Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Mediterranea | November 12, 2018

Scroll to top

Top

No Commenti

Cabudanne de sos poetas, riparte il laboratorio di poesia nelle Case Famiglia del CTR - Mediterranea

Cabudanne de sos poetas, riparte il laboratorio di poesia nelle Case Famiglia del CTR
Redazione

Il 23 e il 24 gennaio ritorna il laboratorio di poesia nelle Case Famiglia della Cooperativa Sociale CTR curato dalle poetesse Azzurra D’Agostino e Francesca Matteoni, in collaborazione con Perda Sonadora.
Novità di quest’anno, la collaborazione con gli studenti del Liceo Classico De Castro di Oristano

<<Questo è un patto tra di noi e le persone che ci hanno accolto. Accogliere è un gesto di salute. C’è l’autarchia di un libro fresco e importante fuori dal mercato editoriale. Combattere lo stigma. Andare a scavare con dei temi molto semplici dentro noi stessi, cosa che non si fa molto spesso. Uscire e stare insieme creando, e agire fuori dall’ottica della prestazione>>. Così le poetesse Azzurra D’Agostino e Francesca Matteoni introducevano lo scorso anno al pubblico della XI edizione del Cabudanne de sos poetas il libro “Un ponte gettato sul mare”, esito del laboratorio di poesia da loro condotto e realizzato in collaborazione con Mario Cubeddu e l’associazione Perda Sonadora, Alessandra Tomassone e la Cooperativa sociale CTR, indirizzato agli ospiti delle case famiglia di Busachi, Samugheo, Santa Giusta e Oristano. Un workshop di poesia, manifesto sull’etica sul fare che, visto l’entusiasmo degli iscritti, ritorna quest’anno per una nuova edizionePartita domenica 23 gennaio 2017, la prima fase vede una trentina di partecipanti, ricoverati in gran parte, con qualche operatore e qualche esterno, e si svolgerà per due giorni intensi, fino al 24 gennaio, nelle Case Famiglia del CTR, che gestisce, dal 1998, una significativa rete di servizi residenziali e semiresidenziali nel campo della riabilitazione psichiatrica e dell’inclusione sociale di persone con problemi di salute mentale. Un laboratorio che si apre anche all’esterno e la cui novità di quest’anno è la nuova collaborazione con il Liceo Classico De Castro di Oristano, grazie al quale la classe sarà composta da un mix di utentipazienti e di giovani studenti delle ultime classi del liceo. Questi daranno il loro contributo all’interno delle Case Famiglia per aiutare gli operatori e svolgere le attività dell’alternanza scuola-lavoro previste dalla riforma del Ministero dell’Istruzione. Una iniziativa sostenuta con grande partecipazione anche dal Preside del Liceo oristanese Prof. Pino Tilocca e dalla referente dei percorsi progettati sotto la responsabilità dell’istituzione scolastica o formativa, Prof.ssa Helga Corpino.

Un lavoro laboratoriale rivolto quindi anche a partecipanti esterni, che vede innanzitutto i ragazzi delle scuole, i quali, attraverso quest’esperienza di confronto e cooperazione paritaria possano apprezzare la loro stessa fragilità come un bene, una risorsa preziosa da cui ricavare la forza e la speranza che serve per vivere. L’obiettivo finale è quello di aprire le porte a tutti coloro che desiderino fare questa esperienza: ospiti delle strutture, operatori ed educatori, studenti,abitanti del luogo, poeti. <<Il nostro lavoro si concentrerà su un tema specifico, la Sardegna e l’abitare un luogo, una casa, mettendo in evidenza, attraverso vari esercizi, tutte le voci, le attività, le eredità che risuonano nell’abitante, dalle suggestioni folcloriche e culturali, ai mestieri, all’idea di isola, alla lingua>>, spiega Mario Cubeddu, presidente dell’associazione culturale Perda Sonadora.

Per informazioni:

ASSOCIAZIONE PERDA SONADORA
Presidente Mario Cubeddu
Via Pippia, 59
09070 Seneghe (OR)
tel.: +39 0783 54676
cell.: +39 347 0105798

Invia un commento