Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Mediterranea online | February 25, 2017

Scroll to top

Top

No Commenti

Corpi di Voce. Il suono, la voce, il corpo. Workshop diretto dall’attrice e performer Alessandra Leo

Redazione

corpi di voce

CAGLIARI/ Teatro del Segno (via Giardini 51)
2/3/4 maggio 2014

Sono aperte le iscrizioni a “Corpi di Voce/ il suono, la voce, il corpo”, il workshop diretto dall’attrice e performer Alessandra Leo in programma da venerdì 2 fino a domenica 4 maggio presso la sede del Teatro del Segno in via Giardini 51 a Cagliari. Uno stage teorico pratico intensivo sulle tecniche vocali che parte dal respiro e dalle emozioni per arrivare all’improvvisazione individuale e corale attraverso la ricerca e l’esperienza delle origini del suono.
Info e iscrizioni: 070.680229 e 392.9779211 – laboratori@teatrodelsegno.com

Il canto e la parola (fra teoria e pratica) e l’arte dei suoni, che fa del corpo il primo strumento musicale, in “Corpi di Voce/ il suono, la voce, il corpo” – interessante e intrigante percorso sul filo delle note alla ricerca dell’armonia in compagnia dell’attrice, cantante e performer Alessandra Leo: il Workshop sulle tecniche vocali si terrà da venerdì 2 fino a domenica 4 maggio (venerdì dalle 19 alle 22, sabato dalle 17 alle 20.30 e infine domenica dalle 11.30 alle 13.30 e dalle 14.30 alle 16.30) presso la sede del Teatro del Segno in via Giardini 51 a Cagliari.
Uno stage intensivo – rivolto ad attori e allievi e a chi desideri approfondire la conoscenza del proprio corpo (il primo risuonatore naturale) e trovare, e (ri)scoprire la propria voce – che inizia dai fondamenti: il respiro e la corretta postura come base per un’emissione efficace; i modi e le tecniche in cui utilizzare e imparare a “stratificare” e “ancorare” la voce per poi effonderla nello spazio con intensità e direzioni e intenzioni differenti, fino a costruire una performance.
Un viaggio fra i segreti della psiche e del corpo, fino alle sorgenti del suono e all’intimo legame tra la voce e le emozioni: il gesto e il movimento, le forme molteplici attraverso cui è possibile plasmare e indirizzare l’emissione, la geografia mentale e fisica e la proiezione del sé, le capacità espressive, gli impulsi e le vibrazioni, le frontiere del neuro-training e la percezione.

“Corpi di Voce” è il titolo suggestivo – ed emblematico di una ricerca personale e condivisa sull’energia primordiale custodita nella phonè – la voce nella sua pluralità di significati e valenze: dal primo vagito di un neonato alla dolcezza di una ninnananna che invita al sonno, all’urgenza del comunicare che traduce i pensieri in forme sonore, fino a costituire interi alfabeti e grammatiche. La sua forza simbolica – dal sacro al profano – con il mistero di una prima vibrazione che si fa mondo e materia, scintilla di energia e vita; e la potenza del Logos o Verbo che dà il nome, e quindi definisce la realtà di ciò che è; e il rito stesso della preghiera, come invocazione e tensione all’infinito che si compie intessendo trame di parole in seno all’universo; ma anche la capacità risanatrice e consolatrice, la trasmissione dei saperi, l’espressione dei concetti fondamentali di verità e giustizia.
Se ciascun essere è corpo e voce – per ritrovare l’armonia – la chiave è – o potrebbe essere riconoscere e ricostruire, il proprio “Corpo di Voce”, fuori da pregiudizi estetici, attraverso il ritmo e il controllo della respirazione, il rilassamento e il superamento delle tensioni quotidiane, ma anche la consapevolezza dell’inadeguatezza e parzialità di un sapere esteriore, che assomiglia ai “fragili castelli di carta”.
Nel senso dell’arte – e del teatro, come del canto – è insieme dimensione esperienziale e ricerca individuale (e collettiva) di una via espressiva, attraverso il proprio personale “strumento”, cioè il corpo; è sapienza tecnica e conoscenza di sé e dei propri mezzi. Nel senso della vita è un ritorno alle origini, un viaggio interiore guidato da tecniche per apprendere a esprimersi in maniera più diretta e autentica, ritrovando l’equilibrio tra mente e corpo, o se si vuole spirito, soffio di vita e materia.
Info e iscrizioni: 070.680229 e 392.9779211 – laboratori@teatrodelsegno.com
quota di iscrizione: 100 € (comprensiva di tessera associativa e quota assicurativa)
2/3/4 maggio 2014
Orario:
venerdì 2 maggio 19.00 – 22.00
sabato 3 maggio 17.00 – 20.30
domenica 4 maggio 11.30 – 13.30 / 14.30 – 16.30
quota di iscrizione: 100 € comprensivo tessera associativa e quota assicurativa
numero allievi: massimo 20 – minimo 8 – iscrizioni entro 28 aprile h 19.00

Note sul laboratorio:
Il laboratorio è rivolto ad attori e ad allievi e a chi è interessato a migliorare il suo rapporto con l’uso dello strumento “corpo”. Nel corso verrà utilizzato il lavoro corporeo per arrivare ad utilizzare l’insieme corpo/voce, per ottenere un suono sorretto ed espressione del corpo stesso.
La parte di tecnica si parte dalle tecniche di respiratorie per ritrovare una respirazione corretta su cui poggiare e stratificare il suono. Si intende ricostruire le fondamenta su cui si regge il nostro vivere e che spesso viene deviato dagli stress della vita lasciandoci con un grattacelo costruito su basi potenzialmente instabili e fragili. Vengono inseriti esercizi e tecniche di rilassamento singoli e di gruppo.
Improvvisazione vocale partire dalle emozioni e dalle vibrazioni per arrivare all’emissione di un suono, in improvvisazioni sia singole che di gruppo.
Elementi di neuro training.

Alessandra Leo 3Alessandra Leo:
Corsi e laboratori con: Gianfranco Angei, Valeria Pilia, Fausto Siddi, Francesca Melis, Wilma Lecis, Andrea Meloni, Yves Lebreton, Gilles Coullet, Else Marie Laukvik (attrice fondatrice dell’Odin Teatret), Zygmunt Molik (attore di Jerzy Grotowski), Sol Picò, Enrica Spada, Carlo Damasco, Carla Tatò, Carlo Quartucci, Pino Costalunga, Théâtre du Lierre (Parigi), Maria Casula, Lindsay Kemp, Mario Barzaghi (attore del Teatro Tascabile di Bergamo), Rosalba Genovese, Marinella Daga, Boris Smocovich, Nullo Facchini (Teatro Cantabile 2 Danimarca), Domenico Polidoro, Orlando Forioso, Andrea Pavanello, Franco Fais, Isabella Carloni, Gisella Congia, Nicolaj Karpov, Alberto Capitta.

Corso Europeo “Parnaso” organizzato dall’ATER, Regione Sardegna, Teatro Stabile della Sardegna, Origamundi Teatro, di mille ore per aggiornamento qualifica professionale riconosciuta a livello europeo per attori già professionisti che avessero un minimo di tre anni di lavoro professionistico e contributivo ENPALS, con stage di 250 ore presso Accademia dell’Arte di Arezzo, all’interno del progetto Parnaso con i seguenti docenti Kevin Crawford, Guido De Monticelli, Rossella Faa, Francesco Manetti, Franco Graziosi, Cornelia Wildisen, Michela Mocchiutti, Marcello Bartoli, Scott Pattman, Eli Simon, Carlos García Estévez, Giorgio Rossi, Gianni Bruschi, Paul Keenan, Andrea Mei, César Brie.

Invia un commento

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *