Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Mediterranea | November 14, 2018

Scroll to top

Top

No Commenti

EUROPA CREATIVA, IL PROGRAMMA EUROPEO PER LA CULTURA (prima parte)

EUROPA CREATIVA, IL PROGRAMMA EUROPEO PER LA CULTURA (prima parte)
Alessandra Ghiani

Europa Creativa è un programma europeo che finanzia e sostiene la cultura per il periodo 2014-2020. In un’ottica di valorizzazione dei talenti e delle attività meritevoli di tutela, la Comunità europea propone periodicamente iniziative rivolte a cittadini, istituzioni e imprese europei. Erasmus+ per la scuola e, in generale, per l’istruzione di ogni ordine e grado, Horizon 2020 per la ricerca e l’innovazione tecnologica, JPI Cultural Heritage per il patrimonio culturale e i cambiamenti globali ne sono esempio. I finanziamenti di Europa Creativa sono destinati, invece, ai settori culturali e creativi.

Il programma mira a sfruttare le possibilità offerte dal digitale e dalla globalizzazione affinché il settore culturale contribuisca alla creazione di posti di lavoro e a una sempre maggiore coesione sociale, oltre che alla sua naturale vocazione di attività ricreativa.
Europa Creativa prevede due sottoprogrammi, Media e Cultura, e comprende una sezione transettoriale articolata in due parti: lo strumento di garanzia per i settori culturali e creativi e il sostegno alla cooperazione politica transnazionale.
Il sottoprogramma Media sostiene il settore audiovisivo, mentre il sottoprogramma Cultura finanzia le iniziative di cooperazione, le piattaforme, i network e le traduzioni letterarie.

Gli obiettivi di Europa Creativa sono:

  • promuovere la diversità culturale e linguistica europea;
  • rendere maggiormente competitivi i settori culturali e creativi in ambito transnazionale e internazionale;
  • favorire la circolazione delle opere culturali e creative e degli operatori del settore;
  • accrescere la capacità finanziaria delle PMI e delle organizzazioni del settore culturale.

Anche le iniziative legate alle Capitali Europee della Cultura, alle Giornate Europee del Patrimonio, al Marchio del Patrimonio Europeo e i Premi dell’Unione Europea per la cultura (letteratura, architettura, tutela del patrimonio, cinema e musica rock e pop) sono finanziati attraverso il programma Europa Creativa.

SOTTOPROGRAMMA MEDIA

Nato per finanziare l’industria europea del cinema e dell’audiovisivo, il sottoprogramma Media sostiene, nello specifico, la realizzazione di progetti audiovisivi e videogame, la produzione, distribuzione e promozione di opere televisive e la formazione nel settore.
Il programma sostiene le cooperazioni internazionali, la circolazione di opere audiovisive europee nel mondo, gli scambi tra imprese e favorisce il marketing e la distribuzione delle opere stesse. Per rendere possibile tutto ciò, una delle misure finanziate è proprio la formazione dei soggetti operanti nel settore per incrementarne le competenze, favorire la condivisione di know-how e accrescere la qualità del prodotto audiovisivo. Un altro strumento è rappresentato dai festival e da tutti quegli eventi che permettono di far conoscere al grande pubblico e agli addetti ai lavori questo importante settore culturale.
Il sottoprogramma Media è rivolto a tutti i Paesi membri dell’Unione Europea, alla Norvegia, all’Islanda, all’Albania, alla Bosnia-Erzegovina, all’Ex Repubblica Jugoslava di Macedonia, al Montenegro, alla Serbia, alla Georgia (parzialmente), alla Moldavia (parzialmente), all’Ucraina (parzialmente), a Israele (parzialmente e con riserva).

I SOSTEGNI FINANZIARI

Europa Creativa, sottoprogramma Media, finanzia:

  • la formazione dei professionisti del settore audiovisivo, purché registrati in uno dei Paesi partecipanti al sottoprogramma e in possesso dei requisiti descritti nel bando;
  • le società di produzione europee indipendenti per agevolare lo sviluppo dell’opera audiovisiva e di produzione. Nello specifico, il sostegno finanziario è rivolto allo sviluppo di un contenuto audiovisivo come progetto singolo, allo sviluppo di un catalogo di progetti o alla realizzazione della programmazione televisiva. Possono accedere ai finanziamenti le società di produzione audiovisiva registrate nei Paesi partecipanti al sottoprogramma in possesso dei requisiti previsti dal bando;
  • le società di produzione del settore videogame;
  • la distribuzione delle opere audiovisive europee nei diversi Paesi aderenti al programma, attraverso il sostegno automatico e quello selettivo alla distribuzione cinematografica di film europei non nazionali e il sostegno agli agenti di vendita per la distribuzione internazionale di film europei;
  • l’accesso ai mercati, ossia la possibilità per produttori e distributori europei indipendenti di partecipare ai principali eventi europei e mondiali e di promuovere le proprie opere nel mercato internazionale. Possono accedere al finanziamento le organizzazioni legalmente registrate in uno dei Paesi partecipanti al sottoprogramma e di proprietà di cittadini di tali Paesi;
  • i festival dell’audiovisivo, ossia riguardanti film e opere audiovisive create in Europa;
  • la film education, con l’obiettivo di stimolare l’interesse del pubblico e accrescere la conoscenza delle produzioni europee. I progetti devono essere presentati da un minimo di tre partner operanti nel settore della film education, provenienti da tre diversi Paesi partecipanti al sottoprogramma e con almeno tre lingue diverse;
  • la promozione online, attraverso diverse azioni. L’azione 1 comprende la promozione digitale e il marketing, con l’obiettivo di aumentare la visibilità e la reperibilità delle opere. L’azione 2 è relativa alla preparazione di cataloghi digitali. L’azione 3 permette di attuare strategie innovative di promozione e distribuzione delle opere;
  • la coproduzione internazionale;
  • la circolazione delle opere cinematografiche attraverso il sostegno a network europei di sale cinematografiche. A oggi, il solo network finanziato dal sottoprogramma è Europa Cinemas;
  • l’azione preparatoria, comprendente il sottotitolaggio di contenuti televisivi culturali in Europa e il crowdsourcing per la realizzazione di sottotitoli, al fine di facilitare la circolazione delle opere europee.

I BANDI APERTI

I bandi attualmente aperti:
sostegno ai festival;
progetti singoli per lo sviluppo di contenuto audiovisivo;
sostegno ai produttori per la realizzazione di opere televisive;
distribuzione selettiva;
promozione delle opere europee online;
formazione.

Per approfondire, è possibile consultare i contenuti online indicati nelle fonti.

FONTI
Europa Creativa – Sottoprogramma Media
Europa Creativa – Sottoprogramma Cultura

Invia un commento