Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Mediterranea | December 13, 2018

Scroll to top

Top

No Commenti

Giornate FAI di primavera 2014, intervista a Claudia Tonelli Rossi, Capo Delegazione FAI di Bologna - Mediterranea

Giornate FAI di primavera 2014, intervista a Claudia Tonelli Rossi, Capo Delegazione FAI di Bologna
Marco Solferini

Il 22 e il 23 Marzo tornano, in tutta Italia, le Giornate di Primavera del FAI – Fondo Ambiente Italiano: http://www.giornatefai.it/

L’appuntamento immancabile per tutti coloro che amano l’arte, la cultura e vogliono difendere l’ambiente d’Italia valorizzandone l’immenso patrimonio artistico.

A cominciare dalle città. Per (ri)scoprirne le bellezze che vivono accanto a noi giorno dopo giorno.

Quest’anno per tutti i visitatori e soci FAI c’è anche una sorpresa che certo non mancherà di entusiasmare gli amanti della Storia che merita la maiuscola.

Le Delegazioni FAI hanno infatti scelto di celebrare il bimillenario della morte dell’Imperatore Augusto e pertanto i visitatori potranno beneficiare di un «Itinerario Augusteo» in numerosissime città d’Italia, fra cui Bologna e Provincia. Dove, accanto a questa bellissima iniziativa, si aggiungono anche due palazzi di rilevante interesse per la città.

Scopriamo quindi insieme quali sono i luoghi aperti al pubblico per questa edizione delle Giornate di Primavera FAI 2014 del 22 e 23 Marzo:

Palazzo d’Accursio, Piazza Maggiore n. 06

Ore 9.30 – 18.00

Palazzo del Monte, Via Galliera 3 (Bologna)

Ingresso esclusivo soci Fai con possibilità di iscrizione in loco

Ore 9.30 – 18.30

Salaborsa, P.zza del Nettuno n. 03 (Bologna)

Ore 10.00 – 18.30

Sottopassaggio, P.zza Rè Enzo (Bologna)

Ore 9.30 – 13.00 / 14.00 – 18.00

Museo civico archeologico, Via dell’Archiginnasio n.02 (Bologna)

Ore 10.00 – 18.00

Teatro romano, Via Carbonesi n. 05 (Bologna)

Ore 9.30 – 18.00

Sabato 22 e Domenica 23 Marzo ore 12.00: visite guidate in lingua inglese.

Apertura a cura del FAI Giovani.

Area archeologica di Claterna, Via Emilia 482/484 (Ozzano dell’Emilia)

Ore 9.00 – 12-00 / 14.00 – 16.00

Sabato 22 e Domenica 23 Marzo ore 12.00: visite guidate in lingua inglese.

Mostra museo della città romana di Claterna, Piazza Salvador Allende n.18 (Ozzano dell’Emilia)

Ore 9.00 – 12.00 / 15.00 – 17.00

Sabato 22 e Domenica 23 Marzo ore 17.00: visite guidate in lingua inglese.

Un elenco quindi ricchissimo, per due giorni all’insegna del patrimonio storico di un Italia che non finisce mai stupire per le sue indiscutibili bellezze.

Un successo, quello del FAI, che anno dopo anno aumenta, attirando non solo più visitatori, ma coinvolgendo anche associazioni, onlus, comunità di stranieri, uniti dal comune denominatore di partire dalla cultura quale veicolo di comprensione e avvicinamento di idee e passioni, un successo di cui abbiamo voluto parlare con l’Avv. Claudia Tonelli Rossi, Capo Delegazione FAI di Bologna.

Marco Solferini: Allora Claudia, ti dò del tu perchè so che una delle cose belle del FAI è l’aspetto conviviale della vita associativa di chi si iscrive, un modo cioè di fare anche amicizia coltivando insieme la passione per l’arte e l’ambiente. A Bologna e Provincia le iniziative del FAI sono seguite da migliaia di persone, qual’è il segreto di questo successo?

Claudia Tonelli Rossi: Caro Marco, ci lega ormai una lunga amicizia all’interno del FAI, di cui sei un affezionato “volontario”, così come un rapporto speciale ci lega in effetti a tutti i nostri volontari. E’ questo un motivo di particolare gioia per tutti noi!

Credo davvero che le nostre proposte a livello locale, soprattutto durante le Giornate FAI di Primavera, siano tanto apprezzate perché riusciamo, con il lavoro di tutta la delegazione, a proporre percorsi di visita che stimolano curiosità e divertimento, unitamente ad una straordinaria qualità delle proposte culturali. Tutti elementi essenziali per coinvolgere chi ancora non ci conosce e, magari per la prima volta, si avvicina al nostro mondo.

Marco Solferini: Arte, cultura, voglia di conoscere e di apprendere. Sembra che il FAI sia una delle poche realtà Italiane davvero in grado di valorizzare l’immenso patrimonio artistico della penisola. Da questo punto di vista pensi che il FAI sia un punto d’arrivo o di partenza per gli iscritti?

Claudia Tonelli Rossi: Il FAI costituisce senz’altro il punto di arrivo per chi è convinto di poter concretamente offrire il proprio contributo alla tutela del nostro meraviglioso patrimonio artistico e paesaggistico, ma sono convinta che possa essere per tutti i nostri nuovi iscritti l’inizio di una passione che durerà negli anni a venire.

Marco Solferini: Oltre alle manifestazioni più celebri e ormai note su scala nazionale, come appunto le Giornate di Primavera, il FAI ha intrapreso numerosi progetti fra cui la FAIMarathon che a Bologna è diventata un successo praticamente da subito. Cosa ci dobbiamo aspettare per il futuro?

Claudia Tonelli Rossi: Caro Marco, numerose iniziative sono al vaglio del FAI a livello nazionale ma anche della nostra struttura locale. Ma ti lascio per il momento in attesa: sarai comunque il primo ad essere informato!

Marco Solferini: Quanto è importante l’attività dei volontari, per ottenere un’ottima gestione della Delegazione FAI come quella di Bologna, reso anche possibile da un team dinamico, competente e appassionato che tu certo in qualità di Presidente ben conosci?

Claudia Tonelli Rossi: I nostri volontari sono parte integrante e imprescindibile della Fondazione. Il loro entusiasmo, la loro passione e le loro competenze ci sono indispensabili per organizzare le nostre manifestazioni, consentendoci anche di portare avanti quotidianamente le nostre attività. Posso sinceramente confermarti che a Bologna il numero di volontari è straordinariamente elevato, e tutti sempre estremamente disponibili ad aiutarci, segno sono convinta di particolare fiducia nel nostro operato.

Marco Solferini: In cosa consiste il progetto FAI Giovani?

Claudia Tonelli Rossi: Il FAI Giovani è composto da ragazzi fra i 18 e i 40 anni, che hanno scelto di porre a disposizione il loro tempo, la loro formazione e la loro professionalità in modo volontario, per realizzare eventi e progetti che diventino momenti di convivialità e di riflessione sulla cultura e sull’ambiente. A Bologna il FAI Giovani è di recente costituzione, ma sono già decine gli aderenti, che beneficiano di iniziative e attività pensate per loro o da loro stessi proposte. Un magnifico modo di condividere con altri giovani l’amore per l’arte, la cultura e il paesaggio italiano che il FAI da sempre diffonde.

Marco Solferini: Cosa ti senti di promettere a chi sta valutando di diventare socio del Fai e qual’è il modo migliore per seguire le attività e rimanere sempre informati sulle novità?

Claudia Tonelli Rossi: Suggerisco a tutti di partecipare innanzitutto a Giornate FAI di Primavera, sarà un’occasione per conoscerci e valutare la qualità delle nostre proposte. Siamo poi a disposizione di tutti coloro che volessero informazioni, sia presso la nostra sede di via Guerrazzi 13, che per email all’indirizzo delegazionefai.bologna@fondoambiente.it.

Ti segnalo infine la nostra pagina Facebook, che contiene notizie sempre aggiornate sulle nostre attività.

Ringrazio il Capo Delegazione FAI di Bologna e invito tutti i lettori a seguire questa bellissima ed importante realtà che tra passato e presente unisce migliaia di Cittadini amanti dell’arte, della cultura e del patrimonio artistico Italiano.

Appuntamento quindi per il 22 e 23 Marzo 2014 per le Giornate di Primavera del FAI.

Invia un commento