Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Mediterranea | December 18, 2018

Scroll to top

Top

No Commenti

Crozza e Il Paese delle meraviglie - Mediterranea

Crozza e Il Paese delle meraviglie
Redazione

Cagliari (ITALIA)

Crozza Italia, si trasforma nel Paese delle meraviglie. Un luogo fantastico, dove tutto può accadere…
Il comico genovese propone una serie di esempi illuminanti per spiegarlo, dalla politica (argomento principe) alla sezione calcio. E da dire ce ne sarebbe tanto, ma il tempo manca sempre, ed è difficile elencare i mali del nostro Paese. Le differenze con Grillo sono notevoli, proprio riguardo questo punto. Crozza propone una comicità arrabbiata, ma senza esagerare come nella disamina giornalistica di Grillo. Si ride e si scherza, e si ride veramente. I tempi comici, la naturalezza della battuta fa divertire tutti.

Il risultato dell’attore comico in teatro è esplosivo, soprattutto in un anfiteatro, luogo deputato alle commedie e alle tragedie. La serata cagliaritana rivela l’attore Crozza come uomo, come persona che diverte e si diverte con noi portando avanti un dialogo continuo. Non ci sono state pause, due ore quasi, di divertimento.
Nella prima parte si è occupato di politica “pura”, dove dei nostri governanti ha esaltato le grandiose capacità e personalità. Per questo argomento si crea una bella atmosfera di empatia e simpatia reciproca, sembrava contento di essere a Cagliari “in questo meraviglioso teatro”, ripete più volte.

Crozza, da solo sul palco, accompagnato solo da una tastiera che suona il ritmo, è tranquillo come a casa sua. Un mattatore, si sarebbe detto in altri tempi, uno che non si stanca mai. Dal punto di vista politico non ha fatto sconti, ha rivelato le debolezze della sinistra come le grandiose buffonate della destra governativa. Dalla villa Certosa in Sardegna, che misura come la Valle d’Aosta, e dove arrivano tutti: Bush, Putin i figli di Putin…

Di Silvio si parla come un regista che sbaglia nello scegliere gli attori, come un allenatore che sbaglia a “mettere in campo la squadra”, per rimanere nel linguaggio del presidente…Una ministra ex soubrette, molto carina ma insomma fuori luogo. “ Se la Carfagna diventa ministro dopo aver fatto l’assistente a Mengacci, a Fiorello cosa gli diamo la presidenza della Repubblica?”

Non risparmia il Walter segretario del PD, che dice “siamo democratici, ma anche un po’ democristiani” tanto per dirne una. Un governo ombra “che farà la crisi ombra, un rimpasto ombra e la caduta del governo ombra”.

Ce n’è per tutti, anche per l’economia cinese, che ci supera in molte occasioni perché lavorano di più. “Se i bambini italiani dopo i compiti giocano con la Playstation, i bambini cinesi dopo i compiti la costruiscono!”.

Si conclude con le imitazioni, sempre perfette: dal Prof. Zichichi, il nostro fisico un po’ svalvolato, all’allenatore Sacchi con cui ha una somiglianza impressionante.

La serata è stata molto istruttiva, oltre aver finito con un dolore alla mascella per le risate… Crozza Italia è entrato nel Paese delle meraviglie, e pare non gli sia piaciuto molto…

Assolutamente da vedere!

 

Invia un commento