Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Mediterranea | November 15, 2018

Scroll to top

Top

No Commenti

Al Lazzaretto di Cagliari la festa “Palestina in Sardegna” - Mediterranea

Al Lazzaretto di Cagliari la festa “Palestina in Sardegna”
Redazione

Oggi, sabato 23 luglio, gli appuntamenti del progetto “Navigare i confini” proseguono con “Palestina in Sardegna”, una grande festa a cura dell’associazione Sardegna- Palestina.

Si comincia alle 18 nel Lazzaretto di Sant’Elia con l’esposizione di artigianato palestinese, abiti tradizionali e videoinstallazioni. Saranno anche proiettati filmati storici e di repertorio della Palestina prima del 1948, anno del nabka, l’esodo del popolo durante la guerra civile del 1947/1948. Dopo la cena palestinese (prenotazioni al numero 338 378854), la serata si chiude con “Se fossi una candela nel buio”, spettacolo a cura dei SANDAL FALASTIN, ensemble di danza, musica, teatro con la direzione artistica Fabrizio Lai.

Durante la serata, e sino a domenica, sempre nel Lazzaretto sarà anche possibile visitare “Migrazioni di corpi e d’immagini”, installazione video d’arte dall’archivio del Festival di “Instants Video” Marsiglia a cura del videoartista Marc Mercier, e “Dal Ciusa a….Ciusa (Francesco)”, mostra di disegni e dipinti dei corsisti dell’ex CTP 23, Scuola Media “Ciusa”, via Meilogu. Quest’ultimo è un progetto di Marina Pisano in collaborazione di Franca Angioi.

“Navigare i confini” è un progetto ideato dall’associazione Carovana SMI, che attraverso arte e creatività punta a rafforzare nella città di Cagliari la cultura dell’accoglienza e dell’interazione multiculturale. E’ portato avanti a Cagliari insieme a organismi e mediatori culturali che si dedicano ad attività per il dialogo interculturale, la valorizzazione delle differenze e la coesione.

Invia un commento