Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Mediterranea online | August 21, 2017

Scroll to top

Top

No Commenti

Il 28 maggio prende il via la 3° edizione della rassegna di danza contemporanea “Sulle Orme – Il Mediterraneo Il Corpo Il Viaggio”. Dodici spettacoli e 70 artisti da Italia, Francia, Spagna, Egitto e Germania

Il 28 maggio prende il via la 3° edizione della rassegna di danza contemporanea “Sulle Orme – Il Mediterraneo Il Corpo Il Viaggio”. Dodici spettacoli e 70 artisti da Italia, Francia, Spagna, Egitto e Germania
Redazione
Share

Accogliere, creare, scambiare, condividere, partecipare, sperimentare linguaggi innovativi. Riparte la rassegna interdisciplinare di danza, teatro, arte circense, musica e poesiaSulle Orme – Il Mediterraneo, Il Corpo, Il Viaggio“, nata per promuovere i giovani artisti emergenti all’interno di un sistema di scambio generazionale con autori coreografi e registi di rilevante fama nazionale e internazionale, e favorire loro un percorso creativo attraverso le residenze artistiche dove possano sviluppare e rendere visibili i propri progetti multidisciplinari in trasformazione, in un dialogo continuo fra il corpo, la collettività e i luoghi urbani della periferia, riconfigurati come spazi per l’arte. Terza edizione che vede un calendario ben nutrito di dodici appuntamenti, risultato del grande impegno di Tersicorea, l’associazione culturale cagliaritana diretta da Simonetta Pusceddu che al 1989 sostiene e promuove il dialogo tra artisti, territorio e patrimonio culturale. Dal 28 maggio a novembre pièce sperimentali e progetti di danza, teatro, arte circense, clownerie, musica, poesia e installazioni di video arte. Settanta gli artisti in arrivo nel capoluogo sardo, provenienti da Italia, Francia, Spagna, Egitto, Germania. Sei gli spazi urbani ed extra urbani coinvolti tra Cagliari e Selargius: Teatro Comunale Piccolo Auditorium; Spazio teatrale T.off; Cartec – Cava d’Arte Contemporanea/Giardini Pubblici; Villa Satta, sede dello IED Cagliari (Istituto Europeo di Design); Casa Collu e Chiesa San Giuliano; e ancora gli spazi all’aperto come piazze, giardini, cortili. Luoghi di grande fascino della nostra storia che tracciano il percorso per un nuovo viaggio attraverso il corpo: potente, intimo, spirituale, ironico, fiabesco, drammatico, tra luci e ombre, nei territori sconosciuti dell’animo umano.

Domenica 28 maggio apre la rassegnaTrust“, Premio alla migliore scrittura coreografica Cortoindanza 2016, della compagnia ConTrust Collective (Italia), al Teatro T.off (Cagliari), alle 21.00. Quando il corpo può liberarsi ed essere preso in consegna da qualcun altro? Malwina Stepien, coreografa e danzatrice, indaga il tema della fiducia, un sentimento ambiguo, cercato da sempre ma da cui si è totalmente all’oscuro. Un viaggio dinamico attraverso lo spazio ignoto, in cui si fa un passo avanti e subito uno indietro. Interpreti danzatori: Martin Angiuli, Malwina Stepien, Alberto Cissello. L11 giugno sempre al T.off la creazione “Mefistodi e con Elien Rodarel (Monaco di Baviera/Germania). Progetto multidisciplinare tra la danza, il circo, la musica e il teatro, in cui la forma tradizionale del cabaret viene trasformata e riadattata; il 26 giugno al Teatro Piccolo Auditorium di Cagliari va in scena alle 21.00 “Inri” della compagnia torinese Zerogrammi (Italia). Un creazione per due danzatori di Stefano Mazzotta e Emanuele Sciannamea, qui rivisitato e diretto dallo stesso Stefano Mazzotta con Chiara Michelini e Chiara Guglielmi. L’intera drammaturgia ruota intorno al tema della pratica della fede nella religione cattolica. Personaggi dai colori grotteschi, paradossali, improbabili, si muovono in un percorso che simula quello della liturgia.

CORTOINDANZA X EDIZIONE

Dal 27 giugno al 1° luglio ritorna la contaminazione tra i linguaggi artistici e culturali di Cortoindanza X edizione 2017, da tre anni inserita all’interno della rassegna Sulle Orme. La maratona di cinque giornate in cui l’idea creativa diventa protagonista, vedrà dieci coreografie dal vivo in forma breve selezionate dalla commissione attraverso il bando tra novantacinque candidature artistiche di altissimo livello provenienti da tutto il mondo (Europa, Africa, Paesi orientali, Giappone, America Nord e Sud). Una moltitudine di proposte che testimonia un segnale importante di presenza creativa e artistica nel settore dell’arte contemporanea a livello mondiale. Loverture è affidata a “La ballata di Filomena” (il 27 giugno al Teatro Piccolo Auditorium a Cagliari alle 21.00), creazione di Lucrezia Maimone, Premio alla scrittura coreografica Cortoindanza 2013 e selezionata tra le numerose opere individuate nelle diverse annualità del festival come la più meritevole dal punto di vista del criterio della multidisciplinarietà e dello sviluppo della drammaturgia originale. Drammaturgia di Antony Mathieu, c.ia Lupa.M con il sostegno di c.ia Zerogrammi/Torino e la collaborazione di Tersicorea/Cagliari. Nelle due giornate del 28 e 29 la commissione artistica valuterà i corti dal vivo al T.off; il 30 giugno lappuntamento con il pubblico è a Villa Satta, sede dello IED di Cagliari a partire dalle ore 21.00. Il 1° luglio meeting confronto e dialoghi tra i rappresentanti della commissione e i candidati artisti selezionati.

Il 7 luglio riprende la rassegna “Sulle Orme – Il Mediterraneo, Il Corpo, Il Viaggio” nella suggestiva cornice della Chiesa romanica San Giuliano a Selargius, alle 20.30, con il progetto interamente al femminile, di danza e letteratura “Lultima madre” di Carla Rizzu (ideazione, regia e coreografia), prodotto dalla Compagnia Nervitesi e ispirato al romanzo “l’Accabadora” di Michela Murgia. In scena anche la musica dal vivo del quartetto Andhira, diretto da Luca Nulchis. <<Una Sardegna antica – spiega la coreografa – ma non troppo, dove le cose faticano a essere chiare, dove gli occhi degli altri sono aghi che giudicano e forano l’anima>>.

CELEBRAZIONE 80° ANNO DALLA MORTE DI ANTONIO GRAMSCI – MUSEI CIVICI

Il 9 luglio “Sulle Orme” di Tersicorea è di nuovo a Cagliari, stavolta nello spazio Cartec, Cava Arte Contemporanea, ai Giardini Pubblici. Tra le quinte naturali della grotte di roccia calcarea attigua alla Galleria Comunale d’Arte si svolgerà alle 18.30 la rappresentazione “Trilogia in miniature di danza“, in cui nove artiste coreografe proporranno sette scene di danza in affinità elettiva con il progetto di arti visiveQuesta è la tua terra“, inserito nelle celebrazioni dei Musei Civici per lottantesimo anno dalla morte di Antonio Gramsci, a cura della rete “Nino dove sei” (curatori Raffaella e Bruno Venturi). Una trilogia del corpo in movimento dal punto di vista poetico letterario che si articola in corti tra danza e letteratura (Star-Watchers” di Sara Angius – Compagnia Zerogrammi/Italia; “La Mennulara” di Linda Magnifico – c.ia Dysoundbo/Svizzera e “Frammenti da “L’ultima madre” – c.ia Nervitesi/Italia); danza e poesia (S.Solo di Sara Sguotti – c.ia Twain/Italia); danza contemporanea (“Cigno” di Loredana Parrella – C.ia Twain/Italia); danza e voce (“In Voice” di Clotilde Tiradritti – c.ia Heliotropion/Francia); e infine danza e arte visiva con la proiezione video in loop dei corti “Jakob’s Reise” coreografia di Barbara Geiger e Franco Reffo e “Solo con drone”, coreografia di Barbara Geiger.

Il 6 agosto giornata T.off Open. Alle 21.00 nello spazio di via Nazario Sauro 6 a Cagliari due giovani artisti emergenti sardi, Lucrezia Maimone e Jonathan Frau, formatisi  nelle più importanti accademie di danza e circo contemporaneo, porteranno in scena frammenti del loro repertorio di creazione tra danza, arte circense e clownerie. Il 21 settembre, sempre nello spazio teatrale T.off il progetto artistico “Chenapan” (bambino monello, impertinente) di Francesco Colaleo e Maxime Freixas (c.ia Artemis Danza Italia), liberamente ispirato ai comici Stanlio e Ollio e ai personaggi beckettiani Estragone e Vladimiro, mette in scena i giochi di una volta. Giochi a corpo libero tra campane, guardie e ladri, lupi mangia frutta, streghe tocca colore, mikado giganti, mosche cieche e nascondigli segreti. Distrarre per divertirsi e per riflettere sui cambiamenti sociali che vedono il progressivo smantellamento delle dinamiche di relazione. L8 ottobre a Selargius, nella Chiesa romanica di San Giuliano Ali_Mounir Saeed in “What about Dante” (Cramp Group/Cairo, Egitto), in partenariato con Focus Young Arab Choreographers/Italy 2017 – Festival Fabbrica Europa. Traendo ispirazione dall'”Inferno” della Divina Commedia di Dante Alighieri e dal movimento spirituale del sufismo, il coreografo e danzatore egiziano affronta con grande originalità il tema dell’incontro tra Oriente e Occidente, attraverso uno studio drammaturgico in cui prevale il grande senso di bellezza, tolleranza e similitudine umana. Collaborazione musicale: Irma ToudjanIl 19 novembre al T.off  ore 21.00 “Me – she – it” (c.ia Muxarte) coreografia e regia di Giuseppe Muscarello, affronta in chiave ironica, un tema profondamente serio: la sessualità da una parte, la spinta pulsante verso una meta artistica dall’altra. Può un desiderio incontrollato condizionare, governare, le nostre azioni? Interpreti: Giuseppe Muscarello e Federica Marullo. Ultimo appuntamento il 26 novembre al Teatro Piccolo Auditorium Comunale di Cagliari con “Sola, Sola, Sola” (c.ia Marina Claudio/Spagna). Uno spettacolo di teatro e danza in cui lei, ballerina di successo mostra il suo mondo interiore e quello che avviene negli ultimi trenta minuti prima di andare in scena. Panico da palcoscenico, eventi del passato, un amore perduto. Qualsiasi riferimento alla realtà non è assolutamente casuale.

Sulle Orme e Cortoindanza sono organizzate dall’associazione culturale Tersicorea con il patrocinio della Regione Autonoma della Sardegna, dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Cagliari e del Comune di Selargius, Enti Locali per le Attività Culturali e di Spettacolo.

Biglietti: coupon di n. 12 spettacoli 60€; ingresso per ciascun spettacolo 8 €. Per informazioni e prenotazioni: T.Off – via Nazario Sauro, 6 Cagliari – tel. 070/275304 (dal lunedì al giovedì dalle ore 17.00 alle 20.00), oppure al numero: 0039 328/9208242 – e-mail: tersicoreat.off@gmail.comwww.tersicorea.it

Azioni trasversali e scelta metodologica di un modello di relazione con i partner

IL NETWORK INTERNAZIONALE MEDARTE

Dal 2008 una rete Internazionale di interscambio battezzata Med’Arte”, nata in Sardegna, sostiene artisti contemporanei provenienti da tutto il mondo con particolare attenzione agli artisti emergenti provenienti da paesi a rischio di pace o in cui sono in corso conflitti civili. La rete si configura come strumento di collaborazione tra artisti operanti nella sfera delle arti sceniche e performative a indirizzo contemporaneo e come uno spazio ospitale per sostenere l’idea creativa.

Questanno si inserisce anche la collaborazione con Focus Young Arab Choreographers/Italy 2017 – Festival Fabbrica Europa – XXIV edizione e la reteNino dove sei“, progetto di arti visive “Questa è la tua terra”, inserito nelle celebrazioni dei Musei Civici Comune di Cagliari per l’ottantesimo anno dalla morte di Antonio Gramsci, e la co-organizzazione in partenariato con il Circuito Multidisciplinare dello Spettacolo in Sardegna.

LE RESIDENZE ARTISTICHE 

In questa 3° edizione di “Sulle Orme” si rinnovano i percorsi delle residenze artistiche. Quest’anno infatti come di consueto queste saranno offerte a sostegno di alcuni progetti in embrione o in via di consolidamento e sviluppo, il cui presupposto si concentra nella costruzione di uno spazio reale di condivisione e confronto di buone pratiche, valorizzazione di competenze, tutela dei percorsi creativi e dialogo costruttivo tra artisti e pubblico.

Ufficio Stampa: Paola Cireddu

 

Share

Invia un commento

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *