Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Mediterranea | November 16, 2018

Scroll to top

Top

No Commenti

Alla sede dell'Unesco di Parigi la serata "Cagliari, la Sardaigne, une île de la Méditerranée” - Mediterranea

Alla sede dell’Unesco di Parigi la serata “Cagliari, la Sardaigne, une île de la Méditerranée”
Redazione

Riflettori puntati su Cagliari e sulla Sardegna domani, mercoledì 30 settembre, all’Unesco di Parigi. L’occasione è offerta da “Cagliari, la Sardaigne un ile de lé Méditerranée”, la serata di gala organizzata dall’associazione Sardegna in musica con il sostegno e il contributo del Comune di Cagliari.

Protagonisti saranno la musica classica e la Festa di Sant’Efisio. Forte del successo recentemente riscosso con la XV Accademia internazionale di musica di Cagliari, l’associazione Sardegna in musica porterà sul palcoscenico della Salle 1 dell’Unesco (quella da 1.600 posti, riservata agli eventi più importanti) i giovani talenti sardi che più si sono distinti in quella occasione. Inoltre, per la prima volta, Sant’Efisio e i riti legati alla sua festa, saranno al centro di un convegno internazionale che vedrà riuniti, insieme all’assessore al Turismo del Comune di Cagliari, Barbara Argiolas, studiosi di caratura internazionale.

La serata prenderà il via alle 16 con il convegno “Il pellegrinaggio come fenomeno sociale. Il caso della Festa di Sant’Efisio: una tradizione, un popolo, una cultura”, in cui saranno analizzate e ripercorse le peculiarità culturali, storiche e religiose dell’Isola attraverso il rito di scioglimento del voto e la Festa di Sant’Efisio, candidati al riconoscimento come Patrimonio immateriale dell’umanità dell’Unesco, in relazione a esperienze simili, dai pellegrinaggi dei devoti musulmani alla Mecca, fino all’esperienza del Cammino di Santiago de Compostela. Il convegno si avvarrà degli interventi dell’assessore al Turismo del Comune di Cagliari, Barbara Argiolas, di Barbara Terenzi, antropologa delle religioni all’università La Sapienza di Roma, di Joëlle Rostkowski, docente nella Ecole des hautes etudes en sciences sociales (la più importante scuola di studi etnoantropologici e di scienze sociali in Francia) e direttrice della prestigiosa Galerie Orenda, e di Emmanuelle Bruyère- Buvat, docente alla Sorbona.

Si prosegue con la serata di gala (giunta all’VIII edizione), che avrà per madrine l’attrice cagliaritana Caterina Murino, nelle vesti di presentatrice, e l’attrice Claudia Cardinale, Ambasciatrice di buona volontà dell’Unesco. Sul palco ci saranno oltre all’assessore Barbara Argiolas, il direttore generale dell’Unesco, Irina Bokova, e il direttore artistico dell’Accademia internazionale di musica di Cagliari, Cristian Marcia. Dopo la proiezione del video promozionale della città capoluogo della Sardegna “Cagliari. The life you want”, la scena passa al grande concerto vedrà sul palco stelle mondiali della musica classica, alcune delle quali fanno parte del corpo docente dell’Accademia internazionale di musica di Cagliari. Tra questi ci sono il clarinettista Florent Heau, considerato l’ultimo esponente della grande tradizione francese del clarinetto, Stephanie Marie Degand, violinista ammirata in tutta Europa per le sue esibizioni sia come solista sia nelle formazioni da camera, Vanessa Benelli Mosell, pianista che a soli 27 anni è già una stella di primordine nel panorama mondiale, sino allo stesso Cristian Marcia, apprezzato chitarrista. Il concerto sarà anche l’occasione per far conoscere i giovani talenti sardi che più si sono distinti nella recente edizione dell’Accademia internazionale di musica di Cagliari: il tenore Mauro Secci e i chitarristi Luca Micheletto e Raffaele Putzolu.

A seguire la serata dedicata a Cagliari e alla Sardegna sarà una folta platea composta anche da diverse personalità: rappresentanti dell’Unesco, dell’Italia in Francia, ambasciatori e personaggi del panorama intellettuale italo-francese.

Invia un commento