Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Mediterranea | November 12, 2018

Scroll to top

Top

No Commenti

A Cagliari il convegno internazionale “Estetica, identità e industria culturale del cinema locale” - Mediterranea

A Cagliari il convegno internazionale “Estetica, identità e industria culturale del cinema locale”
Redazione

Prosegue a Cagliari “Estetica, identità e industria culturale del cinema locale”, il convegno internazionale in corso alla Cittadella dei Musei fino a mercoledì (16 dicembre), co-organizzato dall’Università di Cagliari, dipartimento di Storia, Beni culturali e Territorio, CELCAM, Centro per l’educazione ai linguaggi del cinema, degli audiovisivi e della multimedialità e Fondazione SARDEGNA Film Commission all’interno del progetto Heroes 20.20.20.

Ricco il programma di domani (martedì 15 dicembre) con tre tavole rotonde, per l’iniziativa che si avvale anche della collaborazione dell’ISRE – Istituto Superiore Regionale Etnografico, del dipartimento di Scienze umanistiche e sociali dell’Università di Sassari, del dipartimento di Lingue Straniere dell’Università norvegese di Bergen, e del patrocinio dell’Assessorato della Pubblica istruzione della Regione Autonoma della Sardegna

Apre la giornata alle 9 – visibile anche in diretta streaming, come quella dell’indomani, mercoledì 16, sul sito della Fondazione Film Commission www.filmcommission.regione.sardegna.it – un focus sul tema “Isole, periferie” coordinato da Lucia Cardone (Università di Sassari). Quattro gli interventi in scaletta: Federico Giordano (Università per stranieri di Perugia) con la relazione dal titolo “Regionali, meridionali, meridiani o mediterranei? Un modello culturale di connessione fra cinema e comunità locali?”; Fabien Landron (Università di Corsica “Pasquale Paoli”) su rappresentazioni e nuovi stereotipi nel cinema sardo e corso; Christian Uva (Università Roma Tre) sul caso de “L’isola dell’isola”, documentario del collettivo Videobase (Anna Lajolo, Guido Lombardi, Alfredo Leonardi) realizzato tra il 1974 e il 1977 ricorrendo all’attrezzatura “leggera” del videotape; il critico cinematografico Gianni Olla sul punto di vista della critica nei processi di formazione e di sviluppo del cinema in Sardegna.

Lucia Cardone coordina anche il successivo focus – alle 11.15 – intitolato “Sardegna: nuovo cinema e nuovi luoghi” e dedicato alle tante location – reali o ancora solo potenziali – che è in grado di offrire l’isola dei Nuraghi. Intervengono Marco Gargiulo (Universitetet i Bergen) e Myriam Mereu (Università di Cagliari) con un approfondimento sull’identità urbana e linguistica nel cinema sardo contemporaneo, Maria Bonaria Urban (Universiteit van Amsterdam), con la relazione intitolata “Centro, periferia e marginalità nel “nuovo cinema sardo”. A seguire Birgit Wagner (Universität Wien), che si concentra sull’analisi di quattro film: “Il figlio di Bakunìn” di Gianfranco Cabiddu, il film di Enrico Pau “Pesi leggeri” e “Jimmy della collina”, e “Bellas mariposas” di Salvatore Mereu. Chiude la sessione il critico cinematografico Sergio Naitza con una relazione dal titolo “Paesaggio con e senza figure”.

Sessione pomeridiana, a partire dalle 15, interamente dedicata a “Case studies / Experiences”, con il coordinamento di Marco Gargiulo (Universitetet i Bergen). Tengono le loro relazioni: Lucia Cardone (Università di Sassari), con un intervento sulle strategie di narrazione e narrazione di sé agite da Maria Teresa Camoglio nel suo film d’esordio del 1992 “…con amore, Fabia”, tratto dal romanzo di Grazia Deledda “Cosima”; l’antropologo Paolo Piquereddu, storico direttore dell’ ISRE, sull’esperienza dell’Istituto Superiore Etnografico della Sardegna; i registi Salvatore Mereu e Michela Anedda; David Bruni (Università di Cagliari) sul caso Puglia attraverso l’analisi del film del 2014 “In grazia di Dio”, di Edoardo Winspeare; Nevina Satta e Susanna Tornesello tracciano un bilancio del progetto della Fondazione Sardegna Film Commission Heroes 20.20.20. che, ad un anno dall’inizio, ha investito sul territorio più di 900mila euro per la produzione di 19 corti e 13 serie web, dedicati agli “eroi della sostenibilità” in Sardegna, su numerosi temi del concetto di sostenibilità, tra i quali efficientamento energetico, mobilità sostenibile, bioarchitettura e nuove ruralità; Marco Pitzalis (Università di Cagliari), che si concentra sul film documentario “Capo e Croce, le ragioni dei pastori”, di Marco Antonio Pani e Paolo Carboni. Il primo dei due registi interviene in chiusura della sessione per raccontare le attività dell’Associazione Moviementu.

L’indomani (mercoledì 16) la terza e ultima giornata, si apre alle 9.15 con un focus sul tema “Audiovisivo, territori e il ruolo inclusivo delle istituzioni”: un confronto tra Stefania Ippoliti (presidente IFC, l’associazione delle Film Commission italiane), Simone Moraldi (FLAG Film Literacy Advisory Group), Alessandro Gropplero (Friuli Venezia Giulia Film Fund), Cristina Piscitelli (Apulia Film Commission). Lo sguardo si stringe sull’isola (alle 11.45) nel panel dal titolo “Magnifying Sardegna”: moderati dalla direttrice della Fondazione Film Commission Nevina Satta intervengono alla tavola rotonda Massimo Mancini (direttore Teatro Stabile della Sardegna), Stefano Asili (Università di Cagliari) e Barbara Argiolas (Assessore alle politiche per lo sviluppo economico e turistico, Comune di Cagliari). Al coordinamento del convegno è affidata la chiusura e la restituzione degli spunti emersi della tre giorni.

ESTETICA, IDENTITÀ E INDUSTRIA CULTURALE DEL CINEMA LOCALE
Sardegna e periferie europee dagli anni Novanta a oggi: racconto dei territori e sviluppo sostenibile a confronto

Cagliari, 13-16 Dicembre 2015

PROGRAMMA

13 DICEMBRE 2015,
SAPORI DI SARDEGNA, Viale Colombo, 2

20.00 Saluti

Introduce Antioco Floris, coordinatore del convegno, Università di Cagliari

Intervengono:

Rossana Martorelli, Presidente Facoltà Studi Umanistici, Università di Cagliari

Francesco Atzeni, Direttore Dipartimento di Storia, Beni Culturali e Territorio, Università di Cagliari

Bruno Murgia, Presidente ISRE – Istituto Superiore Regionale Etnografico

Sergio Scavio, Consigliere Fondazione Sardegna Film Commission

21.30 Il nuovo cinema di Sardegna attraverso i cortometraggi

Proiezione dei film con la presenza dei registi

14 DICEMBRE 2015

CITTADELLA DEI MUSEI, Piazza Arsenale, Aula “Roberto Coroneo”

9.00 Iscrizioni

9.15 Estetiche e identità: problemi

Introduce e coordina Antioco Floris (Università di Cagliari)

Franciscu Sedda (Università Tor Vergata, Roma)

Nuovamente sardo. La Sardegna e il suo cinema fra identità e identificazione

Fabio Rossi (Università di Messina)

Marginalità, dialettalità e identità linguistica nel cinema italiano

Daniele Dottorini (Università della Calabria)

Il Cinema del Reale e la reinvenzione del paesaggio

Felice Tiragallo (Università di Cagliari)

Etnografie Implicite. Visioni della Località nel cinema di Sardegna

11.10 Coffee Break

11.25 Ivan Girina (King’s College, London)

The “Glocal” Aesthetics of New Sardinian Cinema: regionalism, authorial styles and production paradigms

Karl Schoonover (University of Warwick)

Sardinia, cinematic space, and departicularised place

Pauline Burt, CEO Ffilm Cymru Wales

Ffilm Cymru Wales: developing an inclusive film sector and offer for audiences

12.40 Discussione

13.00 Light lunch

15.00 Piccole patrie

Coordina Ivan Girina (King’s College, London)

Enrico Biasin (Università di Udine)

La “piccola patria” del cinema in Friuli Venezia Giulia

Carmelo Marabello (IUAV, Venezia)

Alcuni mondi visti da lontano Ciprì e Maresco, Emma Dante, Franco Scaldati

Denis Lotti (Università di Padova)

Ritratti (di) veneti. Jole Film e il cinema come luogo della memoria

16.25 Coffee Break

16.40 When the Local meets the Global

Coordina Nevina Satta, Direttrice Fondazione Sardegna Film Commission

Ángel Luis Hueso Montón (Universidad de Santiago de Compostela)

Del amateurismo cinematográfico a la dispersión audiovisual/From Film Amateurism to Audiovisual Dispersion in the Galician Cinema

Anna Petrus Pons (Universitat Internacional de Catalunya)

From Catalonia to the world: aesthetic and landscape in contemporary Catalan cinema. The cases of Albert Serra and Sergi Pérez

Dusica Todorovic (Università di Belgrado)

Nuova Belgrado, nuovo mondo: il cinema serbo attraverso il racconto di una periferia

Etami Borjan (University of Zagreb)

Cinema at the Periphery: Redefining Nation and Identity in post-Yugoslav cinemas

Els Rientjes (Film Fonds Netherlands)

From Amsterdam to the world: the role of green film making in the Netherlands

Jane Doolan (Film Producer, Ireland)

Finding the global in the local

19.05 Discussione

15 DICEMBRE 2015
CITTADELLA DEI MUSEI, Piazza Arsenale, Aula “Roberto Coroneo”

9.00 Isole, periferie

Coordina Lucia Cardone (Università di Sassari)

Federico Giordano (Università per stranieri di Perugia)

Regionali, meridionali, meridiani o mediterranei? Un modello culturale di connessione fra cinema e comunità locali?

Fabien Landron (Università di Corsica “Pasquale Paoli”)

Filmare l’isola (di) oggi: nuove rappresentazioni e nuovi stereotipi nel cinema sardo e corso

Christian Uva (Università Roma Tre)

Immagini comunitarie. La “comunicazione orizzontale” di Videobase e il caso de L’isola dell’isola

Gianni Olla (critico cinematografico)

Il punto di vista della critica nei processi di formazione e di sviluppo del cinema sardo

11.00 Coffee Break

11.15 Sardegna: nuovo cinema e nuovi luoghi

Coordina Lucia Cardone (Università di Sassari)

Marco Gargiulo (Universitetet i Bergen), Myriam Mereu (Università di Cagliari)

Cagliari città cinematografica: identità urbana e linguistica nel cinema sardo contemporaneo

Maria Bonaria Urban (Universiteit van Amsterdam)

Centro, periferia e marginalità nel “nuovo cinema sardo”

Birgit Wagner (Universität Wien)

Non-luoghi e luoghi della memoria nell’attuale cinema sardo

Sergio Naitza (critico cinematografico)

Paesaggio con e senza figure

13.00 Light lunch

15.00 Case studies / Experiences

Coordina Marco Gargiulo (Universitetet i Bergen)

Lucia Cardone (Università di Sassari)

Filmare la vita di una donna. …con amore, Fabia (Maria Teresa Camoglio,1992)

Paolo Piquereddu (ISRE)

Antropologia e cinema in Sardegna: l’esperienza dell’Istituto Superiore Etnografico della Sardegna

Salvatore Mereu

Visto da dentro. Considerazione sul nuovo cinema in Sardegna

Michela Anedda

Visto da dentro. Ricerche, Sfide e nuove prospettive

16.50 Coffee Break

17.05 David Bruni (Università di Cagliari)

Il caso Puglia. “Un piccolo film sulla felicità”: In grazia di Dio (2014, Edoardo Winspeare)

Nevina Satta – Susanna Tornesello (Fondazione Sardegna Film Commission)

HEROES 20.20.20.: un nuovo modello di industria audiovisiva sostenibile

Marco Pitzalis (Università di Cagliari)

Capo e Croce e l’etnografica di una società in movimento

Marco Antonio Pani (Presidente Associazione Moviementu)

Associarsi per esistere. Forme di organizzazione dei lavoratori per un cinema locale. Il caso Moviementu.

18.45 Discussione

16 DICEMBRE 2015
CITTADELLA DEI MUSEI, Piazza Arsenale, Aula “Roberto Coroneo”

09.00 Iscrizioni

09.30 Audiovisivo, territori e il ruolo inclusivo delle istituzioni

Introduce e coordina Nevina Satta, direttrice Fondazione Sardegna Film Commission

Stefania Ippoliti, presidente IFC (in collegamento Skype)

Magnifying Italy: Il punto di vista delle Film Commission italiane sulla nuova legge nazionale

Simone Moraldi, FLAG Film Literacy Advisory Group

Magnifying Europe: film literacy per le nuove generazioni. L’esperienza di FRED @ School

Alessandro Gropplero, Friuli Venezia Giulia Film Fund
Magnifying Coproduction: when East meets West

Cristina Piscitelli, Apulia Film Commission

Magnifying Tourism: gli strumenti dell’Europa per l’audiovisivo e il cineturismo. L’esperienza dell’Apulia Film Commission.

11.30 Coffee Break
11.45 Magnifying Sardegna

coordina Nevina Satta, direttrice Fondazione Sardegna Film Commission

Massimo Mancini, direttore Teatro di Sardegna

Industria culturale, territori e istituzioni: il ruolo delle reti in Sardegna

Stefano Asili, Università di Cagliari

Sostenibilità, tradizione e nuovi linguaggi: Il laboratorio della creatività a EXPO 2015

Barbara Argiolas (Assessore alle politiche per lo sviluppo economico e turistico, Comune di Cagliari)

Racconti metropolitani: Cagliari e l’audiovisivo nello spot “The life you want”12.30 Discussione

13.00 Closing remarks

Coordinamento del convegno e Presidenza Fondazione Sardegna Film Commission

13.15 Light lunch

Per informazioni
convegno@filmcommission.it
www.filmcommission.regione.sardegna.it
celcam@unica.it
www.celcam.it

Invia un commento