Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Mediterranea | November 16, 2018

Scroll to top

Top

No Commenti

Elisa Di Benedetto tra i premiati del concorso “Giornalisti del Mediterraneo”. - Mediterranea

Elisa Di Benedetto tra i premiati del concorso “Giornalisti del Mediterraneo”.
Redazione

Bari (ITALIA)

C’è anche una collaboratrice di “Mediterraneaonline” tra i vincitori del secondo concorso internazionale “Giornalisti del Mediterraneo”, promosso dall’associazione “Terra del Mediterraneo”. Elisa Di Benedetto, giornalista bellunese, è stata premiata nella sezione stampa del Premio dedicata a “Missioni di pace all’estero”, per il reportage “Così l’Ariete ‘ricuce’ le ferite del Libano”, pubblicato il 9 agosto 2009 sul Messaggero Veneto.

Il premio le è stato assegnato il 30 maggio a Bari con la seguente motivazione: “Elisa Di Benedetto racconta l’azione dei nostri militari di pace in Libano con una ricchezza di particolari e un’essenzialità di linguaggio che ci fa riscoprire un giornalismo di cronaca e di testimonianza sempre più fagocitato da giornalismi del verosimile più che del vero. Le sue notizie sono di una efficacia che avvince e coinvolge senza cedimenti al sociologismo né al retorico”.

Elisa, che collabora con il quotidiano bellunese Il Corriere delle Alpi e diverse testate italiane e straniere online, negli ultimi anni ha seguito il contingente italiano impegnato in Afghanistan, Libano e Kosovo. Impegnata anche nel volontariato, si occupa di integrazione e immigrazione, con particolare attenzione al dialogo tra culture e religioni diverse e ai rapporti tra l’Islam e il mondo occidentale.

La cerimonia di premiazione, presentata dalla giornalista Patrizia Camassa, ha offerto l’occasione a giornalisti, professionisti del mondo dell’informazione e rappresentanti delle istituzioni per riflettere sul ruolo dell’informazione e sul futuro dei media, ma anche sulla qualità del giornalismo e sul ruolo dei giornalisti.
“Bisogna saper raccontare quello che succede” ha commentato l’assessore al Mediterraneo della Regione Puglia Silvia Godelli, sottolineando l’importanza del premio che è “giovane e vitale” e dell’area mediterranea. Il premio, il cui valore a livello internazionale è stato riconosciuto dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, ha visto la partecipazione di circa cento lavori provenienti da tutto il mondo.
“Ricevere i lavori provenienti da testate affermate a livello internazionale nel mondo dell’informazione – spiega Tommaso Forte, giornalista e organizzatore del Premio, che ha offerto l’opportunità di trattare temi come la solidarietà, l’integrazione e l’immigrazione – è motivo di grande orgoglio e soddisfazione. Evidentemente abbiamo toccato temi fortemente sentiti da tutta la comunità dell’informazione”.
“Il successo di questa seconda edizione – aggiunge il presidente della giuria Lino Patruno, sottolineando il ruolo dei giornalisti e il rischio di appiattimento della professione – è testimoniato dal numero dei partecipanti, dal loro alto livello, dal prestigio delle testate di provenienza, dal valore delle esperienze vissute e raccontate. Con la particolarità della nutrita presenza femminile fra i vincitori. Tutti stimoli per una terza edizione sempre più ricca”.

Vincitore assoluto della seconda edizione del Premio è Fausto Biloslavo, del settimanale Panorama. Insieme a Elisa Di Benedetto, sono stati premiati Antonella Galli di LA7, sezione “Solidarietà, Soccorso e Impegno Civile; Francesca Ambrosini di Rete4, sezione “Immigrazione, Integrazione, Accoglienza”; Antonio Di Bartolomeo del Master di giornalismo della Scuola di Perugia, sezione “Giovani Talenti e Web”.

La medaglia di bronzo del Presidente della Repubblica per il Premio Giuria è andato invece a Beppe Stallone di Antenna Sud. Le medaglie di bronzo del Presidente del Senato e del Presidente della Camera, sono state attribuite a Gilda Sciortino (A Sud d’Europa) e Raffaella Angelino (La Rinascita della Sinistra). Menzioni speciali invece per Vincenzo Sinapi (ANSA); Flaviano Masella (RaiNews24) e David Murgia (Sat 2000). Il Premio Scuola di Giornalismo è stato vinto da Matteo Acmè e Antonio Melluso della Scuola di giornalismo di Torino.

Durante la cerimonia sono stati assegnati anche i premi “Caravella del Mediterraneo 2010” a Tony Capuozzo (TG5-Mediaset); Domenico Nunnari (TGR Rai); Antonio Fatiguso (ANSA); Leyla Tavsanoglu (Cumhuriyet-Turchia); Oscar Iarussi (Gazzetta del Mezzogiorno); Michele Traversa (LSDmagazine); Franco Deramo (Enel); al Maggiore Arcangelo Moro fondatore e primo direttore di Radio West in Kosovo; al Colonnello Giuseppe Perrone, Portavoce del Contingente italiano nelle missioni militari, svolte in Iraq e in Libano e alla Memoria del giornalista del Giornale d’Italia, di Giuseppe Solari Bozzi.

Il premio è stato organizzato dall’Associazione “Terra del Mediterraneo”, in partnership con Europuglia, portale di promozione delle attività e dei progetti del Servizio Mediterraneo della Regione Puglia, con il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, della Presidenza del Parlamento Europeo, dell’Assemblea Parlamentare del Mediterraneo, del Ministero delle Politiche Europee, delle Ambasciate di Svezia, Turchia, Polonia, Spagna, Portogallo, Ungheria, Romania e Cipro, dell’Assessorato al Mediterraneo, Cultura e Turismo della Regione Puglia e della Rai-Segretariato.

Invia un commento