Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Mediterranea | December 17, 2018

Scroll to top

Top

No Commenti

A Cagliari la seconda edizione del LEI festival dedicato al tema della felicità - Mediterranea

A Cagliari la seconda edizione del LEI festival dedicato al tema della felicità
Redazione

Eugenio Borgna, Michela Marzano e Umberto Galimberti gli ospiti della giornata inaugurale della seconda edizione del LEI Festival. Fino al 14 dicembre fra Cagliari e Sassari si parlerà di felicità con psichiatri, psicologi, economisti, scrittori e filosofi.

 

Festival LEI – Lettura Emozione Intelligenza

Seconda edizione

LA FELICITÀ

Cagliari

Auditorium Comunale di piazza Dettori

PROGRAMMA 30 NOVEMBRE E 1 DICEMBRE

 

Cos’è ma anche cosa non è la felicità? Dietro cosa si nasconde e come è possibile raggiungerla se, come dicevano gli antichi greci, l’eudaimonia è il fine ultimo dell’agire umano?

Di questo e altro si parlerà dal 30 novembre al 14 dicembre a Cagliari e Sassari nel corso degli appuntamenti in programma per la seconda edizione del Festival regionale LEI, Lettura Emozione Intelligenza, organizzato dalla Compagnia B con la direzione artistica di Alice Capitanio.

Un tema, quello della felicità, che si svilupperà declinandosi nei diversi settori delle attività umane: letteratura, psicologia, filosofia, pedagogia, teologia, economia sostenibile, comunicazione, arte e teatro; attraverso incontri con grandi autori, interviste, lectio magistralis, workshop, reading, cene multiculturali, laboratori, mostre, concorsi e laboratori per bambini e ragazzi.

Si inizia a Cagliari giovedì 30 novembre, nell’Auditorium comunale di piazza Dettori con un programma incentrato sul come la psicologia e la psichiatria studiano e leggono la felicità o anche la mancanza di felicità. Si inizia alle 18 con uno dei padri della psichiatria italiana, Eugenio Borgna, classe 1930, che parlerà di come la fragilità venga oggi rifiutata alla stregua di un handicap e individuata come un ostacolo che porta con sé l’angoscia, la tristezza, e l’inquietudine. Ma senza l’ammissione della propria fragilità, non potrà esserci felicità, perché la fragilità e le emozioni che la compongono corrispondono a una parte essenziale della vita stessa.

Si prosegue alle ore 19 con Amore, riconoscimento, felicità lectio magistralis di Michela Marzano professore ordinario di filosofia morale all’università Paris Descartes. Cosa cerchiamo di ottenere quando cerchiamo l’amore? Che cosa può darci la persona amata? Esiste veramente un legame tra amore e felicità? Partendo dalle relazioni genitori-figli e analizzando la grammatica dell’affettività, lo scopo di questa lectio sarà quello di capire che rapporto esiste tra amore e felicità cercando in particolare di spiegare non solo come non ci sia amore senza riconoscimento, ma anche come sia solo attraverso il riconoscimento di ciò che si è che è poi possibile accedere alla pienezza e alla gioia del vivere-insieme.

La prima giornata si chiude alle 20 con un’altra lectio magistralis, quella di Umberto Galimberti. Eudaimonia: la felicità in greco, questo il titolo della relazione fissa il proprio sguardo sui confini tra felicità e auto realizzazione disegnando una mappa che dall’antichità ad oggi fa emergere il desiderio umano di trovare senso e sicurezza in un progetto esistenziale da compiere.

Venerdì 1 dicembre

Auditorium Comunale – Piazza Dettori 8 – Cagliari

ore 18 In viaggio coi bambini” – Incontro con la scrittrice Milena Marchioni

Direttamente dalla community di www.bimbieviaggi.it, il più letto family travel blog italiano, un incontro per raccogliere informazioni pratiche ed organizzarsi al meglio per partire sereni con figli al seguito. Per chi sogna di viaggiare felice ma teme che con un bambino non sia possibile, questo incontro sarà l’occasione per demolire uno a uno tutti i timori dei genitori.

Modera Alessia Gilardo, mamma blogger di “Mamma in Città”, attiva tra Milano e Cagliari, per raccontare la città a misura di bambino

ore 19 “Personaggi alla ricerca della Felicità” – Incontro con lo scrittore Alessandro Mari

Raccontare la ricerca della felicità attraverso i personaggi di una storia spietata e poetica, in cui i protagonisti lottano tra purezza e compromessi dell’anima, aspirando ad obiettivi che non raggiungeranno. Una riflessione su come il destino possa diventare una strada da percorrere in attesa che la vita ci regali qualcosa.

Libro di riferimento: Cronaca di lei (ed. Feltrinelli, 2017)

ore 20 “Tecniche antistress” – Conferenza dello psicologo Giulio Cesare Giacobbe

Lo stress, è la grande malattia del nostro tempo, che si manifesta nel corpo, ma nasce nella mente traducendosi in pensiero compulsivo e contrazioni muscolari. In questo incontro verranno presentate semplici e brevi tecniche per rilassare la mente, applicabili in qualsiasi momento della giornata per zittire i pensieri e ottenere la serenità originaria.

Libro di riferimento: Vademecum antistress (ROI edizioni, 2017)

In questa giornata sarà previsto un servizio di respeacking e interpretariato LIS per non udenti e accompagnamento per non vedenti, in collaborazione con OnA.I.R e  Fish Sardegna Onlus.

GLI OSPITI DELLEDIZIONE 2017

Ospiti dell’edizione 2017 saranno Eugenio Borgna, Umberto Galimberti, Vittorio Cogliati Dezza, Michela Marzano, Vito Mancuso, Simona Argentieri, Milena Marchioni, Alessandro Mari, Giulio Cesare Giacobbe, Jessica Joelle Alexander, Tim Lomas, Salvatore Natoli, Daniel Lumera, Antonella Lattanzi, Remo Bodei, Leonardo Becchetti, Leonardo Caffo, Igor Sibaldi, Andrea Colamedici, Maura Gancitano.

IL TEMA

Nel concetto di felicità è insito un mistero che coinvolge da sempre l’umanità sollevando dubbi e domande: artisti, scrittori, poeti, filosofi, psicologi, persone comuni, riflettono quotidianamente, si interrogano, provano a definire, a raggiungere o semplicemente si impegnano a negare, l’esistenza di questo stato di grazia emozionale. Blasonato o stigmatizzato resta ad oggi il traguardo (illusorio o reale) a cui tende l’individuo e la collettività. Le emozioni positive rimangono, oggi come ieri, le componenti fondamentali che muovono l’uomo, danno colore e senso all’esistenza, consentono la relazione con l’altro e con l’ambiente circostante. Capire la felicità oggi, intenderne il senso nel presente, consente di creare una mappa per delineare i percorsi individuali e collettivi, ma soprattutto consente di capire la direzione verso cui le società si muovono. Possiamo chiederci se la felicità esista, o sia una mera illusione, ma non possiamo negare che consenta a chi la sperimenta di sentirsi vivo, e l’uomo tende da sempre a provare sensazioni ed emozioni che lo appaghino: in una parola, è alla ricerca di uno stato emotivo di benessere che, sia che esista o meno, continuiamo a chiamare Felicità.

Invia un commento