Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Mediterranea | November 21, 2018

Scroll to top

Top

No Commenti

Anche un sardo nel gruppo di lavoro a supporto di ‘EXPO e Territori’, progetto coordinato dalla Presidenza del Consiglio dei ministri - Mediterranea

Anche un sardo nel gruppo di lavoro a supporto di ‘EXPO e Territori’, progetto coordinato dalla Presidenza del Consiglio dei ministri
Redazione

Il consulente sulcitano Giuliano Ghisu è stato selezionato per far parte del gruppo di lavoro a supporto del DPS (Dipartimento per lo Sviluppo e la Coesione economica), unità altamente professionale che si occuperà di coordinare e monitorare l’attuazione del progetto strategico ‘Expo e Territori’ (Viaggio alla scoperta dei tesori nascosti e delle eccellenze agroalimentari d’Italia), in preparazione e durante l’Esposizione universale, che aprirà ufficialmente a Milano il prossimo 1° maggio.

COINVOLGIMENTO MINISTERI E REGIONI. Nel progetto sono coinvolte 19 Regioni e la Provincia autonoma di Trento – enti che hanno formulato un pacchetto d’offerta territoriale – e cinque Ministeri (Politiche agricole, alimentari e forestali, Beni e attività culturali e Turismo, Affari esteri e Cooperazione internazionale, Istruzione, università e ricerca, Ambiente, tutela del territorio e del mare) che hanno avviato, in Italia e all’estero, iniziative collaterali di promozione, interscambio culturale, animazione e formazione.

AMPLIARE ESPERIENZA EXPO. L’obiettivo del progetto, che partirà a metà mese, e del gruppo di esperti è collegare l’evento di Milano ai diversi territori italiani e ampliare l’esperienza di Expo 2015. E nel dettaglio: valorizzare le aree del Paese che, per dotazione di risorse (culturali, ambientali, del ‘saper fare’, specie in relazione ai temi dell’Esposizione universale, ‘Nutrire il pianeta, energia per la vita’), possano divenire destinazioni di flussi provenienti dall’Expo; promuovere la conoscenza a livello internazionale delle risorse territoriali delle Regioni italiane; indurre effetti rilevanti in termini di competitività dei territori e dei sistemi produttivi; infine, innescare processi di sviluppo basati sulla valorizzazione delle loro risorse.

INTERCETTARE VISITATORI. Per la Sardegna, come per le altre regioni italiane, si tratta di un’importante occasione di presentare e valorizzare le eccellenze produttive delle diverse filiere agroalimentari insieme al patrimonio culturale e artistico, ai beni paesaggistici e naturalistici, alle strutture di accoglienza e ricettività presenti nel suo territorio. La finalità è intercettare i visitatori che giungeranno all’Expo nel semestre maggio – ottobre 2015, espressione di una ‘domanda’ legata a interessi di business (investimento in produzioni italiane o importazione di prodotti agro-alimentari di qualità), di ricerca scientifica e tecnologie per l’agricoltura, di sicurezza e qualità alimentare, di benessere, cultura, stile e qualità della vita. Le stime parlano di circa 20 milioni di visitatori, dei quali 10 milioni stranieri, che potenzialmente possono sfruttare il viaggio in occasione dell’Expo anche come opportunità per ampliare la conoscenza dell’Italia, e in particolare della Sardegna.

Note
Giuliano Ghisu. Nato nel 1970, di Sant’Anna Arresi (CI), laureato in giurisprudenza, con formazione post laurea di carattere economico aziendale.
Attività professionale. Consulente di finanza agevolata per gli investimenti delle imprese – Consulente Enti Pubblici Animazione e Sviluppo Locale – Progettazione Comunitaria.
Attività svolte in precedenza. Da 15 anni libera professione come consulente per le imprese ed Enti Pubblici; collaboratore del Comune di Quartu da diversi anni nel settore Programmazione Strategica e Attività Produttive; coordinatore amministrativo del Progetto Comunitario LIFE SOSS DUNES;  già consulente dell’Assessorato regionale del Turismo, Artigianato e Commercio; già  componente e presidente della commissione ministeriale 99Ideas del Piano Sulcis, etc.

Invia un commento