Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Mediterranea | October 17, 2018

Scroll to top

Top

No Commenti

Giornata di chiusura per il tredicesimo festival Tuttestorie

Giornata di chiusura per il tredicesimo festival Tuttestorie
Redazione

Giornata di chiusura per il tredicesimo festival Tuttestorie


Una terza giornata ricchissima di appuntamenti per la tredicesima edizione di Tuttestorie – festival di letteratura per ragazzi. Ben 42 gli appuntamenti aperti al pubblico che si susseguiranno a partire dal primo pomeriggio. Venticinque i laboratori oltre a incontri con gli autori, spettacoli, performance e narrazioni che si terranno tutti nell’EXMA di via San Lucifero.

A questi si aggiungono oltre quaranta incontri riservati esclusivamente alle scuole che si terranno negli istituti scolastici, all’EXMA e nelle altre sedi del festival:Libreria per Ragazzi Tuttestorie,  Teatro Massimo, Teatro TSE, Babeuf, May Mask, Casa Felice, Cineteca Sarda, Basilica di San Saturnino, Osservatorio Astronomico, Giardino fronte Exma, Ospedali Microcitemico e Brotzu.

Non solo Cagliari. Fino al 10 ottobre il festival, con un nutrito programma di incontri, sarà anche nelle biblioteche e scuole di Assemini, Carbonia, Decimomannu, Decimoputzu, Elmas, Gonnesa, Iglesias, Isili, Loceri, Pabillonis, Posada, Ruinas, Sanluri, Sant’Antioco, Serramanna, Siliqua, Vallermosa, Villacidro, Villasor, Villaspeciosa.

L’edizione 2018 è dedicata all’immenso tema dei DESIDERI, che verrà declinato fra incontri, laboratori, spettacoli, narrazioni, performance, installazioni ed eventi speciali, in un intreccio fra diverse forme d’arte e discipline, e risuonerà nell’Inno dei Desideri di Bruno Tognolini e Antonello Murgia cantato da Fabio Marceddu e Tiziana Pani. L’edizione 2018, che ha ottenuto la Effe Label, marchio di qualità riconosciuto ai principali festival europei, prevede circa 430 appuntamentirivolti ai bambini e ragazzi da 0 a 16 anni e adulti curiosi, con 95 ospiti fra scrittori, illustratori, artisti, narratori, musicisti, attori, danzatori, scienziati, giornalisti. Si inserisce nella rete 10 Nodi. I Festival d’Autunno a Cagliari.

 IL PROGRAMMA DI DOMENICA 7 OTTOBRE


Bernard Friot

Questi gli ospiti della giornata: Anna Resmini, Giulia Zaffaroni, Emanuele Maniscalco, Francesca Cara, Tecnoscienza, Mook, Bernard Friot, Alessandro Riccioni, Cristina Portolano, Francesca Gentile, Elisa Rota, Cristina Berardi, Daniela Pomata, Sonia  Basilico, Davide Morosinotto, Manlio Castagna, Guido Sgardoli, Francesca Lilliu, Silvia Geroldi, Guia Risari, Silvia Rubecchi, Agnese Baruzzi, Evelise Obinu, Riccardo Tanca, Daniela Cimino, Giorgia Cadeddu, Bruno Tognolini, Giuseppe Festa, Elena Morando, Claudia Solwat, Francesca Amat, Manuel Consigli, Nicoletta Gramantieri, Sara Marconi, Club Jane Austen, Gusti, Alessandro Q. Ferrari, Nati per leggere, Sustainable Happiness, Progetto Barega, Giorgia Atzeni, Sardegna Film Commission, Elisabetta Garilli,  Susi Danesin, Cristina Portolano, Giulia Balzano, Davide Morosinatto, Pierdomenico Baccalario, Gud, Catia Castagna.

La giornata di chiusura inizia alle 11 con una serie di laboratori che vedranno impegnati Anna Resmini, Giulia Zaffaroni e Emanuele Maniscalco, Francesca Cara, Tecnoscienza e Mook. Alle 11.30 ritornano Bernard Friot e Alessandro Riccioni. I due poeti si metteranno in ascolto dei desideri dei più piccoli e regaleranno loro una filastrocca o una poesia. Si prosegue con Cristina Portolano e il suo laboratorio dal titolo Cosa desidero essere?, Sonia Basilico incontra invece il pubblico alle 12 per raccontare come guardavano gli artisti, per essere sempre disposti a osservare il mondo con curiosità. Alla stessa ora lo scrittore Davide Morosinotto parlerà di come si costruisce una storia, mentre Manlio Castagna (vicedirettore del Giffoni Film Festival) e Guido Sgardoli, in collaborazione con Mondadori e PIEMME parlano di cinema per i ragazzi.

Nel pomeriggio, a partire dalle 15 si riprende con i laboratori aperti al pubblico, fino alle 16.30 quando è in programma l’incontro spettacolo con Bruno Tognolini e Giuseppe Festa. Alle 17 Sara Marconi intervista la scrittrice Nicoletta Gramantieri  e alla stessa ora il Club Jane Austen propone un salto indietro nel tempo di duecento anni per calarci nell’Inghilterra della celebre scrittrice.

Ancora alle 17 incontro con Gusti, uno dei più interessanti illustratori contemporanei racconterà di sé e del suo rapporto con il disegno, dai primi studi alla scuola d’arte Fernando Fader, ai primi passi nel mondo dell’animazione che lo hanno condotto negli studi di Hanna Barbera, sino all’approdo nell’editoria per l’infanzia e al Bologna Ragazzi Award for disabilities 2016 con il libro Mallko e papà.

In collaborazione con De Agostini è invece l’incontro con Alessandro Q. Ferrari alle 17.30 nella Tenda Suegiù, mentre alle 18.15 Il viaggio che vorrei, Strade per orientarsi (o perdersi) insieme
a Mia e Pepe
Laboratorio a cura di Sustainable Happiness, Progetto Barega e Giorgia Atzeni Con Sardegna Film Commission. Alle 18.30, nella Torretta Tam Tam, Cristina Portolano e Giulia Balzano e alla stessa ora Davide Morosinotto e Pierdomenico Baccalario insegnano i segreti per scrivere una storia efficace..

Il tredicesimo festival Tuttestorie chiude alle ore 20 con L’Erba vorrei, in tutti i giorni miei, la grande festa finale orchestrata da Catia Castagna.

Quest’anno il Festival ha deciso che era un peccato cercare altrove e ha chiesto ai suoi stessi ospiti, autori e illustratori e musici e vari artisti, di regalare qualcosa.


Vedremo
SUSI DANESIN, coi suoi libri che parlano muti con faccia di clown; GEK TESSARO, coi suoi pasticci stupendi di colori nel maxischermo; ALCHEMILLA ed ELENA IODICE, coi loro simboli antichi e segni d’arte tracciati dai bambini; ELI- SABETTA GARILLI, coi suoi concerti che suonano il desiderio di suonare della gente; la potente ONDADURTO, gran macchina teatrale strepitosa, che cercherà di dire lo strepito di un desiderio; lo IAC con il rito sonoro dei Magari.
Alla fine la morale della favola, il saluto e l’appuntamento saranno come sempre nostri, del Festival Tuttestorie: semi dell’Erba Vorrei per il prossimo anno.

Per tutta la durata del festival, nella Sala Puà, sarà possibile visitare e sperimentare Se potessi esprimere un desiderio, un ambiente narrativo e una esperienza artistica coinvolgente ispirati alle illustrazioni dell’omonimo libro del grande illustratore di Taiwan Jimmy Liao, ospite del festival nell’edizione 2015. Uno spazio giocoso e dinamico, curato da Marco Peri, che ospiterà attività e performance aperte a tutti. Ad accogliere il pubblico, sul cielo del piazzale dell’EXMA un fitto tappeto verde, ideato da Revolver Lab, creerà un irraggiungibile giardino sospeso per aria.

A cura di Andrea Serra e Valentina Sanjust, in collaborazione con la Tana di Lunamonda, anche quest’anno uno dei progetti più significativi del festival, l’Ufficio poetico che raccoglie i pensieri di bambini e ragazzi prima e durante il festival e poi li pubblica, come panni stesi, per tutta la durata del festival. E anche quest’anno non poteva mancare lo scrittore Carlo Carzan, nei panni del grande Sherlock Holmes, che condurrà i bambini alla ricerca di tutti i desideri possibili. Grazie alla collaborazione con Fondazione Sardegna Film Commission, Sardegna Ricerche e Assessorato all’Industria della Regione Sardegna, per tutta la durata del festival verrà proposta una selezionemirata per bambini e ragazzi di web series e corti realizzati per promuovere buone pratiche ecosostenibili.

Invia un commento