Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Mediterranea online | February 25, 2017

Scroll to top

Top

Visti da noi

Stato Migrante, personale fotografica di Roberto Pili al Ghetto di Cagliari.

Un’emozione molto forte. La prima cosa che noti è l’incognita delle persone che arrivano da un’altra realtà e non sanno cosa li aspetta.

Roberto Pili descrive così il suo primo e indimenticabile sbarco di migranti avvenuto nell’aprile del 2011 e che lo ha portato a raccontare il loro incessante arrivo in Sardegna.

La sua personale fotografica “Stato Migrante”, curata da Giacomo Pisano in collaborazione con Chourmo e Marina Cafè Noir, è stata inaugurata a Cagliari il 10 febbraio, e rivela i volti di coloro che hanno deciso di attraversare il mare per raggiungere le coste dell’Italia. All’inaugurazione sono intervenuti inoltre Don Ettore Cannavera, fondatore della comunità La Collina, Mauro Carta e Valter Piscedda. All’interno del percorso espositivo è possibile visualizzare la video mostra ‘Diversamente Migranti’.

Roberto Pili inizia la sua carriera di fotoreporter freelance nel 2007 e racconta che, quando ha iniziato a documentare i primi sbarchi, non aveva in mente di renderli una mostra o un’esposizione.

Continua

La burrasca in Sardegna vista dal faro Mangiabarche

Calasetta, febbraio 2017. Una violenta mareggiata colpisce le coste della Sardegna, provocata da venti fortissimi, con raffiche di oltre 100 Km l’ora. Continua

D’Alema a Cagliari: l’ex presidente del Consiglio partecipa al V Meeting internazionale delle politiche del Mediterraneo

Cagliari – L’ex presidente del Consiglio, Massimo D’ Alema, ha partecipato il 1 Febbraio, al “V Meeting internazionale delle politiche del Mediterraneo”. Continua

Giulio Angioni, lo studioso, il professore, l’uomo immerso nel mondo. Riflessioni e frammenti di memoria di un’allieva

Vivere non è precisamente la stessa cosa che vivere sapendosi vivere, potendone parlare e potendo fissare fuori di sé discorsi e costrutti interiori

Giulio Angioni Continua

Desulo: il Natale in posti di montagna e di silenzi

Il Natale a Desulo, e in generale nei paesi di montagna, è fatto soprattutto di silenzi. Il primo silenzio, che coglie impreparati, è quello del risveglio. Aprire gli occhi sotto le lenzuola mentre si cerca di scacciare il freddo. Sapere che attorno, a un soffio di vento dalle case, si è circondati dalla montagna. Continua

Al Lazzaretto un viaggio immaginario nel mondo della danza

Una domenica cagliaritana all’insegna del canto e della danza, quella presentata il 20 novembre da Carovana SMI all’interno di “Approdi. Festa d’Arte e Comunità”. Ad organizzarla Glen Çaçi, coreografo e performer italo-albanese: al Centro d’arte e cultura “il Lazzaretto” ha messo in scena “Tutorial # Alieno nr 1”, un karaoke danzante che ha coinvolto gli spettatori in una performance collettiva e partecipata. Continua