Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Mediterranea | November 14, 2018

Scroll to top

Top

No Commenti

Il 21 marzo si festeggia "La Giornata Mondiale della Poesia". A Cagliari l'anteprima di Cabudanne de sos poetas - Mediterranea

Il 21 marzo si festeggia “La Giornata Mondiale della Poesia”. A Cagliari l’anteprima di Cabudanne de sos poetas
Redazione

21 MARZO 2016
LA GIORNATA MONDIALE DELLA POESIA
IL SANGUE DELL’EUROPA – I poeti della Grande Guerra in Inghilterra, in Italia, in Sardegna
CAGLIARI – Teatro Massimo – Foyer
ore 17,00
Ingresso libero aperto a tutti

giornata della poesiaIl 21 marzo il Cabudanne de sos poetas celebra a Cagliari la Giornata Mondiale della Poesia con l’evento “Il sangue dell’Europa – I poeti della Grande Guerra in Inghilterra, in Italia e in Sardegna“.
Nel foyer del Teatro Massimo alcuni esperti, poeti e studiosi dell’ambiente letterario italiano ed europeo, interverranno in questa speciale anteprima della dodicesima edizione del festival di poesia tra i più importanti dell’isola: Jamie McKendrick – Andrea Amerio – Bachisio Bandinu

Intervengono:
Jamie McKendrick, poeta e studioso, e le voci di poeti-soldato inglesi
Andrea Amerio, curatore del volume “La guerra d’Europa 1914-18 raccontata dai poeti”: I poeti italiani e la guerra
Bachisio Bandinu, giornalista e antropologo: La poesia di guerra in Sardegna. La grande produzione poetica
Coordinamento degli interventi a cura di Tore Cubeddu
Letture curate da Piero Marcialis

“Invecchiammo di cent’anni e accadde / in un’ora soltanto…”
[In memoria del 19 luglio 1914 – Anna Achmatova]
dal volume “La guerra d’Europa 1914-1918 raccontata dai poeti” di Andrea Amerio e Maria Pace Ottieri

“È una guerra civile europea, una guerra contro un nemico che è dentro, invisibile, nello spirito dell’Europa”. Così descrive nel suo Diario la Guerra d’Europa 1914-1918 il pittore tedesco Franz Marc, morto a Verdun nel 1916, tra i poeti citati nella raccolta di poesie di guerra curata da Andrea Amerio e Maria Pace Ottieri. Le voci degli autori celebri e di quelli meno noti per spiegare cosa significò la Prima Guerra Mondiale negli ambienti culturali di ogni nazione coinvolta, la poesia di guerra dei vari paesi che hanno partecipato al conflitto, sarà il tema della serata speciale del Cabudanne de sos poetas, anteprima della dodicesima edizione. Lunedì 21 marzo, il festival di poesia tra i più importanti dell’isola celebra a Cagliari La Giornata Mondiale della Poesia 2016. Alle ore 17,00 nel Foyer del Teatro Massimo di Cagliari alcuni esperti, poeti e studiosi, interverranno nella serata dal titolo “IL SANGUE DELL’EUROPA – Poesia e Grande Guerra in Inghilterra, in Italia, in Sardegna”. Un’occasione imperdibile per ascoltare anche le voci di “poeti in guerra” meno noti che hanno raccontato quegli anni tragici, e per non dimenticare.

A raccontare una piccola parte della rigogliosa produzione letteraria inglese e di alcuni grandi poeti come Wilfred Owen, Isaac Rosenberg, Edward Thomas, Ivor Gurney, sarà un importante poeta e studioso inglese, Jamie McKendrick (Liverpool), ospite nella edizione 2014 del Cabudanne e autore di diverse opere e traduttore di poeti italiani, tra i quali Antonella Anedda.

E ancora, le voci dei poeti che hanno vissuto e raccontato la dolorosa esperienza della guerra in Italia nella relazione di Andrea Amerio, docente dell’Università di Pisa che ha curato il bel volume “La guerra d’Europa 1914-1918 raccontata dai poeti”, pubblicato da Notettempo nel 2015. Tra gli autori, Clemente Rèbora, Camillo Sbarbaro, Giuseppe Ungaretti, Eugenio Montale, Thomas Hardy, Vladimir Majakovskji, sono alcuni dei nomi più noti. Amerio sarà ospite per presentare il suo lavoro realizzato insieme a Maria Pace Ottieri: una straordinaria antologia internazionale che raccoglie criticamente e per la prima volta le voci e le lingue della poesia, versi che raccontano la guerra di tutta Europa e che <<possono ancora deflagrare nelle nostre vite>> – come spiega nella introduzione lo stesso curatore del volume – <<…la creazione attiva e potente di quei testi era ancora là, intatta, in attesa>>. Tra le poesie raccolte anche alcune poco note in Italia, in alcuni casi mai tradotte prima (Osip Mandelstam, Luois Aragon, Jean Cocteau, etc.) o i versi di poeti meno conosciuti come l’inglese Sigfried Sassoon, il tedesco Theo van Doesburg, o il serbo Milutin Bojic.

Protagonista anche la poesia di guerra in Sardegna con l’intervento del giornalista e antropologo Bachisio Bandinu. Il coordinamento degli interventi è a cura di Tore Cubeddu, le letture dei testi sono curate da Piero Marcialis.

L’iniziativa, organizzata dall’associazione culturale Perda Sonadora in collaborazione con Fondazione Sardinia, l’Associazione culturale Italia-Inghilterra, Sardegna Teatro e EJA TV, è dedicata a Rosabianca Rombi, inarrestabile animatrice culturale e storica promotrice di poesia a Cagliari, grande amica del Cabudanne de sos poetas.
L’ingresso è libero e aperto a tutti.

Invia un commento