Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Mediterranea | December 13, 2017

Scroll to top

Top

Cristina Delunas

Cristina Delunas

Cristina Delunas

Naturalista e artista, dopo numerosi anni dedicati alla divulgazione scientifica nei musei, frequenta il Master in Giornalismo Scientifico all'Università di Ferrara e scopre la passione per il giornalismo.

Articoli di Cristina Delunas

Il moscardino: tutela di un piccolo roditore che indica la salute dei boschi

Quale può essere l’importanza di una singola specie animale per un ecosistema, per un habitat o per determinato ambiente? Esistono specie, a volte piccole, molto piccole, la cui presenza è fondamentale nell’evoluzione dei luoghi naturali nel tempo. E’ il caso del Moscardino, piccolo mammifero roditore, che vede al via il suo monitoraggio che darà informazioni fondamentali sullo stato di salute dei boschi del Parco dei Castelli Romani.

Sono state realizzate … Continua

Divulgazione scientifica a Genova: parola d’ordine Contatti

La città di Genova come luogo di Contatti dal 25 ottobre al 5 novembre è stata protagonista di eccellenza nella divulgazione della scienza. Contatti nella più ampia accezione del termine è stato il tema dell’ultimo congresso nazionale dell’Associazione Nazionale Museologia Scientifica e del Festival della Scienza che per la prima volta si sono svolti in sinergia con l’obiettivo comune della diffusione del sapere scientifico nei contesti della vita moderna. Continua

A Olzai l’arte si tinge di rosa

Il prossimo 18 novembre la Casa Museo Carmelo Floris a Olzai ospiterà Arte in Rosa, una mostra d’eccezione di quaranta opere, per lo più inedite, realizzate da ventidue tre le più note artiste della Sardegna vissute tra gli anni Venti del Novecento fino ai giorni nostri. Continua

Fuochi e fumi: Quartu Sant’Elena emergenza ambiente

Cosa si cela dietro i misteriosi fumi che da oltre un mese ammorbano l’aria della città? Un fenomeno che sembrava essere legato inizialmente agli incendi estivi all’interno del parco naturalistico di Molentargius ha assunto i connotati di un disastro ambientale di proporzioni indeterminate.

Continua

“Gioiello ritrovato” ipotesi intorno a un quadro di donna in abito sardo

Sabato 2 settembre un folto pubblico si è ritrovato all’ex Convento dei Cappuccini a Quartu Sant’Elena per assistere a una insolita presentazione voluta dall’Amministrazione comunale.
Un misterioso quadro, il Gioiello ritrovato, che rappresenta una donna in costume tradizionale quartese è stato per la prima volta mostrato al pubblico. Continua

La lotta: classe infinita dei pochi atleti italiani. Intervista all’olimpionico Andrea Minguzzi

La lotta greco-romana, una disciplina la cui origine si perde nelle origini dell’uomo, è oggi una disciplina sportiva che vede come obiettivo le Olimpiadi. Di derivazione tutta mediterranea la lotta vede competere le nazioni più forti al mondo in duelli sottesi tra prove di forza, arti marziali ed equilibrio psicofisico. Continua

Lo spopolamento di Cagliari: ragioni e prospettive. Intervista al Prof. Pasquale Mistretta

L’abbandono volontario del centro storico di una città che non ha più spazio per nuove edificazioni edilizie, di una città al centro di un’area metropolitana che stenta a decollare è un riflesso di situazioni che abbracciano la “questione sarda”, il “mezzogiorno”, che coinvolgono i giovani in un esodo senza fine. Continua

La natura con gli occhi del cuore nel Parco dei Castelli Romani

Occhi d’artista che ritraggono le meraviglie della flora e della fauna italiana, la natura con gli occhi del cuore, gli occhi di una naturalista precocemente scomparsa che aveva dedicato la sua vita alla Natura sono oggi gli occhi di 40 artisti che si sono ritrovati al Parco dei Castelli Romani. Continua

Tegnùe: scoperta l’origine dei coralli di Venezia


Un gruppo di ricerca coordinato dall’Istituto Ricerche Marine (ISMAR) e dal Centro Nazionale Ricerche (CNR) svela il mistero Tegnùe, i coralli di Venezia che costituiscono un ecosistema unico e tipico delle acque mediterranee al largo di Chioggia. Continua

Castellabate: “Benvenuti al Sud” nella spiaggia del giglio di mare fra dubbi e promesse di riqualificazione

Viste spettacolari, paesaggi di mare e di collina di un’Italia di periferia è l’ambientazione scelta da Luca Miniero per il noto film “Benvenuti al Sud” ambientato a Castellabate in provincia di Salerno. La località resa famosa dalle riprese per la Medusa film è un’oasi naturalistica di rara bellezza. Continua