Warning: Declaration of Walker_Cat_Filter::start_el(&$output, $category, $depth, $args) should be compatible with Walker_Category::start_el(&$output, $category, $depth = 0, $args = Array, $id = 0) in /web/htdocs/www.mediterraneaonline.eu/home/wp-content/themes/extranews/functions/extra-functions.php on line 287
Al Teatro Centrale di Quartu comincia la rassegna Il Teatro delle Meraviglie - MediterraneaMediterranea
Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Mediterranea | May 24, 2019

Scroll to top

Top

No Commenti

Al Teatro Centrale di Quartu comincia la rassegna Il Teatro delle Meraviglie - Mediterranea

Redazione
Share
natadallaluna

Nata dalla Luna

Il 6 Gennaio 2017 alle ore 18:00 presso il Teatro Centrale di Quartu si terrà il 1° appuntamento dell’anno con “Il Teatro delle Meraviglie”.

Ad inaugurare la stagione 2017 sarà l’artista Virginia Viviano dell’associazione “Circus Maccus” con il suo spettacolo “Nata dalla Luna”, un musical di Teatro Circo tratto da “Le cosmicomiche” di Italo Calvino, con musiche di Rossella Faa e coreografie di Enrica Spada; uno spettacolo per tutti, grandi e bambini.
Tutti, infatti, possono sentire, gustare il brivido della magia del corpo acrobatico sul trapezio, o mentre gioca col fuoco o si arrampica su sino alla luna. Tutti possono vedere i pesci volanti, la luna che si tuffa in mare…tutti possono sentire il sapore dolce del latte lunare.

Questi sono gli ingredienti di uno spettacolo prezioso come un gioiello, ideato ed interpretato da Virginia Viviano: un’attrice, acrobata, giocoliera, cantante ed incantatrice che vi trasporterà in fantastici mondi lunari dove è possibile volare!

A seguito del recente incendio che ha mandato in fiamme il camper dell’artista e bruciato tutto il materiale contenuto al suo interno, raccolto in oltre 16 anni di lavoro, l’ingresso avrà eccezionalmente il costo di 10 Euro per gli adulti ed 8 Euro per i bambini. L’incasso verrà, infatti, interamente devoluto all’artista per consentirle di “ricominciare a volare” dopo tale sventura.

Share

Invia un commento