Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Mediterranea | November 13, 2018

Scroll to top

Top

No Commenti

Contemporary Art meeting 500 la reinterpretazione della macchina che ha cambiato l’Italia - Mediterranea

Contemporary Art meeting 500 la reinterpretazione della macchina che ha cambiato l’Italia
Redazione

Milano (ITALIA)

Fiat 500 la più amata dagli Italiani, una frase che definisce nel modo più efficace possibile la 500.
Cinquant’anni fa Fiat la presentò e quest’ovetto cambiò la storia dell’Italia del secondo dopo guerra.
Un’Italia che sognava L’America, stanca degli stenti di un conflitto nel quale si era cacciata, l’inseguimento di un sogno, di una tranquillità sociale, una voglia di benessere che finalmente cominciava ad affacciarsi.
La “500” si propone al mercato, all’Italia che sognava l’America, una vera quattro ruote da sostituire alla “Vespa”, un sogno che si realizza nell’estate del 1957, con le pubblicità a tinte pastello, l’allora presidente del consiglio Adone Zoli che la provò in anteprima nei giardini del Viminale, entusiasmando la stampa e i molti curiosi.

Una “vetturetta” che ha segnato e fatto sognare un’epoca toccata dal conflitto mondiale, poteva avvalersi dell’auto per tutti la prima utilitaria del mondo, proprio come diceva la Reclam: “A vent’anni dalla originaria 500 (Topolino) a scia di un uguale successo, la “Nuova 500 Fiat” completamente nuova, moderna di minor prezzo, degna di succedere alla prima vettura del mondo realizzata dalla Fiat”. Era l’Italia del lascia o raddoppia era lo stesso periodo del boom dell’omonimo programma di Mike Buongiorno e la 500 riprendeva perfettamente quello stato d’animo: si puo’ essere eroi stando seduti.
La Contemporary Art meeting 500:
il vernissaje ha data il 21 Settembre 2011 alle ore 18:00 in via Forcella 7 presso lo spazio Concept una location dal sapore street nel cuore di zona Tortona, via vai di sfilate ed eventi durante la fashion week che ha inizio proprio il 21 Settembre infatti la scelta non è stata per niente casuale.

Un esposizione organizzata da Artweet, oltre 50 artisti molti a livello internazionale si sono cimentati nella reinterpretazione della “500” diventata musa ispiratrice.
Pittura, aerografia, fotografia modellismo da collezione, (disegnato da Artwee e prodotto da Brumm) una totale libertà di espressione caratterizza la collettiva, realizzata col contributo di Spazi Possibili.
Alcune opere raccontano la capacità di emozionare della 500, altre giocano con la sua inconfondibile forma, altre raccontano un periodo storico o una reinterpretazione attuale, come il quadro dell’artista Duty Gorn (una volta fù writer)

Che ha voluto essere audace e sfacciato, ritraendo la testa del fondatore della Fiat rivolta al contrario racchiusa dalla sagoma stilizzata della “500” dove scende il segno del tracollo finanziario, una tela decisamente d’impatto e senza mezzi termini dove il colore freddo dell’azzurro viene interrotto dal caldo del rosso che delinea il tracollo, l’incertezza che pervade anche un mondo sicuro come quello di Fiat, la tela di Duty Gorn è sicuramente la più descrittiva e attuale.

Andy pittore affermato già da tempo, riconoscibile attraverso ai suoi soggetti e oggetti “Pop” come personaggi dei cartoni animati e visi di donne anni ’50 il tutto in un tuffo di colori Fluo, di fatti Andy è anche il fondatore dello spazio FluOn, suo quartier generale e spazio creativo.
Thomas Bee New Yorkese si presenta con una brillante idea, divertente e decisamente originale: una “500” riacavata dai gratta e sosta, Thomas Bee è sempre stato geniale nelle sue creazioni, come le cannucce da cocktail nelle teche di plexiglas, preparate per dieci pannelli che fecero da sfondo allo spettacolo Bilico.
Marco Casolino reinterpreta 500 nel suo classico modo interpretare gli oggetti, Casolino è un maestro delle arti visive e interpreta la sua opera in modo ironico, diventando lui stesso una “500”.

Luigi “Raptuz” Muratore: Classe 1968 , fondatore della Tdk crew, in breve diventa un vero e proprio mito nell’ambiente del writing Italiano, nel 1991 l’avventura americana ed entra a far parte della CBS Crew da lì a breve il Festival of Arts a Laguna Beach e la partecipazione ai Vergas Awards a Las Vegas . Nel 2008 fonda la TDK Art D Vision, che crea e promuove esposizioni di street Artist emergenti, la tela di Raptuz è sempre riconoscibile ovunque!
Veneziano Berton nasce a Milano nei primi anni ’50, sin da giovane comincia a lavorare nella pubblicità, infatti nella sua tela dedicata alla 500 si nota l’influenza della sua trascorsa esperienza professionale, ma si scopre anche una grande ironia.

Questi sono solo alcuni dei 50 artisti che hanno esposto allo spazio Concept di Milano, la mostra nel 2012 sarà ospitata in altre prestigiose sedi delle città Italiane, si prevede inoltre una sfilata di Fiat 500 d’epoca all’esterno della location realizzata con la collaborazione di Fiat 500 Club e con il fiduciario del club di Milano Luigi Parolini, saranno presenti il Vice presidente del Club 500 Italia, Alessandro Scarpa.
In più sarà possibile ammirare un auto da corsa con motore Fiat giardiniera, una formula Monza che raggiunge la velocità di 180 Km/h costruita da Sofia Car.
Ancora un esempio che testimonia il carattere di una piccola auto e del suo grande mondo.

Invia un commento