Casa mediterranea
Share

Si continua nel nostro viaggio della conoscenza. Si continua a voler indagare la cultura mediterranea, e per farlo abbiamo le armi della tenacia e dell’impegno. La cultura è fatta di moltissimi aspetti, che legati uno all’altro fanno la nostra visione della vita.

Non esiste una sola caratteristica che possa descrivere il nostro Dna, la nostra anima mediterranea. Si può dire che esiste una musica che proviene dai vari Paesi del Mediterraneo, si può dire che esiste una certa letteratura riconducibile al mediterraneo, una cultura dei sapori, una radice linguistica. Sono tutti aspetti importantissimi che hanno rappresentato, e ancora oggi rappresentano quello che possiamo chiamare cultura mediterranea.

Uno degli aspetti che rappresentano meglio la cultura mediterranea è il concetto di Casa. La casa mediterranea è un universo comune a tutti i Paesi che circondano il Mare Nostrum, un luogo fisico, ma anche un luogo che crea e conserva cultura. In questo senso la cultura è memoria, ma non solo. La casa, ancora oggi, rappresenta un luogo fondamentale dei popoli mediterranei.

In questo numero abbiamo voluto indagare la nostra visione della vita, da mediterranei, attraverso la casa.

Se dovessimo descrivere un viaggio, una musica, un libro o una persona, c’è sempre una casa che accompagna il ricordo. La casa delle vacanze, la casa della famiglia, la casa dei cibi, la casa dove si prendono decisioni, la casa come universo, appunto.

Gli italiani e in particolare i sardi, sono popoli molto legati alla casa. Non solo come sicurezza per il futuro, come luogo di vita e di autoconservazione. La casa rappresenta tutto il nostro carattere. La arrediamo e la curiamo come meglio ci rappresenta, la casa in qualche modo è lo specchio di noi stessi.

Non esiste uno spagnolo, un marocchino, un siriano o un sardo che non consideri la propria casa come un prolungamento di se stesso. L’ospite che si invita nella propria casa, in realtà entra a pieno diritto nella famiglia che abita quelle mura. La casa è allo stesso tempo un luogo estremamente privato, ma aperto all’esterno. Custodiamo gelosamente il nostro essere, ma lo presentiamo con estremo piacere all’esterno, all’ospite o al vicino.

Ci piace godere della casa in privato ma soprattutto in pubblico. La casa, più che uno specchio è un prisma dove si riflettono migliaia di ricordi, di avvenimenti, di emozioni e futuro che ancora non abbiamo visto, ma che di sicuro accoglierà dentro le proprie bianche mura.

La casa, come viene descritta dalla signora Santa Cruz, è la tipica costruzione dalle bianche mura di calce, dove tutti gli spazi sono vissuti, dove ogni cosa ricorda l’attività, il lavoro, la vita.

L’architettura e l’arredamento cambiano a seconda dei Paesi che visitiamo, ma il concetto fondamentale resta lo stesso. La casa è un universo ricco, ricchissimo se comparato con la casa dei Paesi nordici, o solo andando a Milano per esempio. Il calore e il freddo, sia in senso meteorologico che metaforico. I due aspetti raccontano una casa e di conseguenza gli abitanti, la famiglia o le famiglie. La casa mediterranea è tutto quello che qualunque abitante dei Paesi del Mediterraneo può e vuole vedere sempre intorno a se: un luogo e una condizione della vita.

Share

Leave a comment.