attrice a Piera Degli Esposti e la nomination al Ciak D’Oro, mentre nel 2012 realizza DIMMI CHE DESTINO AVRO’. Prima dell’uscita de LA NOSTRA QUARANTENA presenta nel 2013 TUTTE LE STORIE DI PIERA sulla figura dell’attrice Piera Degli Esposti, al 31° International Torino Film Festival dove ottiene il premio Maria Adriana Prolo alla protagonista. Il SNGC ha assegnato al film il Nastro D’Argento speciale 2014.

FRANCESCA NERI
Nata a Trento il 10 febbraio del 1964 si trasferisce giovanissima a Roma per frequentare il Centro Sperimentale di cinematografia ottenendo la sua prima parte nel film IL GRANDE BLEK per la regia di Giuseppe Piccioni. Lavora nel 1988 in BANKOMATT con Bruno Ganz e per Luigi Comencini nel 1989 in BUON NATALE, BUON ANNO… La svolta arriva nel 1990 quando il regista spagnolo Bigas Luna le affiderà il ruolo di protagonista nel film LE ETA’ DI LULU’. Seguiranno altri ruoli da protagonista in PENSAVO FOSSE AMORE…INVECE ERA UN CALESSE di Massimo Troisi, che le valse il Nastro d’Argento, e AL LUPO AL LUPO di Carlo Verdone. Lavora ancora in Spagna, con Antonio Banderas, per SPARA CHE TI PASSA di Carlos Saura e con Pedro Almodovar per CARNE TREMULA, per il quale conquista il secondo Nastro d’Argento, e in Italia con LA MIA GENERAZIONE di Wilma Labate nel 1996 e in LE MANI FORTI di Franco Bernini nel 1997.
Negli anni duemila lavora in alcune produzioni americane, HANNIBAL di Ridley Scott e in DANNI COLLATERALI di Andrew Davis. Seguono altri film tra cui IL SIERO DELLA VANITA’ di Alex Infascelli e due collaborazioni con Pupi Avati, che la dirige ne LA CENA PER FARLI CONOSCERE e in IL PAPA’ DI GIOVANNA del 2008. Dal 2005 è anche produttrice cinematografica per il film MELISSA P. e RIPRENDIMI di Anna Negri.

MOISE’ CURIA
Nato a Rossano nel 1991, dopo gli studi scolastici si trasferisce a Roma, città che lo ha adottato, per intraprendere la sua carriera di attore. Studia presso l’accademia d’arte drammatica EUTHECA e successivamente presso il Centro Sperimentale di Cinematografia.
Il suo debutto in teatro avviene sotto la regia di Federica Tatulli con LA TRILOGIA DELLA VILLEGGIATURA. Seguiranno poi altri grandi maestri del teatro e del cinema. Dopo alcuni anni passati in teatro arriva il suo debutto in televisione nella miniserie Rai NON E’ MAI TROPPO TARDI per la regia di Giacomo Campiotti e successivamente BRACCIALETTI ROSSI nel ruolo di Ruggero.
A partire dal 2014 ha recitato nel nuovo film di Daniele Ciprì LA BUCA al fianco di Sergio Castellitto, Rocco Papaleo e Valeria Bruni Tedeschi e nel nuovo film dei Fratelli Taviani MERAVIGLIOSO BOCCACCIO. Nel 2015 esce nelle sale con LA NOSTRA QUARANTENA di Peter Marcias. Moisè è stato annoverato tra i volti del cinema italiano dalle riviste VOGUE, Fabrique du cinema, L’officiel Hommes. Per Rai 1 sarà protagonista della seconda serie di BRACCIALETTI ROSSI 2.​

Invia un commento