Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Mediterranea online | April 28, 2017

Scroll to top

Top

Ambiente

Castellabate: “Benvenuti al Sud” nella spiaggia del giglio di mare fra dubbi e promesse di riqualificazione

Viste spettacolari, paesaggi di mare e di collina di un’Italia di periferia è l’ambientazione scelta da Luca Miniero per il noto film “Benvenuti al Sud” ambientato a Castellabate in provincia di Salerno. La località resa famosa dalle riprese per la Medusa film è un’oasi naturalistica di rara bellezza. Continua

Sulle orme di Linneo alla ricerca di insetti in Sardegna

Come all’inizio di ogni anno, da ormai diversi decenni, un gruppo di naturalisti per passione rinnova il patto silenzioso con la natura della Sardegna per conoscere e scoprire i suoi segreti. La promessa è di preservarne la sua preziosa biodiversità al centro del Mediterraneo. Continua

Il benessere passa dal parco di Molentargius: al via i gruppi di cammino

Una passeggiata per la salute è stata l’iniziativa organizzata dal Comune di Quartu Sant’Elena nel parco di Molentargius domenica 6 novembre. Solo la prima di una serie che ha come finalità la costituzione di gruppi di cammino per favorire l’attività fisica. Continua

Sardegna, viaggio nel paesaggio della biodiversità

1

La fortuna di essere isola, il vantaggio di essere crocevia. Questi due aspetti della Sardegna, assieme ad altrettanto fortunate coincidenze latitudinali, climatiche e orografiche, ne hanno forgiato l’unicità e plasmato la varietà naturale e culturale. Continua

I boschi sono contagiosi, storia di un’eccellenza naturale

Un vecchio pastore all’ombra di una gigantesca e vetusta quercia, in attesa, paziente, con il fedele fucile appeso al ramo, mentre “In fondo al bosco si odono ininterrotti colpi di scure, ripetuti dall’eco, e pare che tutta le foresta ne tremi”. Continua

Sardegna Ricerche, la Avalon dell’innovazione

 

A pochi chilometri da Cagliari, nella costa sud-occidentale della Sardegna, a due passi dalle bellissime spiagge di Pula e Domus de Maria e a ridosso dei rilievi montuosi del Sulcis, si estende un parco naturale di 160 ettari fra lecci, sugheri, pini, corbezzoli e arbusti della macchia-foresta. Continua